Le riflessioni di StabiAmore del dopopartita di: Catanzaro – Juve Stabia

Logo StabiAmoreLo Stabia prende un buon punto al Ceravolo, disputando una discreta ripresa, nella quale si mettono in evidenza alcuni degli ultimi arrivati dal calcio mercato appena concluso.

A Catanzaro ancora una volta mancano i tifosi stabiesi della curva, ma non una rappresentanza di sostenitori giunti da Castellammare, che hanno assitito ad una gara molto meno vivace, rispetto alla precedente, ma con segnali incoraggianti che provengono questa volta da tutti i settori della squadra, anche dalla difesa a cominciare dal portiere.
Evidentemente la società ha fatto bene a prendere un estremo di una certa esperienza come Branduani, che ha vinto il campionato di C con la Spal, partendo quindi in vantaggio rispetto ai giovani colleghi stabiesi, ma il duo Caserta Ferrara ha dovuto fare a meno in questa gara dello squalificato Viola e dell’infortunato bomber Paponi.

La guida tecnica ha preferito puntare dunque su Branduani in porta, Morero, Redolfi, Nava e Crialese in difesa e su un centrocampo composto dal milanista Mastalli, Capece e Matute e il tridente in attacco Lisi, Berardi e l’altro neo acquisto Simeri, sul quale sono riposte molte aspettative.
La squadra di casa, allenata da Erra, parte con i favori del pronostico, nonostante qualche assenza, per i meriti della nuova società, che ha costruito una rosa di tutto rispetto, nella quale spicca un calciatore di categoria superiore come Letizia, ma nel primo tempo, accade poco o nulla, nonostante la supremazia territoriale del Catanzaro. Dunque i miei impegni lavorativi nella giornata dei presidenti dei parlamenti più importanti del mondo a Pompei, non mi hanno impedito di vedere la parte migliore della partita, che è stata l’ultima mezzora, nella quale lo Stabia ha espresso un gioco discreto, frutto soprattutto della buona vena di Matute a centrocampo, ma nella quale si è anche disimpegnato molto bene il nuovo portiere, risolvendo per il meglio un pericoloso colpo di testa ravvicinato.

Nella ripresa Caserta ha inserito l’esterno Canotto, altro importante neo acquisto proveniente dal Trapani, al posto del nazionale del San Marino Berardi, stasera abbastanza appariscente e poi Calò per Capece a centrocampo e lo Stabia non solo riesce bene a gestire la gara in difesa, ma poteva trovare due volte la via del vantaggio con Simeri, che sbaglia in entranbe le occasioni l’impatto col pallone nella conclusione a rete, calciando clamorosamente male in entrambe le circostanze. Il Catanzaro cerca di procurarsi con un evidente simulazione in area il rigore, ma impegna la difesa stabiese soprattutto sui calci dalla bandierina, dimostrando di non essere in questo momento superiore alla squadra di Ferrara e Caserta, che chiude in attacco, nonostante qualche discutibile fallo fischiato a sfavore, come quello conclusivo di Lisi, un calciatore importante che non ha ancora mostrato la sua bravura, al contrario delle scorse stagioni, ma siamo appena alla seconda gara disputata. Insomma, anche se lo Stabia non dovesse giocare la prossima settimana al Menti, contro il forte Trapani, possiamo essere ottimisti per il futuro perché questa squadra ha dimostrato di avere elementi validi in ogni reparto e nonostante le dolorose partenze di Cancellotti e Atanasov, anche la difesa ha mostrato di poter essere affidabile, mantenendo in una trasferta difficile la propria porta inviolata.

Tabellino

CATANZARO-JUVE STABIA 0-0 

CATANZARO (4-3-3) : Nordi; Riggio, Gambaretti (11′ Spighi), Sirri, Imperiale; Maita, Onescu, Benedetti; Falcone (25’st Anastasi), Letizia, Puntoriere (9’st Cunzi). All. Erra A disposizione: Marcantognini, Nicoletti, Marin, Kanis, Pellegrino, Lukonovic Allenatore: Erra

JUVE STABIA (4-3-3) : Branduani; Dentice, Redolfi, Morero, Crialese; Matute, Capece (28’st Calò), Mastalli,; Berardi (16’st Canotto), Simeri, Lisi. All. Caserta A disposizione: Bacci, Polverino, Awua, Allievi, Nava, Paponi, Gaye, Bachini, Strafezza, D’Auria Allenatore: Caserta-Ferrara

Arbitro: Marchetti di Ostia Lido. Assistenti: Mazzei-Dell’Olio

Note: Serata fresca e leggermente ventilata. Spettatori 5450 (3681 e 1769 abbonati). Incaso, compreso quota abbonati 45223. Ammoniti: Maita, Mastall, Calò Recupero 3′ e 3′

PALLAVOLO FEMMINILE B2: Filomena Afeltra indosserà di nuovo la casacca gialloblè

Filomena Afeltra

Filomena Afeltra

La Pallavolo Nemesi Stabiae continua ad arricchire il roster della sua squadra di B2, Filomena Afeltra quest’anno difenderà nuovamente i colori stabiesi dopo l’ottimo campionato di serie B disputato qualche anno fa quando la Nemesi sfiorò la promozione con una squadra composta da tante giovanissime.

Filomena Afeltra, classe 1986, è una giocatrice espertissima per la categoria e vanta un curriculum di tutto rispetto in quanto nella sua carriera ha giocato in prestigiosissimi club che avevano come obiettivo dichiarato la promozione; negli ultimi due campionati, infatti, ha contribuito in maniera determinate all’ottima stagione sia della Pallavolo Terracina che della Pallavolo Cave.

Marianna De Gaetano – direttore sportivo della Link Campus University – ha affermato: “Conosciamo benissimo Filomena e sappiamo che è un elemento di assoluta affidabilità, le sue doti saranno al servizio della squadra e delle più giovani. Il suo innesto ci consentirà sicuramente di migliorare ancora il nostro potenziale offensivo”

Addetto Stampa – A.S.D. Pallavolo Nemesi Stabiae

Le riflessioni di StabiAmore del dopopartita di: Fidelis Andria – Juve Stabia

Logo StabiAmorePrima di commentare il pari ricco di gol dello Stabia ad Andria, devo confermare l’incertezza e la confusione della nuova serie C, con il caso aperto dal ricorso della Vibonese, che potrebbe riportare il nostro girone a venti squadre, ma anche la mia soddisfazione per l’assenza della moviola in campo, che sta facendo molti danni in serie A e per la novità delle cinque sostituzioni nel corso della gara, un’innovazione positiva che favorisce una maggiore mobilità dei calciatori della panchina durante le gare.

Allo stadio di Andria questa volta sono mancati i tifosi stabiesi della curva, che hanno voluto protestare per il protarsi delle restrizioni, nonostante l’annuncio della cancellazione della tessera di identificazione, ma che forse si sono pentiti di non aver seguito la squadra, in una gara ricca di reti e di emozioni. Infatti Fidelis Andria Juve Stabia ha regalato sei reti e diverse emozioni, con tanti brividi per le incertezze di entrambi i portieri, Zanotti e Maurantonio. Evidentemente non è stato facile giocare, soprattutto per i portieri, su un campo in erba naturale, davvero in pessime condizioni e il duo Caserta Ferrara ha saputo adoperare l’innovazione delle cinque sostituzioni, facendo gli opportuni inserimenti in inferiorità numerica.

La rete di Paponi (foto LaPresse)

La rete di Paponi (foto LaPresse)

La guida tecnica ha preferito puntare su Zanotti in porta, Morero, Redolfi, Nava e Crialese in difesa e su un centrocampo composto dal milanista Mastalli, Capece e Viola e il tridente in attacco Lisi, Berardi e l’anconetano Paponi, grande protagonista in coppa contro l’Ascoli. La squadra di casa, allenata dall’ex barese Loseto, nel primo tempo, nonostante la superiorità iniziale delle vespe, ha avuto la fortuna di passare in vantaggio con Scaringella, che ha sfruttato un clamoroso doppio errore di Crialese e del giovane portiere Zanotti, proveniente dal Como.

Lo Stabia trova il pari su rigore, assegnato per un fallo su Paponi in area con il pallone lontano e da lui stesso realizzato con un tiro forte e preciso nell’angolo alla destra di Maurantonio.
La Fidelis pensava di poter tornare in vantaggio, ma non ha fatto i conti con la caparbietà di Paponi e l’errore di Maurantonio, che pensa bene di pareggiare i conti degli errori con il suo collega stabiese Zanotti, non riuscendo a trattenere la palla sul tiro bello, ma non irresistibile dell’ex attaccante del Bologna in A, che è stato una promessa del calcio italiano. Nell’ultima azione del primo tempo l’Andria sfiora il pareggio con un tiro di Scaringella in piena area di rigore, calciato malamente alto sulla traversa.

Nella ripresa l’Andria prima trova il pareggio con un bel tiro di Barisic, e poi la superiorità numerica per uno stupido fallo di Viola, che in possesso del pallone, rifila una gomitata al suo avversario, costringendo Caserta ad inserire Matute per Berardi e Allievi per Crialese e poi anche il nazionale bulgaro Atanasov per Redolfi, privando l’attacco della buona vena di Berardi, nazionale del San Marino.

Lo Stabia non solo riesce bene a gestire la gara in difesa, ma con una bel passaggio di Matute, finalizzato splendidamente da Mastalli, torna di nuovo in vantaggio. L’Andria non riesce a essere lucido e Caserta sfrutta tutti i cambi che consente il nuovo regolamento, inserendo Dentice per Nava e Costantini per Paponi.

Minicucci in gol (foto LaPresse)

Minicucci in gol (foto LaPresse)

Solo nel finale e con un’altra mezza incertezza di Zanotti su un tiro apparso forte, ma non imparabile, di Miniucci, la squadra di casa trova il gol del pareggio per la gioia del pubblico locale, che addirittura nei minuti di recupero sogna di potersi ritirare a casa con una vittoria, che però sarebbe stata a dir poco rocambolesca e sicuramente non meritata.

Lo Stabia come nella coppa Italia maggiore ha confermato di essere una buona squadra dalla cintola in su, con diversi problemi da risolvere in fase difensiva, nella quale il portiere Zanotti ha dimostrato in questo momento di essere indietro al collega Bacci come condizione psico fisica, ma con una coppia esperta come Atanasov e Morero in difesa, affiancata da validi esterni bassi, anche i portieri possono migliorare in sicurezza e nel rendimento, mentre a centrocampo Viola deve evitare stupidi falli, anche se a qualcuno la sua espulsione è apparsa esagerata, Capece e Mastalli hanno ben impressionato, cosi come il tridente d’attacco con Lisi, ancora lontano dalle sue migliori condizioni. Insomma, considerando che lo Stabia non giocherà la prossima settimana, sia che riposi, sia che debba affrontare la Vibonese, la sfida contro la quale andrebbe rinviata dopo il perfezionamento del mercato della squadra calabrese, la società può dedicarsi tranquillamente a concludere le ultime operazioni di mercato in entrata e in uscita, a cominciare da quelle di Zilbert, San Domenico e Rosafio, rinviando, possibilmente a gennaio quella di Cancellotti, a meno di irrinunciabili offerte, che naturalmente potrebbero valere anche per altri componenti della rosa attuale.

Tabellino

FIDELIS ANDRIA – JUVE STABIA 3-3 (RISULTATO FINALE)

FIDELIS ANDRIA (4-2-4): 1 Maurantonio; 14 Tiritiello, 4 Allegrini, 6 Rada, 21 Curcio; 8 Piccinni, 11 Matera; 7 Barisic (79′ – 23 Bottalico), 13 Scaringella (91′ – 2 De Giorgi), 10 Croce (69′ 16 Minicucci), 10 Lattanzio. (12 Antonacci, 22 Cilli, 2 De Giorgi, 3 Pipoli, 15 Cfarku, 16 Minicucci, 18 Ippedico, 19 Celli, 20 Di Cosmo, 23 Bottalico, 24 Paolillo). All. Loseto.

JUVE STABIA (4-3-3): 22 Zanotti; 7 Nava (79′ – 3 Dentice), 4 Morero, 13 Redolfi (74′ – 5 Atanasov), 14 Crialese (66 -‘ 6 Allievi); 24 Mastalli, 8 Capece, 15 Viola; 20 Berardi (66′ – 17 Matute), 10 Paponi (79’ – 11 Costantini), 23 Lisi. (1 Bacci, 25 Polverino, 3 Dentice, 5 Atanasov, 6 Allievi, 11 Costantini, 17 Matute, 18 Bachini, 21 Strafezza, 27 Rosafio, 28 Calò). All. Caserta.

ARBITRO: Daniele Viotti della sezione di Tivoli.

ASSISTENTI: Fernando Cantafio di Lamezia Terme e Gaetano Massara di Reggio Calabria.

NOTE
Reti: 9′ Scaringella (FA); 34′ e 40′ Paponi (JS); 54′ Barisic (FA); 68′ Mastalli (JS); 88′ Minicucci (FA)
Ammoniti: 6′ Crialese (JS); 28′ Redolfi (JS); 32′ Allegrini (FA)
Espulsi: 63′ Viola (JS)
Angoli: 6-2
Recupero: 2′ p.t.
Spettatori: 1587 (1019 abbonati). Incasso di 11.295,00 euro

PALLAVOLO FEMMINILE B2: Due rinforzi e una conferma per la Nemesi Stabiae

Due rinforzi e una conferma per la Nemesi Stabiae

 

Sara Della Rocca

Sara Della Rocca

Arriva Sara Della Rocca

Ancora un nuovo innesto nelle fila della squadra della Pallavolo Nemesi Stabiae sponsorizzata dalla Link Campus University ed impegnata nel campionato di serie B2, si tratta della venticinquenne libero brindisina Sara Della Rocca cresciuta nelle giovanili del Bologna e con una grossa esperienza nella categoria avendo difeso in vari campionati di serie B1 i colori del Bergamo, del Brindisi e del Cutrofiano.

Nel recente passato Sara ha, inoltre, vinto il campionato di serie C con il Mesagne e ha conquistato una doppia promozione con il Brindisi passando dalla serie C alla serie B1.

Enzo Esposito ha evidenziato: “Abbiamo quasi completato il roster della nostra prima squadra e com’è nostra tradizione stiamo costruendo un gruppo che sia un giusto mix tra atlete di sicura esperienza ed atlete giovani di buone potenzialità, per questo stiamo puntando su elementi molto motivati e sempre pronti a mettersi sempre in discussione. La nostra associazione grazie al contributo degli sponsor che ci sostengono, saprà ancora una volta rappresentare con onore la Castellammare di Stabia sportiva.”

Sara Saetta riconfermata
Sara Saetta

Sara Saetta

La Pallavolo Nemesi Stabiae continua con Sara Saetta il percorso di crescita avviato lo scorso anno allorquando la ventitreenne napoletana ha indossato la maglia di libero della formazione stabiese impegnata nel campionato di serie B2.

La riconferma della partenopea è stato fortemente voluta dalla dirigenza stabiese che è confidente di poter disputare un buon campionato per conquistare l’accesso ai play off.

Marianna De Gaetano – direttore sportivo del sodalizio stabiese – ha, infatti, sottolineato: “L’organico che quest’anno affronterà il campionato di B2 è molto diverso rispetto a quello dello scorso anno, abbiamo confermato solo le ragazze che ci avevano pienamente convinto e che erano state in linea con le nostre aspettative. Ci aspettiamo molto da Sara nei prossimi mesi e siamo sicuri che il suo apporto sarà determinante per il raggiungimento dei nostri obiettivi.”

Giovanna Aquino un’altra giovane talento rinforza la squadra
Giovanna Aquino

Giovanna Aquino

La Pallavolo Nemesi Stabiae si rinforza ulteriormente con l’innesto di Giovanna Aquino, classe 1998, che dopo la brillante esperienza dello scorso campionato in A2 con la VolAlto Caserta sceglie la società stabiese per continuare la sua crescita umana e sportiva.

Giovanna avellinese di nascita ma casertana di adozione, inizia la sua carriera pallavolistica nella Atripalda Volley per poi passare, giovanissima, alla Volalto Caserta nelle cui fila disputa molti campionati giovanili e di beach volley – viene, anche, convocata per tre volte nelle rappresentative regionali campane – fino all’esordio in serie A2.

In A2 incamera numerose presenze e contribuisce fattivamente con le sue capacità di attaccante molto combattivo alla salvezza conquistata dalla formazione casertana.

“Il progetto Link Campus University mi ha affascinato subito – afferma Giovanna – e seppur con rammarico lascio Caserta ringraziando la società che mi ha cresciuto, ma sono determinata ad iniziare un nuovo ciclo importante con la formazione stabiese. Sicuramente, insieme alle nuove compagne ed allo staff tecnico e societario, formeremo un gruppo in grado di fare bene nel prossimo campionato”.

Il vice presidente del sodalizio stabiese Agostino Sammarco ha, invece, affermato: “Stiamo costruendo una forte squadra per ben figurare nel prossimo difficile campionato. Quest’anno ci siamo dati come obiettivo primario la valorizzazione dei giovani talenti perché siamo tra le pochissime realtà campane che puntano sui giovani ed offrono loro le giuste opportunità per emergere e, quindi, sicuramente Giovanna Aquino, Lorenza Manfredonia e Lorenza Russo insieme alle giovani provenienti dal nostro ricco vivaio raccoglieranno tante soddisfazioni.”

Addetto Stampa – A.S.D. Pallavolo Nemesi Stabiae

 

BASKET MASCHILE-SERIE C SILVER: Si delinea la nuova stagione sportiva della N. P. Stabia con tre nuovi arrivi

Logo_nuovo_nuovapolisportivastabiaInizia a prendere forma la stagione sportiva 2017/18 della Nuova Polisportiva Stabia. Le aragoste stabiesi si riuniranno lunedì 28 agosto alle ore 8:30 presso la Tendostruttura Comunale di Viale delle Puglie.

Confermato l’intero staff tecnico che l’anno scorso ha conquistato la salvezza nel primo turno play-out. Agli ordini di coach Davide Pischedda e dell’assistant coach Gino Sabatino la squadra si radunerà per iniziare la preparazione atletica. L’esordio ufficiale è previsto in data 1 ottobre in Coppa Campania contro la vincente del match Basket Koinè – C.S. Secondigliano. il campionato invece prenderà il via l’otto ottobre. Prima delle uscite ufficiali la N.p. Stabia parteciperà al quadrangolare di Cercola il 16 e 17 settembre.

Molte le riconferme nel roster stabiese, su tutti il confermatissimo capitan Giuseppe Mascolo, giunto alla sua quarta stagione con la canotta gialloblù. Ben 3 sono i nuovi arrivi alla corte di coach Pischedda:

Fabio Attianese classe ’92, centro, nella scorsa stagione ha disputato un ottimo campionato in Promozione con il Basket Team Stabia;

Andrea Incarnato classe ‘97, guardia, per lui si tratta di un piacevole ritorno in famiglia dopo due stagioni in prestito al Basket Sarno;

Massimo Vergara classe ’79, ala-centro di 200 cm, l’anno scorso anche lui in forza al Basket Sarno, è un importantissimo acquisto per il team gialloblù. Giocatore di enorme esperienza ha sempre calcato parquet di categorie superiori, un ottimo rimbalzista e dalle grandi doti fisiche e tecniche.

Ecco il roster 2017/18:

Fabio Attianese, Francesco Chirico, Riccardo De Riso, Giuseppe Del Sorbo, Luigi Di Martino, Francesco Donnarumma, Roberto Federico, Andrea Incarnato, Gianluca Marino, Giuseppe Mascolo, Carlo Ottone, Francesco Pentangelo, Massimo Vergara e Giovanni Vitale.

Aggregati under 18 del settore giovanile: Michele Apostolo, Viktor Dobrev e Vincenzo Staiano.

Allenatore: Davide Pischedda
Assistente allenatore: Gino Sabatino
Fisioterapista: Nicola Colaps
Dirigente: Dino Romeo
Direttore Sportivo: Francesco Maresca

Ufficio Stampa Nps & BTS

PALLAVOLO FEMMINILE-B2: La metese Lorenza Russo continua la sua esperienza con la B2

La metese Lorenza Russo

La metese Lorenza Russo

La Pallavolo Nemesi Stabiae e Lorenza Russo, classe 1998, continuano insieme il percorso iniziato lo scorso anno sportivo quando la giovane metese si è trasferita nella squadra della Città delle Acque. Nell’ultimo campionato Lorenza ha fatto sempre la sua parte è, infatti, stata spesso titolare ed il suo contributo in attacco è stato determinante in alcune gare.

La Nemesi sponsorizzata dalla Link Campus University continua, quindi, a proporsi come società fortemente concentrata sulla crescita dei giovani talenti campani, infatti, Enzo Esposito ha così commentato la riconferma di Lorenza: “Siamo felici di poter contare ancora su Lorenza perché ha tanta voglia di fare e siamo sicuri di poterle offrire molte opportunità per migliorarsi ancora affinché ci possa dare tante soddisfazioni nei prossimi mesi. Il nostro tecnico ha ricevuto come obiettivo principale la crescita di tutte le ragazze che gli sono state affidate e, quindi, la nostra squadra si presenterà ai nastri di partenza con un organico giovane ma già molto valido per conquistare le posizioni importanti della classifica.“

Addetto Stampa – A.S.D. Pallavolo Nemesi Stabiae

Numerazione maglie Juve Stabia, la 12 ala Curva Sud

LOGO JUVE STABIAS.S. Juve Stabia rende nota la numerazione delle maglie da gioco adottata quest’anno dai calciatori gialloblù, dalla numero 1 di Bacci alla maglia numero 28 di Calò:

1 Bacci
2 Boccardi Filippo
3 Dentice
4 Morero
5 Awua Theophilus Aondofa
6 Allievi
7 Nava
8 Capece
9 Simeri Simone
10 Paponi
11 Costantini
12 CURVA SUD
13 Redolfi
14 Crialese
15 Viola
16 Gaye
17 Matute
18 Canotto Luigi
19 Bachini
20 Berardi
21 Strefezza
22 Zanotti
23 Lisi
24 Mastalli
25 Polverino
26 Branduani Paolo
28 Calò
29 D’Auria Gianluca
Anche per questa stagione calcistica la S.S. Juve Stabia, dopo aver chiesto ed ottenuto la relativa autorizzazione dalla Lega di Serie C, intende premiare la Curva Sud, assegnandole la maglia numero 12.

S.S. Juve Stabia

BASKET FEMMINILE: Si dividono le strade di coach Mandato e del Basket Femminile Stabia

Pasquale Mandato

Pasquale Mandato

Dopo cinque stagioni, divise tra prima squadra e settore giovanile, si interrompe,almeno per quest anno il rapporto di collaborazione tra il coach casertano e la società di Castellammare di Stabia.

Pasquale Mandato ha ricoperto il ruolo di vice allenatore sia in A3 che in A2, contribuendo anche alla crescita del settore giovanile, conquistando due titoli regionali e l’interzona della passata stagione con la formazione under 16.
La società ci tiene a ringraziare il coach per il lavoro svolto in questa lunga esperienza, durante la quale anche il coach stesso ha potuto arricchire il suo bagaglio tecnico ed umano.
A Pasquale vanno i nostri sinceri auguri per il futuro personale e cestistico.

Basket Femminile Stabia

JUVE STABIA: Parte la Campagna Abbonamenti 2018/2019 #vogliosolote

Anche quest’anno, dopo un estate di “passione”, le vespe si presentano ai nastri di partenza della stagione calcistica 2018-2019. Per realizzare quel sogno che tutti noi stabiesi abbiamo nel cuore occorre la coesione di tutte le forze e la Juve Stabia, punta ancora una volta sulla passione ed il calore dei suoi encomiabili tifosi, istituendo la campagna abbonamenti denominata “ Amore senza fine“. Sosteniamo i nostri colori, sosteniamo i nostri ragazzi, riempiamo lo stadio Menti, da sempre fortino delle vespe, la Juve Stabia ha bisogno di tutti e soprattutto dei propri tifosi, da sempre il dodicesimo uomo in campo. La società, con questo obiettivo, ha deciso di praticare prezzi popolari per gli abbonamenti al prossimo campionato di Serie C dei gialloblù.
Da giovedì 19 luglio Vi aspettiamo presso la sede sociale sita in Viale Europa 41 a Castellammare di Stabia, dove sarà possibile sottoscrivere l’abbonamento dal lunedì al sabato dalle ore 10,00 alle 12,30 e dalle 16,00 alle 19,00.
Di seguito si riportano i prezzi degli abbonamenti interi e ridotti che daranno il diritto ad assistere a tutte le gare interne delle vespe. La società si riserva di indire durante la stagione la giornata gialloblù nel corso della quale gli abbonamenti non saranno validi l’accesso allo stadio. Segui l’hastag #vogliosolote

        PREZZI ABBONAMENTI

SETTORE PREZZO intero
MEDIA su 17 partite PREZZO ridotto
TRIBUNA Roberto Fiore € 700 + 2€ di servizio prevendita €41,20
TRIBUNA MONTE FAITO € 225 + 2€ di servizio prevendita €13,25 50
TRIBUNA QUISISANA € 170 + 2€ di servizio prevendita €10,00 50
CURVA SAN MARCO €   80 + 2€ di servizio prevendita € 4,70 50

Per l’emissione dell’abbonamento è necessario essere possessori della Tessera del Tifoso ed esibire un valido documento d’identità. Coloro che al momento non dispongono della Tessera potranno sottoscriverla contestualmente all’abbonamento.

CONTATTI – Stadio “Romeo Menti”, via G. Cosenza, 283. Tel. 0818717727
E-mail: biglietteria@ssjuvestabia.it  Sito web: www.ssjuvestabia.it

S.S. Juve Stabia

Le riflessioni di StabiAmore del dopopartita di: Tim Cup II turno Ascoli – Juve Stabia

Logo StabiAmorePrima di fare alcune considerazioni sulla sconfitta dignitosa di Ascoli al secondo turno della Coppa Italia maggiore dopo la netta vittoria col Bassano, voglio biasimare i cambiamenti decisi nei gironi della nuova serie C, con il privilegio di più squadre nel girone A e lo stravolgimento dell’aumento da tre a cinque delle sostituzioni nel corso della gara, anche se da attuare solo in tre momenti, un nuovo meccanismo alquanto bislacco dei play-out e la conferma di quello altrettanto contorto dei play-off con la ciliegina di favorire le società indietro con il pagamento degli stipendi ai calciatori, la solita esecrabile deroga all’italiana.

Anche al Del Duca non sono mancati i tifosi stabiesi, che hanno fatto centinaia di chilometri sotto un torrido sole agostano, ma che non si sono pentiti di aver seguito la squadra, la quale pur perdendo, ha sfoderato un’altra buona prestazione in fase offensiva. E ora vengo alle emozioni di una gara, che ha regalato cinque reti e diverse occasioni, nonostante il caldo e il contemporaneo evento della festa patronale di Sant’Emidio ad Ascoli, la cui formazione è guidata come lo Stabia da un duo in panchina composto da Fiorin e Maresca.

Entrata in campo Ascoli-Juve Stabia Tim Cup secondo turno.  Foto ilrestodelcarlino.it

Entrata in campo Ascoli-Juve Stabia Tim Cup secondo turno. Foto ilrestodelcarlino.it

Non è stata per niente facile la vittoria ottenuta dalla squadra affidata all’ex calciatore di Juventus e Torino contro quella del nostro Caserta, nonostante la differenza di categoria e la presenza di calciatori di qualità come Buzzegoli e il centravanti Favilli. Caserta, rispetto al turno precedente, ha tenuto fuori Dentice, Ridolfi e Matute, preferendo puntare su Bachini e Crialese in difesa e sul milanista Mastalli a centrocampo, promosso pure come capitano. Dunque Bacci in porta, Nava, Atanasov, Bachini e Crialese in difesa, a centrocampo accanto alla conferma dei nuovi Calò e Viola, il ritorno di Mastalli e in attacco ancora Berardi, Strefezza e l’anconetano Paponi, che ha giocato il suo derby personale e sentito contro i rivali dell’Ascoli.

La squadra di casa nel primo tempo attacca in netta prevalenza, ma trova il gol solo su rigore per la bravura del suo centravanti, che se lo procura e lo realizza con disinvoltura. L’Ascoli pensava di conquistare una comoda e facile vittoria, ma lo Stabia recupera il pari con Paponi, che abilmente sfrutta l’indecisione della difesa di casa, superando di potenza e precisione il portiere Lanni, ed esultando poi da anconetano contro i tifosi di casa, che cominciano a prenderlo di mira. L’Ascoli riesce a riportarsi in vantaggio ancora con Favilli, che sfrutta bene un brutto errore di Nava, ma nel finale del tempo Paponi sfiora di nuovo il pareggio con un colpo di testa.

Nella ripresa Caserta inserisce Lisi, protagonista assoluto delle ultime due stagioni con le vespe, per Strefezza e lo Stabia sfiora subito il pari, proprio con l’esterno offensivo romano, che indubbiamente dimostra di poter cambiare volto ad una partita, mettendo più volte paura all’Ascoli, che pure sfiora il gol ancora con il bravo Favilli. Caserta inserisce Rosafio per Berardi per rinforzare ulteriormente l’attacco.

Una bella azione di D’Urso permette a De Feo di segnare il terzo gol, che però non chiude la gara perché Paponi realizza la sua doppietta personale, che mette paura all’Ascoli, che rischia i supplementari nel finale con Viola, che costringe Lanni ad una parata difficile.

Nel finale entra pure Cancellotti al posto di Calò, fatto che dimostra che Caserta non intende rinunciare a tutti i prezzi pregiati per l’inizio del campionato, chiamando la societa a prendere le decisioni più opportune nella fase della chiusura del mercato. Lo Stabia ha confermato di essere una buona squadra e il ritorno di Morero in difesa potrebbe essere decisivo per migliorare anche il rendimento della difesa, cosi come si è avuta conferma dell’importanza di giocatori duttili come Mastalli e Lisi, che la società dovrebbe ritenere incedibili, salvo ovviamente offerte poderose vicine in proporzione a quella di Neymar, che ha lasciato Barcellona per Parigi, considerando anche il fatto che Zilbert, San Domenico e Liviero sono ormai sul piede di partenza.

Tabellino

ASCOLI-JUVE STABIA 3-2

Reti: 24’pt e 46’pt rig. Favilli (A), 29’pt e 30’ Paponi (JS), 27’st De Feo

ASCOLI (4-2-3-1): Lanni; Mogos, Carpani, Gigliotti, Mignanelli; Addae, Buzzegoli; Varela, D’Urso (41’st Cinaglia), Baldini (22’st De Feo); Favilli (28’st Santini). Allenatore: Fiorin.

JUVE STABIA (4-3-3): Bacci; Nava, Atanasov, Calò (26’st Cancellotti), Bachini; Mastalli, Viola, Crialese; Berardi (16’ Rosafio), Paponi, Strefezza (1’st Lisi). Allenatore: Ferrara-Caserta.

Ammoniti: Calò, Gigliotti, Paponi, Addae, Atanasov.

Recuperi: 2’pt, 5’st