«

»

Gen 06

VolleyBall Stabia. Cosa bolle in pentola?

LA RIVOLUZIONE CHE FUNZIONA
In soli due anni il settore maschile pallavolistico stabiese ha subito profondi mutamenti. Evoluzioni, piuttosto, di una certa caratura cha da un lato hanno visto il passaggio dalla serie C ottenuta nel rettangolo di gioco (da figure storiche della pallavolo maschile stabiese) ad una Prima Divisione (altrettanto guadagnata sul campo). Un ridimensionamento, ma solo a prima impressione.

L’altro lato della faccenda vede, al contempo, un completo rinnovamento dell’organico con l’avvento di nuovissime leve che ben lascia sperare per i prossimi anni.

Cosa è accaduto?

Scudetto CSI vinto

La squadra maschile, due primavere fa, ottenne la promozione in serie C, ma l’anno dopo ha dovuto rinunciare alla categoria viste le improvvise carenze in organico, e considerate soprattutto le scelte societarie che mirarono e virarono verso la crescita organica di un gruppo giovane, prelevato in blocco dal vivaio.

Pertanto la rosa viene formata interamente da atleti con meno di 18 anni, e la Società decide di affidare le proprie aspettative alla minuziosa guida tecnica del giovane (ma solo anagraficamente) mister Ciro Alminni, che da atleta ha calcato i campi di gioco fino alla serie C e che vede dalla sua, una formazione universitaria in materia di spessore.

Scommessa della Società che punta ad un restyling a tutto tondo.

Un primo anno di scommesse pienamente vinte, con l’Under 16 che ottiene addirittura lo scudetto CSI, vinto alle finali nazionali di Cesenatico, ed il team di ragazzini terribili della Seconda Divisione che viene promosso in prima.

Ed ora cosa succede?
La Prima Divisione è profondamente diversa dalla seconda, e nonostante la crescita potenziale dei ragazzi, servono dei rinforzi (magari d’esperienza) per mixare al meglio le capacità del team ed incanalarle verso la giusta crescita.

Pertanto vengono catapultati all’interno del progetto due elementi di esperienza come Claudio Giordano ed Ernesto Borrelli (ex serie D e serie C con Poggiomarino, Gragnano e Padula il primo e Padula ed Oplonti Volley il secondo, oltre a tanti anni di Stabia Volley per entrambi) e Luca Renaudi, partecipante alla prima promozione per la Città delle Acque in serie B2.

Lo scopo della Società, che vede in Guglielmo Mosca il Dirigente responsabile dell’intero settore maschile, è quello di utilizzare a pieno le capacità di mister Alminni per cementare un gruppo che vede esplosività, energia e crescita esponenziale, per quanto riguarda le giovani leve ed esperienza, mentalità e professionalità dei “nuovi acquisti” su menzionati.

Non ci sono ancora comunicati ufficiali del management della VBS circa l’obiettivo di questa stagione e forse è prematuro, anche poco giudizioso parlarne. I presupposti, però, sono dei migliori e nell’aria c’è un’elettricità che lascia ben sperare.

La tifoseria incrocia le dita e la Castellammare sportiva si prepara sperando in un’annata che possa regalare soddisfazioni importanti, magari inattese.

E.B.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*