«

»

Apr 16

Le riflessioni di StabiAmore del dopopartita di: Virtus Francavilla – Juve Stabia

Lo Stabia dopo la sconfitta interna col Matera e gli strali del presidente Manniello non poteva fallire la gara di Francavilla Fontana contro una diretta concorrente per conquistare una posizione utile nella griglia play-off e almeno sul piano del gioco la squadra non ha demeritato, pur rischiando di perdere ancora nel finale.

Logo StabiAmoreIl tecnico Guido Carboni, anche lui sul banco degli imputanti seppure meno colpevole dei calciatori, anche per il protarsi di tante assenze per squalifica ed infortunio, ha optato per lo schema che amava Fontana, il 4 3 3.
Il fratello del più famoso Amedeo Carboni, ha confermato in difesa Camigliano e Allievi come centrali con Cancellotti e Giron sugli esterni davanti al portiere Russo e a centrocampo, senza Matute e Capodaglio, ha fatto giocare Esposito con Izzillo e Mastalli a sostegno di Cutolo, Ripa e Lisi in fase offensiva.

Nel primo tempo le due squadre hanno sofferto il caldo e pur producendo molte azioni hanno messo paura ai portieri in due sole circostanze, lo Stabia con un clamoroso legno di Izzillo e il Francavilla mettendo Russo nelle condizioni di fare una grande parata in uscita, che riscatta almeno parzialmente gli errori clamorosi compiuti dallo stabiese nelle gare precedenti.

Nella ripresa lo Stabia nella prima metà prende decisamente il sopravvento, costruendo diverse azioni importanti in fase offensiva, trovando pure una rete fantasma con Ripa, su splendido assist del solito Lisi, con l’arbitro che però giudica la palla sulla linea dopo la parata di Albertazzi, entrato al 35° per Casadei, schierato come estremo dall’allenatore dei pugliesi, Calabro.  In precedenza meritano di essere ricordate le due occasioni di Cutolo, che trova sempre pronto il portiere e un altro paio di pericolose incursioni in area del bomber stabiese Ripa, che avrà modo di essere protagonista nell’appassionante finale della partita.

Carboni procede ad inserire, per la prima volta da quando allena lo Stabia, Salvi al posto di Izzillo e dopo la rete del Francavilla nella prima occasione nella ripresa dei padroni di casa, fa entrare Kanoutè per l’abulico esterno difensivo Giron. L’attaccante coloured Nzola, che già all’andata del Menti si era reso protagonista di azioni importanti, sfrutta una grave incertezza dei centrali stabiesi e solo davanti a Russo lo trafigge, portando clamorosamente in vantaggio la Virtus Francavilla. A questo punto la squadra di casa prende fiducia e rischia di segnare ancora in almeno un paio di circostanze con lo stesso Nzola, trovando pure il modo di protestare per un paio di episodi in area stabiese. Lo Stabia però produce un’azione corale che viene finalizzata da Ripa con il solito preciso colpo di testa, che permette di raggiungere un meritato quanto a quel punto insperato pareggio, che nel finale Carboni intende difendere con l’inserimento di Santacroce per Cutolo.

Tutto sommato, considerando il forcing finale del Francavilla, ancBuona Pasquahe se nel recupero il bravo Albertazzi evita il gol di Lisi e la sua pericolosa posizione in classifica il brodino del pari può essere accettato come valido regalo di Pasqua. Il bilancio della nuova gestione tecnica non migliora di molto con sei punti in sei partite, dodici reti incassate e nessuna vittoria interna, ma almeno c’è stata una risposta sul piano temperamentale, che ha portato la squadra a fare una gara gagliarda, temendo evidentemente la reazione furibonda del presidente dopo le ultime prestazioni e riuscendo se non altro a far trascorrere ai tifosi stabiesi una serena Pasqua senza un’ulteriore sconfitta.

In attesa del ritorno alla vittoria nella prossima gara interna con la Fidelis Andria giungano al nostro Stabia, alla nostra Castellammare, a tutti voi gentili lettori anche da parte di Gianfranco Piccirillo e dell’associazione StabiAmore i migliori auguri di una Santa e Serena Pasqua.

Il tabellino

Virtus Francavilla: Casadei (36’pt Albertazzi), De Toma, Idda (5’st Pino), Gallu, Biason, Nzola, Galdean, Albertini, Triarico (30’st Prezioso), Abruzzese, Alessandro. A disposizione: Costantini, Salatino, Turi, Finazzi, De Iudicibus, Cavalieri. All. Antonio Calabro.

Juve Stabia: Russo, Cancellotti, Camigliano, Allievi, Giron (23’st Kanoute’), Izzillo (9’st Salvi), Esposito, Mastalli, Lisi, Ripa, Cutolo (37’st Santacroce). A disposizione: Bacci, Tabaglio, Capodaglio, Marotta, Manari, Rosafio, Paponi. All. Guido Carboni

Arbitro: Armando Ranaldi della sez. AIA di Tivoli

Assistenti: Felice Sante Marinenza della sez. AIA de L’Aquila e Graziano Vitaloni della sez. AIA di Ancona

Marcatori: 20’st Nzola (VF), 36’st Ripa (JS)

Ammoniti: Camigliano (JS), Giron (JS), Alessandro (VF), Ripa (JS)

Espulsi: Allontanato per proteste Calabro, allenatore Virtus Francavilla

Angoli: Virtus Francavilla 2, Juve Stabia 4.

Recuperi: 1’pt, 4’st

Fonte tabellino SS. Juve Stabia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*