«

»

Feb 20

Le riflessioni di StabiAmore del dopopartita di Vibonese – Juve Stabia

Logo StabiAmoreLo Stabia torna a vincere, peraltro per la prima volta nel nuovo anno, seppure soffrendo e con un pizzico di fortuna, contro la Vibonese di Campilongo, che aveva sbancato il Pinto di Caserta, proponendosi così nuovamente per la vetta.

Fontana perde per squalifica Lisi, Giron per infortunio e all’ultimo anche Kanoutè per un attacco influenzale, escludendo nuovamente dalla formazione titolare Marotta e Mastalli, con un altro tridente offensivo inedito composto inizialmente dall’italo svizzero Rosafio, Paponi e Cutolo. A centrocampo gioca ancora Salvi al posto di Mastalli assieme ad Izzillo e capitan Capodaglio e un’altra difesa completamente nuova, con il bulgaro Atanasov, felice per la prima convocazione in nazionale, schierato al centro del reparto con l’argentino ex Chievo, Morero e Cancellotti e l’ex Cittadella, Camigliano, sugli esterni, davanti al portiere Danilo Russo, chiamato a riscattare il grave errore di sabato scorso contro il Fondi.

Lo Stabia nel primo tempo appare nervoso, con poche idee e piuttosto stanco, trovando un’unica azione pericolosa nel finale con Paponi, subendo spesso le folate offensive dei padroni di casa, che colpiscono pure una traversa con Sowe, uno degli ex stabiesi della gara assieme al portiere Russo e al trequartista Favasulli.
Addirittura l’arbitro espelle Fontana dopo nemmeno un quarto d’ora di gioco per proteste in seguito ad un mancato provvedimento disciplinare nei confronti di un difensore della Vibonese, ammonendo pure diversi calciatori stabiesi, tra i quali Paponi.

Nella ripresa il copione della partita non sembra cambiare, con la Vibonese più incisiva in avanti e uno Stabia abulico e con poca lucidità in fase di impostazione, nonostante gli inserimenti, decisi dal secondo allenatore Caserta su probabile indicazione di Fontana, di Mastalli per Izzillo e Marotta per un Cutolo ancora deludente.

Foto zoom24.it

Foto zoom24.it

Il figlioccio di Hugo Maradona è stato protagonista della rete che ha deciso l’incontro al 79°, calciando una punizione da posizione defilata per favorire nell’area di rigore calabrese, prima il colpo di testa di Paponi e poi il tocco in mischia di Morero per la deviazione vincente, che ha trafitto il Russo della Vibonese.
Lo Stabia soffre nei minuti finali, gli attacchi generosi dei padroni di casa, che sfiorano il pari con l’ex Favasulli, fermato dal Russo stabiese, e un colpo di testa di Saraniti, salvato dal nazionale bulgaro Zhivko Atanasov, scatenandosi in clamorose proteste per l’episodio finale di un convulso recupero, dopo l’ingresso in campo del redivivo Liviero per un Rosafio, piuttosto opaco ogni qualvolta è chiamato a giocare dall’inizio e la sciocca espulsione di Paponi per un evitabilissimo secondo giallo, subito per aver continuato a giocare, nonostante il fischio arbitrale.

Lo Stabia, in un finale confuso e caratterizzato dai reclami della Vibonese, che portano ad ulteriori provvedimenti disciplinari da parte di un arbitro severo quanto esibizionista, per un presunto episodio falloso in area stabiese non rilevato, ma pure l’impedimento a Marotta di continuare a giocare, quando ormai era a campo aperta e senza il portiere avversario, che era andato a cercare la gloria del pari nella mischia testè citata, riesce a portare a casa una vittoria tanto fortunata quanto preziosa, che gli permette di uscire da un momento molto difficile e di sperare in una grande rimonta in classifica nei confronti dei suoi avversari diretti.
Un plauso va dunque a quei calciatori che si sono impegnati per riscattare un momento difficile, ma soprattutto ai tifosi giunti a Vibo, che ancora una volta hanno dimostrato di essere davvero il valore aggiunto della nostra squadra, non lasciata mai sola, anche nelle trasferte e nei momenti più difficili di una stagione calcistica.

Tabellino

Vibonese: 1 Russo, 2 Franchino, 4 Giuffrida, 6 Moi, 8 Legras (9′ st 3 Minarini), 9 Saraniti, 10 Sowe (23′ st 28 Cogliati), 14 Yabre, 16 Silvestri (35′ st 19 Bubas), 23 Manzo, 30 Favasuli. A disposizione: 22 Mengoni, 5 Sicignano, 7 Scapellato, 13 Torelli, 17 Tindo, 18 Lettieri, 29 Usai. All. Salvatore Campilongo.

Juve Stabia:  22 Russo, 2 Cancellotti, 4 Capodaglio, 5 Atanasov, 13 Camigliano, 17 Salvi, 18 Morero, 19 Izzillo (17′ st 24 Mastalli), 27 Rosafio (36′ st 3 Liviero), 33 Cutolo (23′ st 10 Marotta), 35 Paponi. A disposizione: 1 Bacci, 32 Tabaglio, 6 Santacroce, 8 Matute, 11 Manari, 20 Allievi, 21 Esposito, 29 Ripa. All. Gaetano Fontana.

Arbitro: Giampaolo Mantelli della sez. AIA di Brescia

Assistenti: Davide Marcolin della sez. AIA di Schio e Flavio Zancanaro della sez. AIA di Treviso

Marcatore: 33′ st Morero (JS)

Ammoniti: Legras (V), Morero (JS), Atanasov (JS), Paponi (JS), Saraniti (V), Salvi (JS), Cutolo (JS), Moi (V), Capodaglio (JS), Cancellotti (JS)

Espulso: 43′ st Paponi (JS) per somma di ammonizioni

Angoli: Vibonese 8, Juve Stabia 4

Recuperi: 3’ pt, 6′ st

Note: al 12′ pt viene allontanato dal terreno di gioco il tecnico della Juve Stabia, Gaetano Fontana

Fonte tabellino ss.juvestabia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*