«

»

Nov 14

Le riflessioni di StabiAmore del dopopartita di: Casertana – Juve Stabia

Logo StabiAmoreLo Stabia non perde la testa al Pinto, mantenendo i tre punti di vantaggio sul terzetto delle seconde, che pareggiano tutte come la capolista, ma il Lecce e il Matera in casa e solo il Foggia in trasferta.

Fontana recupera tutte le assenze nel derby di Caserta, che ha portato un migliaio di tifosi stabiesi ad invadere il Pinto in uno spirito di grande amicizia con la tifoseria locale, in attesa della grande sfida diretta con il Lecce di domenica prossima, che sta già mettendo in fibrillazione tutto l’ambiente sportivo di Castellammare.

L’allenatore stabiese schiera in difesa Morero e Atanasov come centrali con Cancellotti e Liviero esterni bassi, inserendo a centrocampo il recuperato Izzillo accanto ai confermati Capodaglio e Mastalli e mantenendo il tridente offensivo del poker di vittorie consecutive con Foggia, Paganese, Cosenza e Catanzaro.

Nel primo tempo, lo Stabia ha giocato bene la parte iniziale come testimoniano alcune occasioni con un gol annullato a Izzillo per fuorigioco e un rigore reclamato, ma poi poco alla volta ha cominciato a soffrire troppo in difesa, subendo il gol di Corado di testa sull’angolo successivo ad una doppia parata prodigiosa di Russo e qualche altra azione pericolosa da parte dei falchetti di Caserta.

Foto LaPresse/Cafaro

Foto LaPresse/Cafaro

Un Sandomenico, stasera nettamente al di sotto delle ultime eccellenti prestazioni, spreca l’occasione nel finale del tempo di arrivare al pareggio, calciando fuori alla destra del bravo Ginestra, un portiere che spesso in passato si è esaltato contro la squadra stabiese e che anche stasera ha fatto grandi parate nella ripresa, anche Marotta e Ripa non hanno brillato, ma ha mostrato invece il solito encomiabile dinamismo il giovane Mastalli, che recupera, imposta e conclude in porta, costringendo prima Ginestra ad un ottimo intervento e poi trovando il pareggio con un grande tiro da fuori, dopo però due episodi che hanno cambiato il volto della gara, vale a dire la bella parata di Russo su Rajcic e l’espulsione per il secondo giallo da simulazione di Carriero, che ha reclamato invece un rigore e un fallo da espulsione a suo favore.

Fontana attua cambi importanti nel settore offensivo, inserendo prima Kanoutè per Marotta e poi Lisi per Izzillo, dopo che lo stesso ha mancato un gol solo davanti a Ginestra e nel finale Del Sante per Spider Ripa, che prima di uscire pure ha mancato il gol, solo davanti a Ginestra.

La vittoria dello Stabia ci poteva stare, considerando la superiorità numerica della mezzora finale e il computo delle occasioni, ma la Casertana di Tedesco e dell’ex Pezzella non ha demeritato, giocando una gara gagliarda. Lo Stabia avrebbe potuto allungare in classifica, vincendo un derby non facile in trasferta, ma ha commesso diversi errori in fase difensiva, che hanno impedito alla squadra di conservare immacolata la propria porta per la terza volta consecutiva. Ancora una volta Fontana non ha cercato il pareggio, perchè lo Stabia ha dimostrato di volere sempre ottenere la vittoria, anche in trasferta e su campi difficili come il Pinto nel quale la squadra di Castellammare ha dimostrato di valere il primato in classifica e di meritare il calore di una tifoseria, che la segue con grande passione al Menti, ma anche in trasferta, come ha dimostrato la splendida carovana gialloblù giunta festante a Caserta e tornata a Castellammare ancora capolista e con lo stesso vantaggio di prima sulle seconde.

Tabellino

Casertana: 1 Ginestra,  2 Finizio, 3 Pezzella (17’st  Ramos), 8 Rajcic, 9 Corado, 14 Matute, 18 D’Alterio, 20 Carriero, 21 Rainone, 28 Orlando (17’st De Marco), 29 Carlini.  A disposizione: 12 Fontanelli, 22 Anacoura, 4 Giorno, 5 Lorenzini, 10 Giannone, 19 De Filippo, 23 Colli, 25 Taurino. All. Andrea Tedesco

Juve Stabia: 22 Russo, 2 Cancellotti, 3 Liviero, 4 Capodaglio, 5 Atanasov, 10 Marotta (22’st 7 Kanoute), 11 Sandomenico, 18 Morero, 19 Izzillo (28’st 23 Lisi), 24 Mastalli, 29 Ripa (38’st 9 Del Sante). A disposizione: 1 Bacci, 6 Amenta, 8 Zibert, 13 Camigliano, 14 Liotti, 17 Salvi, 21 Esposito, 27 Rosafio, 30 Montalto. All. Gaetano Fontana

Arbitro: Francesco Guccini della sez. AIA di Albano Laziale

Assistenti: Antonio Santoro della sez. AIA di Roma 1 e Tommaso Diomaiuta della sez. AIA di Albano Laziale

Marcatori: 24’pt Corado (C), 32’st Mastalli (J)

Ammoniti: Orlando, Rajcic (C), Mastalli, Kanoute (J)

Espulso: 13’st Carriero (C) per doppia ammonizione

Angoli: Casertana 5, Juve Stabia 3

Recuperi: 0’pt, 5’st

Tabellino dal sito ss.juvestabia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*