«

»

Set 19

Le riflessioni di StabiAmore del dopopartita di: Juve Stabia – Siracusa

Logo StabiAmoreLo Stabia ottiene la doppietta di vittorie nel doppio turno casalingo, il quarto successo consecutivo, contro un Siracusa ordinato, ma non irresistibile, nella gara serale, segnata da una splendida luna dopo i violenti temporali della mattinata, e che ancora una volta ha consacrato la storica amicizia tra le due tifoserie, nel nome dello stabiese Nicola De Simone.

La squadra ha vinto con grande facilità e senza grandi sforzi con un primo tempo piuttosto brillante, dopo i gol falliti da Montalto e Marotta e le splendide azioni di Liotti che fornisce l’assist per il vantaggio di Kanoute e di Cancellotti, che dopo un assolo, trova il raddoppio.
Il tecnico Fontana, squalificato dopo l’espulsione di mercoledì, e coadiuvato da Fabio Caserta, che debutta come allenatore in panchina, ha fatto, rispetto alla vittoria col Messina, due cambi a centrocampo e uno in fase offensiva, inserendo Mastalli e Izzillo per Zilbert e Salvi e al posto dell’affaticato Del Sante, un Montalto, che però è apparso ancora fuori condizione.

Dopo le due occasioni sprecate proprio da Montalto, che si è fatto respingere similmente le conclusioni a pochi metri dalla porta, dall’ex portiere del Savoia e dello stesso Stabia, Santurro, il talentuoso Marotta non trova la porta dopo una sua bella giocata e deve pensarci l’esterno offensivo di nazionalità del Mali, ex Ischia e Benevento, Kanoute, con un facile colpo di testa su un bel cioccolatino di Liotti a far passare lo Stabia in vantaggio.

Foto S.s. Juve Stabia

Foto S.s. Juve Stabia

Prima che finisce il tempo Cancellotti trova una splendida iniziativa personale, che conclude con un tiro di punta, che sorprende il portiere avversario per il raddoppio dello Stabia, che è costretto a far uscire dal campo l’acciaccato capitano Morero, per fare entrare l’ex difensore del Lanciano, Amenta. Anche il Siracusa del tecnico Sottil, ex difensore dell’Atalanta, ha dovuto cambiare dopo pochi minuti di gioco un calciatore per infortunio, ma la squadra siciliana, seppure ordinata in difesa e a centrocampo, non ha mai dato segnali positivi nel gioco offensivo, a parte qualche azione pericolosa effettuata nella ripresa prima e dopo la superiorità numerica per la doppia ammonizione del neo entrato Amenta.

Prima dello stupido fallo sul portiere che ha portato al secondo cartellino giallo, nei confronti del difensore entrato al posto di Morero, Lisi è entrato al posto di Esposito, per provare a giocare come perno centrale del centrocampo e solo nel finale Fontana e Caserta hanno potuto far entrare in campo Liviero, al rientro dopo l’operazione al menisco, nel suo ruolo di cursore sinistro al posto di Liotti, spostato al centro della difesa a far coppia con Atanasov, il bulgaro autore del gol vittoria mercoledì sera contro il Messina.

Lo Stabia avrebbe potuto segnare ancora, almeno in un paio di circostanze con Marotta, Lisi e Mastalli, ma Santurro e la scarsa precisione degli stabiesi al tiro, lo hanno impedito, lasciando il punteggio sul due a zero, per una vittoria comunque preziosa ed importante, che proietta lo Stabia ai vertici della classifica.

Altre curiosità della gara riguardano l’incitamento dei tifosi stabiesi alla squadra amica, ma rivale nella circostanza di giornata, Siracusa, e la splendida coreografia realizzata nella curva San Marco, proprio in onore della storica amicizia con gli aretusei. La consueta festa finale tra calciatori e pubblico stabiese questa sera ha il sapore particolare dell’amicizia con gli avversari e la consapevolezza di poter continuare a fare bene anche nella prossima trasferta di Fondi domenica sera per un campionato, che propone la nostra squadra come una delle autentiche protagoniste.

Tabellino

Juve Stabia: 22 Russo, 2 Cancellotti, 5 Atanasov, 7 Kanoute (40′ st 3 Liviero), 10 Marotta, 14 Liotti, 18 Morero (43′ pt 6 Amenta), 19 Izzillo, 21 Esposito (13′ st 23 Lisi), 24 Mastalli, 30 Montalto. A disposizione: 1 Bacci, 28 Riccio, 11 Sandomenico, 13 Camigliano, 17 Salvi, 20 Petricciuolo, 25 Strianese, 27 Rosafio, 29 Ripa. All. Fabio Caserta

Siracusa:1 Santurro, 3 Dentice (1′ st 8 Giordano), 4 Baiocco, 6 Turati, 10 Catania, 14 Spinelli, 16 Di Dio, 18 Talamo (19′ st 7 Longoni), 19 Valente (6′ pt 15 Dezai), 20 Brumat, 24 Pirrello. A disposizione: 12 Serenari, 2 Filosa, 9 De Respinis, 13 Sciannamè, 17 Scardina, 23 Palermo, 25 Toscano, 26 Cassini, 27 De Vita. All. Andrea Sottil

Arbitro: Nicola De Tullio della sez. AIA di Bari

Assistenti: Domenico Palermo della sez. AIA di Bari e Fabio Pappagallo della sez. AIA di Molfetta

Marcatori: 33′ pt Kanoute (JS), 39′ pt Cancellotti (JS)

Ammoniti: Amenta (JS), Giordano (S)

Espulso: 37′ st Amenta (JS) per somma di ammonizioni

Angoli: Juve Stabia 6, Siracusa 3

Recuperi: 2′ pt, 3′ st

Note: spettatori totali 1.514 (paganti 742, per un incasso di € 10.950,00 + abbonati 772, per una quota di € 5.174,00).

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*