«

»

Apr 25

Le riflessioni di StabiAmore del dopopartita di: Juve Stabia vs Lupa Castelli Romani

Logo StabiAmoreIl risultato con il quale lo Stabia ha battuto la Lupa Castelli Romani non deve trarre in inganno, perché la partita contro la squadra capitolina, ultima e già retrocessa nei dilettanti, è stata molto combattuta e difficile.

Zavettieri ha scelto un modulo offensivo con due soli difensori, Polak e Navratil, per l’indisponibilità di Romeo e Carrillo, e due soli centrocampisti di ruolo, Maiorano e Obodo, e ben quattro esterni, Cancellotti e Contessa in difesa e Lisi e Nicastro in attacco a sostegno delle punte Diop e Del Sante con la conferma di Russo in porta, ma nel primo tempo la squadra stabiese è stata davvero orribile in tutti i reparti. Eppure lo Stabia, pur non effettuando un gioco brillante, è passata in vantaggio con un colpo di testa di Nicastro su assist di Contessa, il primo di un’altra bella serie, ma poi ha finito il tempo in affanno contro un’apprezzabile squadra che, seppure retrocessa, ha fatto una gara gagliarda e coraggiosa.

Il pareggio è venuto però su una serie di errori difensivi, compreso quello della mancata uscita di Russo, che ha favorito il colpo di testa del difensore Prutsch, che ricorda il cognome Pruzzo, come la maglia della Lupa Castelli somiglia alla maglia di quella Roma, che sta lottando per strappare il secondo posto al Napoli in massima serie. Anche il secondo gol dei Castelli con il centravanti Morbidelli è favorito dall’errore di Polak, ma oltre a questo contropiede vincente, dobbiamo far notare il fatto che Russo è stato bravo a sventare il terzo gol dei romani, parando su una girata in area, mentre lo Stabia ha mancato di un soffio il pareggio, per un grande intervento di Tassi, che toglie la palla dalla linea di porta su conclusione di Nicastro.

Zavettieri nella ripresa finalmente decide di cambiare qualcosa, inserendo contemporaneamente Favasulli e Gomez, per i deludenti Maiorano e Del Sante e anche questa mossa assieme agli episodi dei gol è stata determinante, così come il mancato fischio dell’arbitro per una trattenuta in area stabiese, che avrebbe potuto dare la possibilità di un altro gol ai capitolini su rigore, dopo il pareggio di Obodo di testa su un angolo del solito Contessa. Lo stesso Contessa ha dato un altro assist vincente a Diop, che fino a quel momento non era riuscito ad incidere, mettendo lo Stabia nelle condizioni di giocare di rimessa il finale di gara, nel quale la Lupa Castelli ha continuato ad attaccare con un impegno davvero lodevole.
Ancora una volta, però è stato Nicastro a trovare la via del gol, dando al punteggio una dimensione rispondente ai valori della classifica, ma ingiusto, a mio avviso, nell’economia di questa gara. Questa volta ha deluso Lisi, che nel finale è stato sostituito da Gatto, mentre Diop, pur giocando maluccio, è riuscito ancora una volta, la settima, a timbrare il cartellino del gol, un dato sicuramente molto positivo per l’attaccante senegalese proveniente dal Lecce, ma di proprietà del Torino, così come rappresentano un fatto considerevole le dieci reti realizzate da Nicastro, per il momento bomber stagionale delle vespe.

Questa vittoria, comunque, oltre a consegnare allo Stabia la salvezza matematica, mette nelle condizioni di credere ancora all’obiettivo di raggiungere in classifica, un piazzamento utile a disputare la prossima edizione della coppa Italia maggiore.

La prossima gara a Monopoli, l’ultima trasferta di questa stagione altalenante, può dare interesse all’ultima gara stagionale al Menti contro il Foggia per conquistare l’ottavo posto in classifica, un risultato non disprezzabile, considerando le vicissitudini di una stagione tribolata, ma non fallimentare, che può fare contenti i tifosi rimasti fedeli fino alla fine ai propri colori, che da anni orgogliosamente ci danno la soddisfazione della presenza anche nella coppa Italia maggiore.

Tabellino

Juve Stabia: 1 Russo, 2 Cancellotti, 3 Contessa, 4 Obodo, 5 Polak, 6 Navratil, 7 Lisi (28’ st 20 Gatto), 8 Maiorano (20’ st 18 Favasuli), 9 Del Sante (20’ st 21 Gomez), 10 Nicastro, 11 Diop. A disposizione: 12 Polito, 13 Atanasov, 14 Rosania, 15 Carillo, 16 Liotti, 17 Mauro, 19 Grifoni, 22 Mascolo. All. Nunzio Zavettieri

Lupa Castelli Romani: 1 Tassi, 2 Rosato, 3 Colantoni, 4 Di Bella (42’ st 18 Rossetti), 5 Aquaro, 6 Prutsch, 7 Ricamato (9’ st 16 Carta), 8 Maiorano (31’ st 15 Roberti), 9 Morbidelli, 10 Falasca, 11 Mastropietro. A disposizione: 12 Gobbo Secco, 13 Anderson, 14 Argento, 17 Kosovan, 19 Flores Heatley, 20 Coletta. All. Mario Palazzi

Arbitro: Luca Candeo di Este

Assistenti: Alessandro Pacifico di Taranto e Nicola Nevio Spiniello di Avellino

Marcatori: 2’ pt Nicastro (JS), 9’ pt Prutsch (LCR), 19’ pt Morbidelli (LCR), 23’ st Obodo (JS), 29’ st Diop (JS), 44’ st Nicastro (JS)

Ammoniti: Maiorano (JS), Prutsch (LCR), Rosato (LCR)

Angoli: Juve Stabia 4, Lupa Castelli Romani 4

Recuperi: 1’ pt, 4’ st

Note: spettatori paganti 478, per un incasso totale di € 3.631,00

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*