«

»

Apr 07

KORYO: Dopo il Chanbara ecco a voi TUI SHOU!

LO”SPINGI CON LE MANI” (“TUI SHOU”, “PUSH HANDS”)

In breve, nello “spingi con le mani” due praticanti di Tai Chi Chuan si fronteggiano restando in contatto con le braccia ed interagendo secondo regole ben precise che portano a livelli minimi la pericolosità dell’esercizio lasciando tuttavia un’ampia libertà di azione.
La pratica dello spingi con le mani inizia con piacevoli esercizi che servono a sviluppare le capacità di base richieste dal Tai Chi Chuan: relax attento e vigile, ascolto dei flussi energetici dell’avversario e loro interpretazione, prontezza di riflessi, flessibilità e cedevolezza.

A questi esercizi preliminari seguono incontri a due nei quali l’obiettivo che ognuno dei partner deve raggiungere è quello di spostare l’altro dalla sua posizione iniziale con movimenti di ampiezza diversa a secondo del tipo di esercizio.
L’esercizio più semplice prevede che i due praticanti, posti l’uno di fronte all’altro, applichino vicendevolmente quattro delle tecniche essenziali imparate con la forma – guardia, premi, spingi, indietreggia ruotando – senza muovere i propri piedi e con l’obiettivo di fare alzare da terra almeno un piede dell’avversario. Questo si chiama “spingi con le mani a piedi fissi”.

In altri tipi di “incontro” sono utilizzabili pur se con particolare cautele anche altre tecniche – tirare giù, dividere, colpo di spalla e colpo di gomito – ed i due partner possono compiere dei passi entro un cerchio di sei metri di diametro.

Un principio di base è che ogni attacco segue una difesa. Per agire nei confronti del partner avversario è necessario prima eseguire un azione di difesa portandolo in una situazione a noi favorevole ed accumulando la cosiddetta “forza elastica” o “forza interna”. Se se ne ha.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*