«

»

Feb 26

SUBBUTEO: Grande prestazione dello Stabiae alla Coppa Italia Fisct

Formazione dello Stabiae, da sinistra a destra: Massimo Ciano, Massimo Esposito, Giosuè Esposito, Antonio Peluso.

Grande prestazione dello Stabiae alla Coppa Italia Fisct a squadre di calcio da tavolo.
Sabato 20 e domenica 21 febbraio 2016 lo Stabiae si è presentato al palazzetto dello sport “Palaspeca” di San Benedetto del Tronto (AP) con propositi di ben figurare, e ci è riuscito.
Le 32 squadre, provenienti da tutta Italia, sono state divise in 4 gironi da 8 squadre.
La formula del torneo prevede che i primi 4 classificati di ogni girone partecipino al tabellone principale Master mentre i classificati dal 5° all’8° posto prendano parte al tabellone secondario Cadetti.
Nei Cadetti vince Biella che in finale batte Reggio Calabria per 2-1 mentre nel tabellone Master, quello più importante, si impone Fiamme Azzurre Roma per 3-0 in finale su Perugia.

Lo Stabiae arriva secondo nel girone, a due punti di distanza da Pisa, e si qualifica al turno successivo al tabellone principale Master.
Agli ottavi di finale pareggia con Perugia per 2-2 ma per peggiore differenza reti cede il passo ai quarti di finale ai perugini.
Peccato per il gol subito a tempo scaduto, su una estensione del tempo regolamentare di altri 8 secondi decisa dall’arbitro, che ha lasciato perplesso un pò tutti gli stabiesi. In tale arco di tempo il perugino Fabio Belloni segna il gol vittoria nel suo incontro, 2-1 contro Massimo Ciano, portando Perugia in parità negli scontri diretti (2-2) ed avanti di un gol nel computo delle reti segnate (7-6).
Un pizzico di fortuna in più contro Perugia e lo Stabiae poteva proseguire ancora il suo cammino nel tabellone Master.

L’eliminazione agli ottavi di finale non intacca la brillante prestazione fornita dallo squadra nel corso del torneo: lo Stabiae lascia il torneo imbattuto con tre storici pareggi con Pisa, Ascoli e Perugia, squadre di Serie A e di categoria superiore (lo Stabiae attualmente milita nella serie B).
Pisa e Perugia vantano scudetti e coppe dei campioni vinte, sono due club storici del panorama calcio tavolistico italiano, eppure sul panno da gioco il divario tecnico non si è avvertito: gli stabiesi hanno giocato alla pari contro giocatori forti ed esperti ed a fine torneo hanno ricevuto apprezzamenti positivi da parte di tutti gli addetti del circuito.
Ciò lascia ben sperare per il futuro per il raggiungimento di traguardi sportivi più ambiziosi.

Mario Banditelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*