«

»

Nov 08

Le riflessioni di StabiAmore del dopopartita di: Matera – Juve Stabia

Logo StabiAmoreZavettieri ha preparato bene la gara di Matera, rinunciando a giocare la coppa Italia con i calciatori rimasti ancora integri dai tanti infortuni, che hanno colpito la squadra stabiese e provando invece i giovani della Beretti con l’eccezione dell’ultimo acquisto, il brasiliano Padovani Celin.

Il tecnico ha preferito aspettare la squadra lucana, che come lo Stabia ha cambiato allenatore da poco, passando da Dionigi a Padalino, optando per un modulo difensivo come il 4 5 1 con la consueta difesa, compreso l’acciaccato Polak e l’inserimento del recuperato De Risio a centrocampo e lo spostamento di Nicastro come terminale offensivo.

Nel primo tempo il Matera ha fatto la gara, ma ha prodotto molto poco, impensierendo Polito solo con un tentativo dell’esterno offensivo Letizia, mentre lo Stabia si è limitato a contrastare, conservando le energie per tentare un altro colpaccio esterno nella ripresa. Infatti nel secondo tempo Zavettieri, inserendo Gatto al posto del difensivo Carrotta, Celin per Di Risio e nei minuti finali Bombagi per Nicastro, ha trasformato la squadra con un modulo e calciatori più offensivi, trovando pure una rete del brasiliano sugli sviluppi di un calcio piazzato, annullata dall’arbitro per motivazioni piuttosto misteriose. A parte un altro tiro dalla distanza del solito Contessa bisogna però riconoscere che lo Stabia non ha prodotto molte occasioni da rete e ha avuto qualche problemino in difesa per un paio di svarioni di Migliorini, che per fortuna non hanno avuto un esito negativo, nonostante l’ingresso in campo dell’attaccante, Diego Albadoro, ex di turno assieme a Gammone, assente invece per infortunio.

Lo Stabia raggiunge il primo pareggio in trasferta e in attesa della seconda gara esterna di lunedì prossimo a Benevento il punto può essere ritenuto un risultato positivo, anche in considerazione dei tanti assenti per infortunio, soprattutto nel reparto offensivo. Zavettieri prima del prossimo derby, che sarà trasmesso in diretta dalle telecamere di rai sport alle ore 20 30 di lunedì, dovrà verificare il recupero di Ripa, Arcidiacono e Vella in attacco e capire se fare affidamento su qualche rincalzo giovane in difesa come Carrillo e Mileto e lo stabiese Buondonno a centrocampo, che aveva sciorinato nella gara di coppa dello Zaccheria davvero una gran prestazione, oppure puntare sui soliti titolari, seppure non al meglio della condizione fisica.

I tifosi stabiesi giunti a Matera possono ritenersi soddisfatti delle prestazione e del risultato, anche se hanno pagato un prezzo di massima serie per vedere la gara nella curva degli ospiti, ma possono rallegrarsi anche per lo sconto sul biglietto di curva sud del Menti, che la società stabiese ha deciso di praticare, per la prossima gara interna con la Fidelis Andria del 21 novembre, a tutti i possessori del biglietto dello stadio Salerno di Matera.

Tabellino

Matera: 1 Bifulco, 2 Di Lorenzo, 3 Piccinni, 4 De Rose, 5 Zaffagnini, 6 Ingrosso, 7 Tomi, 8 Iannini, 9 Letizia (34′ st 17 Armellino), 10 Pagliarini (18′ st 19 Albadoro), 11 Carretta (43′ st 18 Regolanti). A disposizione: 12 Biscarini, 13 Scognamillo, 14 De Franco, 15 Zanchi, 16 D’Angelo, 20 Kurtisi. All. Pasquale Padalino

Juve Stabia: 1 Polito, 2 Romeo, 3 Liotti, 4 Obodo, 5 Polak, 6 Migliorini, 7 Carrotta (12′ st 17 Gatto), 8 De Risio (12′ st 19 Padovani Celin), 9 Nicastro (41′ st 16 Bombagi), 10 Favasuli, 11 Contessa. A disposizione: 12 Modesti, 13 Carillo, 14 Mileto, 15 Buondonno, 18 Gomez, 20 Arcidiacono, 21 Caserta, 22 Mascolo. All. Nunzio Zavettieri

Arbitro: Luca Massimi della sez. AIA di Termoli

Assistenti: Stefano Squarcia della sez. AIA di Roma 1 e Riccardo Fabbro della sez. AIA di Roma 2

Ammoniti: Romeo (JS), Migliorini (JS)

Angoli: Matera 1, Juve Stabia 3

Recuperi: 1′ pt, 3′ st

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*