«

»

Ago 03

Le riflessioni di StabiAmore del dopopartita di TIM Cup: Juve Stabia – Melfi

Logo StabiAmoreDopo il torto clamoroso di Bassano e le polemiche tra Manniello e la lega pro e di B ancora per il mancato ripescaggio dell’estate scorsa, la squadra stabiese è attesa con curiosità in questa nuova stagione che comincia con la gara di coppa Italia maggiore contro il Melfi, avversario che nell’ultima fase dello scorso campionato è stato tremendamente ostile.

La traversa di Gatto dopo pochi minuti con una palla probabile oltre la linea di porta, ha fatto rivivere ai tifosi presenti al Menti i recenti incubi, che sono evaporati nel caldo afoso di questa prima domenica agostana, solo dopo il gol di Nicastro a fine primo tempo dopo altre proteste per un presunto fallo da rigore non decretato dal direttore di gara.
Il nuovo tecnico pugliese Ciullo, coadiuvato in panchina da Caserta, nella veste anche di calciatore, ha adottato uno schema offensivo, con quattro attaccanti, a partire da Vella sulla destra fino ad Arcidiacono sulla sinistra, con Gatto e Nicastro punte centrali. A centrocampo hanno giocato Maiorano e De Risio davanti ai centrali difensivi Romeo e il neo capitano Polak con gli esterni bassi Cancellotti a destra e Contessa a sinistra e l’ex salernitano Russo in porta, che ha dovuto compiere due parate degne di nota solo nella ripresa.

La partita non ha avuto storia, lo Stabia ha dominato il campo, lasciando due sole occasioni per errori di movimenti difensivi ad un Melfi abulico e poco incisivo, lontano parente della squadra briosa del passato campionato.
Nella ripresa il giovane neo acquisto Gatto ha trovato con pieno merito il gol del raddoppio dopo alcune occasioni sprecate su buoni assist di Arcidiacono e Contessa, che hanno mostrato stasera di formare un asse molto interessante sulla loro corsia di riferimento. Considerando le assenze per infortunio e squalifica di Migliorini, Obodo, Bombagi e Ripa, la squadra ha dimostrato di avere qualità e pure una certa fisionomia tattica, ma ha evidenziato qualche sbavatura difensiva e poco fosforo in mezzo al campo.
Le note migliori sono venute dai nuovi acquisti Gatto ed Arcidiacono, già eletto a nuovo beniamino dai tifosi ed anche dai confermati Nicastro e Contessa e dal giovane proveniente dal Benevento, Di Risio, mentre va rivisto contro avversari di caratura superiore il reparto difensivo a cominciare dal portiere Russo, che a Salerno ha giocato solo poche partite.

Il prossimo avversario in coppa, domenica prossima, il Lanciano, squadra di categoria superiore, potrà meglio evidenziare qualità e difetti di una squadra, che si appresta a disputare un altro campionato da protagonista.
Da segnalare gli ingressi nella ripresa di Liotti, del giovane Carrotta e del vecchio Caserta, che ha voluto raccogliere nei minuti finali tutto il calore di un pubblico che lo ha sempre stimato come calciatore e come capitano e che crede ancora in lui nella doppia veste di calciatore ed allenatore in seconda, confermando la qualità e l’umanità di una tifoseria, che ha dimostrato sempre il suo enorme attaccamento alla squadra.

Tabellino

Juve Stabia: 1 Russo, 2 Cancellotti, 3 Contessa (23’ st 18 Liotti), 4 Maiorano, 5 Polak, 6 Romeo, 7 Arcidiacono, 8 De Risio (30’ st 21 Carrotta), 9 Gatto, 10 Vella, 11 Nicastro (43’ st 20 Caserta). A disposizione: 12 Mennella, 13 Mileto, 14 Carillo, 15 Buondonno, 16 Pagano, 17 Padovano, 19 Gomez. All. Salvatore Ciullo

Melfi: 1 Gagliardini, 2 Nicolao, 3 Cozzolino, 4 Demontis, 5 Colella, 6 Chiarello, 7 Longo (43’ st 14 Madia), 8 Prezioso, 9 Veratti (12’ st 16 Annoni), 10 Libutti (38’ st 15 Annese), 11 Lorusso. A disposizione: 12 Zanotti, 13 Belluoccio, 17 Giacomarro. All. Giuseppe Palumbo

Arbitro: Livio Marinelli della sez. AIA di Tivoli

Assistenti: Paolo Bernabei della sez. AIA di Tivoli e Michele Grossi della sez. AIA di Frosinone

IV Ufficiale: Alessandro Chindemi della sez. AIA di Viterbo

Marcatori: 40′ pt Nicastro (JS), 16’ st Gatto (JS)

Ammoniti: Demontis (M), Cozzolino (M), Contessa (JS), Prezioso (M)

Angoli: Juve Stabia 5, Melfi 0

Recuperi: 0′ pt, 3’ st

Note: spettatori paganti 1.678, per un incasso totale di € 14.165,00

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*