«

»

Mag 19

Calcioscommesse Lega Pro, coinvolta anche la Lupa Roma: venduta partita contro la Juve Stabia

PalloneTra le tante partite pilotate oggetto dell’inchiesta della procura di Catanzaro, ce n’è anche una che tocca una squadra della capitale, la Lupa Roma, con sede nel quartiere residenziale dell’Axa.

Non è chiaro chi, presumibilmente all’interno della squadra, abbia venduto il risultato della competizione dello scorso 1 novembre 2014, lasciando vincere la Juve Stabia di Castellammare di Stabia. Ercole Di Nicola, si legge nel decreto di fermo che ha portato all’arresto di circa cinquanta persone tra sportivi e dirigenti della Lega Pro e della Serie D, “offriva/prometteva a partecipanti a quella competizione sportiva, allo stato non identificati, denaro o altra utilità o vantaggio, affinché la squadra della Lupa Roma uscisse sconfitta dall’incontro di calcio di Lega Pro Girone C con la squadra della Juve Stabia, disputato in data 1.11.2014, conclusosi poi effettivamente col risultato di 1 a 0, in favore della Juve Stabia”.

A colpire nella vicenda che tratta tutto sommato di una partita minore, è il fatto che la segnalazione su cui ha poi lavorato lo Sco della Polizia di Stato, arrivi dall’agenzia delle dogane e dei monopoli di stato, che ha “riscontrato una predominanza di giocate sul segno “1” (vittoria Juve Stabia) equivalente ad un importo di oltre 68.000 euro – scrive nel decreto di fermo il pm di Catanzaro Elio Romano – L’anomalia segnalata consisteva appunto nella notevole differenza di incassi tra la partita in questione e le altre del medesimo campionato disputatesi nella stessa giornata”.

Per vendere la partita e passare l’informazione ad un giro di scommettitori serbi, a loro volta “vicini” alla ‘ndrina calabrese degli Iannazzo, il direttore sportivo dell’Aquila calcio Ercole Di Nicola, avrebbe ricevuto 8.000 euro.

Oltre ad aver pedinato l’incontro a Rimini in cui presumibilmente è stata venduta l’informazione, gli investigatori hanno registrato le conversazioni nel corso della partita, tra Di Nicola e il serbo Milan Jovicic, detto Michele.

Michele JOVICIC: Ercò…
Ercole DI NICOLA: dimmi…
Michele JOVICIC: abbiamo l’accordo che lo vince Juve, giusto?…
Ercole DI NICOLA: si, perché?…
Michele JOVICIC: lui ha già scommesso “uno”…. (inc.) e solo per vedere, mettiamo “uno” o mettiamo “due”?… mettiamo “uno”, ok?
Ercole DI NICOLA: si, si…
Michele JOVICIC: ok, ci sentiamo… stasera… ci stava nel ring… ci vediamo che… che ci… quando c’è… al ritorno di casa tua… va bene a dopo…

…omissis…

Fonte: http://www.ilmessaggero.it/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*