«

»

Mag 09

Le riflessioni di StabiAmore del dopopartita di: Benevento – Juve Stabia

Logo StabiAmoreDopo un solo anno dalla B lo Stabia torna a giocare gli spareggi promozione e lo fa curiosamente impattando a Benevento come nell’anno di grazia 2011, un dato che ci fa ben sperare per l’immediato futuro e comunque questo rappresenta già un risultato sportivo molto importante, con una prima menzione di merito doverosa sia alla società che alla squadra. (risultati e classifica qui).

I tanti tifosi giunti a Benevento e il Sindaco Cuomo hanno potuto gioire alla fine di un’ appassionante ultima giornata, che con i quattro pari delle concorrenti dirette per i play-off premia Matera e Stabia, penalizzando Casertana e Lecce, finite dietro nella classifica generale del girone meridionale della lega pro, il più difficile dei tre in lizza. Il tecnico Savini ha scelto Maiorano per sostituire lo squalificato Jiday e ha deciso di affiancare Nicastro in attacco alla coppia Ripa e Di Carmine, recuperando Migliorini in difesa, mentre Cinelli, che ha sostituito Brini, decide di tenere a riposo il bomber del campionato Eusepi, in diffida, schierando tra difesa e centrocampo ben quattro ex calciatori stabiesi, Scognamiglio, De Falco, Agyei e Doninelli.

Nel primo tempo lo Stabia ha fatto un’ottima gara, cogliendo per due volte il legno della porta di Piscitelli con Contessa e La Camera, a sua volta ex del Benevento, e realizzando con lo stesso ex terzino della Reggina uno splendido gol su una punizione dal limite dopo il tocco di Bombagi. Il Benevento ha giocato al piccolo trotto, ma ha avuto una clamorosa occasione per passare in vantaggio con Mazzeo, che ha fallito di testa a pochi passi da Pisseri, che come Cancellotti è riuscito ad evitare l’ammonizione, che gli avrebbe esclusi dalla prima partita dei play-off, i quarti di finale di domenica 17 maggio, giorno che la Chiesa Cattolica dedica a San Pasquale. Prima dell’intervallo Ripa ha avuto modo di concludere a rete e anche Bombagi ha provato una delle sue conclusioni dal limite, fallendo il bersaglio.
Insomma lo Stabia ha chiuso il tempo meritatamente in vantaggio, anzi con il rammarico di non aver segnato il secondo gol, e anche la ripresa è cominciata sulla falsariga del primo tempo con Di Carmine che fallisce di testa un ottimo assist di Contessa, decisamente il migliore in campo insieme al beneventano Melara, che pure gli si contrappone sullo stesso versante.

A rompere gli equilibri di una gara destinata a finire con una meritata e preziosa vittoria stabiese, che avrebbe consegnato alle vespe il terzo posto in considerazione del pari del Matera ad Aversa, è stato un gesto folle di Maiorano, che rifila una gomitata gratuita ad un avversario, meritando il provvedimento di espulsione, deciso dall’attento arbitro di Albano Laziale. In precedenza Savini aveva già sostituito Ripa, anche lui colpito da un cartellino giallo, per Carrozza e la squadra stabiese ha cominciato a subire gli attacchi del Benevento, che pur privo di elementi importanti come Eusepi e Marotta, ha dimostrato di essere una squadra di un certo spessore, capace di segnare il gol del pareggio con un’ottima azione corale, finalizzata da un pregevole colpo di tacco dell’esterno difensivo sinistro, Pezzi. A quel punto con metà ripresa ancora da giocare Savini ha deciso di sperare nei risultati positivi dagli altri campi, piuttosto che cercare un nuovo vantaggio, chiudendosi in difesa con l’entrata in campo di Liotti al posto dell’attaccante Nicastro, che non è riuscito questo pomeriggio a ripetere l’impresa realizzata domenica contro il Matera.
Le attenzioni dei tifosi presenti a Benevento e dovunque nella città delle acque sono state rivolte anche agli altri campi con la speranza che il pari potesse bastare e in effetti senza una vittoria della Casertana nello stadio dei campioni di Salerno, i play-off sono stati matematici, pur perdendo il terzo posto nei confronti del Matera, che a parità di punti, ha gli scontri diretti dalla sua parte. Quindi gli ultimi minuti sono stati più di controllo difensivo che dettati dalla ricerca di una giocata offensiva, condizionati dall’inferiorità numerica e al fischio finale dell’arbitro i calciatori hanno dovuto attendere la conferma delle notizie del pari di Salerno per poter esultare assieme ai tifosi. Insomma si è temuto in un biscotto tra la squadra di Lotito e quella di Caserta con un gol dei falchetti nel finale che avrebbe eliminato gli stabiesi dai play-off, un traguardo invece raggiunto con pieno merito e nonostante qualche anomalia dei risultati finali soprattutto da parte del Matera, peraltro già coinvolto in un’inchiesta della procura federale per presunti illeciti delle passate stagioni.

Ora bisogna solo aspettare di conoscere il nome dell’avversario nei quarti di finale dei play-off, nel turno unico di domenica prossima, ma il fatto certo che sarà il Bassano o il Novara, grandi protagoniste per la vittoria nel girone settentrionale, deve preparare società, squadra e tifosi ad una lunga trasferta nel profondo nord della travagliata nazione italiana, mettendo alla prova tutto l’amore per lo Stabia, che comunque Castellammare deve essere sempre in grado di esprimere, soprattutto quando si giocano gli spareggi per la promozione in serie B.

Tabellino

Benevento: 1 Piscitelli, 2 Celjak, 3 Pezzi, 4 Agyei, 5 Padella, 6 Scognamiglio, 7 Melara (43′ st 15 Porcaro), 8 De Falco, 9 Alfageme (26′ st 18 Campagnacci), 10 Mazzeo, 11 Doninelli (22′ st 16 Allegretti). A disposizione: 12 Pane, 13 Som, 14 Lucioni, 17 D’Agostino. All. Daniele Cinelli

Juve Stabia: 1 Pisseri, 2 Cancellotti, 3 Contessa, 4 La Camera, 5 Polak, 6 Migliorini, 7 Nicastro (41′ st 14 Liotti), 8 Maiorano, 9 Ripa (20′ st 16 Carrozza), 10 Bombagi, 11 Di Carmine. A disposizione: 12 Santurro, 13 Romeo, 15 Burrai, 17 Aveni, 18 Gomez. All. Marco Savini

Arbitro: Francesco Guccini della sez. AIA di Albano Laziale

Assistenti: Leonardo Camillucci della sez. AIA di Macerata e Valerio Vecchi della sez. AIA di Lamezia Terme

Marcatori: 26′ pt Contessa (JS), 31′ st Pezzi (B)

Ammoniti: Ripa (JS), Melara (B), Contessa (JS)

Espulso: rosso diretto al 25′ st Maiorano (JS)

Angoli: Benevento 6, Juve Stabia 2

Recuperi: 0′ pt, 4′ st

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*