«

»

Mar 22

Le riflessioni di StabiAmore del dopopartita di: Juve Stabia – Ischia Isolaverde

Logo StabiAmoreLo Stabia non riesce a festeggiare il suo 108° compleanno con una vittoria contro l’Ischia, una delle ultime in classifica, per una prova gagliarda della squadra isolana e una prestazione nettamente insoddisfacente di gran parte dei suoi calciatori.

(risultati e classifica qui).

Il nuovo allenatore Savini, che oggi è sembrato troppo solo il secondo di Pancaro, ha schierato due punte come ad Aprilia, ma un centrocampo poco convincente con Burrai e Bombagi insieme agli esterni Gammone e Carrozza e i soliti quattro in difesa davanti a Pisseri.
Le assenze importanti di Jiday per infortunio e La Camera per squalifica hanno pesato molto nell’economia del derby, soprattutto perché la squadra non riusciva ad impostare bene in partenza le azioni d’attacco, riuscendo a rendersi pericolosa solo sui calci piazzati. Infatti su un angolo Migliorini ha colpito di testa la traversa e su una punizione dal limite Bombagi ha trafitto il portiere di riserva Giordano, che è subentrato nel primo tempo all’infortunato Mennella, portando in vantaggio lo Stabia.

Non ci sono state grandi emozioni nel primo tempo, ma l’Ischia di Maurizi ha giocato con grande attenzione e determinazione, meritando nella ripresa il pareggio. Nel secondo tempo infatti l’Ischia è partita subito in attacco, impegnando Pisseri con gli attaccanti tra i quali spicca l’ex stabiese Ciotola, uno dei protagonisti della storica promozione, ma realizzando il gol del pari con il numero sette Bulevardi, che ha sfruttato una delle tante incertezze della difesa della squadra di Savini, apparsa stanca e demotivata nella ripresa, troppo per una squadra che punta agli spareggi promozione. Non sono serviti neanche i cambi con Maiorano che ha sostituito con lo Stabia in vantaggio un Gammone ancora non al meglio, che in diffida si è fatto pure ammonire e poi Lepiller per il deludente Carrozza e con colpevole ritardo Caserta per Bombagi, al quale il gol non può servire ad evitare un brutto voto in pagella. Anche se Caserta ha avuto l’occasione per far tornare lo Stabia in vantaggio, sprecata con un tiro maldestro di contro balzo, l’Ischia ha rischiato pure di vincere reclamando un rigore per un episodio dubbio in area, ma l’arbitro di Palermo ha voluto dispensare solo cartellini gialli ad iosa, astenendosi dal fischiare tiri dal dischetto su entrambi i fronti, alla fine lo Stabia ha fatto poco in fase offensiva per poter recriminare sul risultato.
Ripa ha fatto un pò meglio di Di Carmine, realizzando pure un gol di testa, annullato per fuorigioco, non possono avere la sufficienza anche gli esterni, Migliorini, Burrai e anche quelli che sono subentrati, oltre a Bombagi. Insomma la prestazione è stata largamente negativa da parte di quasi tutti i calciatori e il pubblico stabiese alla fine non poteva essere soddisfatto al contrario dei tifosi isolani, giunti numerosi a Castellammare per confermare un bel gemellaggio nato nella gara di andata. Le note positive vengono dal bel comportamento dei tifosi stabiesi, che hanno voluto omaggiare con uno striscione l’ultras del Napoli scomparso a Mosca per un infarto e da quelli dell’Ischia che hanno fatto gli auguri di compleanno alle vespe con un altro striscione.

Ora la trasferta di Foggia di domenica prossima alle 14 30 può essere l’occasione non solo per rintuzzare gli attacchi di un avversario diretto, ma anche per onorare meglio i 108 anni di storia calcistica, un fatto che contro avversari modesti ma tignosi come quelli dell’Ischia, è stato completamente disatteso dalla brutta partita di oggi, che è stata invece piuttosto in linea con l’orario antipatico di inizio e il tempo inclemente.

Tabellino

Juve Stabia: 1 Pisseri, 2 Cancellotti, 3 Contessa, 4 Burrai, 5 Polak, 6 Migliorini, 7 Gammone (10′ st 16 Maiorano), 8 Bombagi (31′ st 15 Caserta), 9 Ripa, 10 Carrozza (19′ st 17 Lepiller), 11 Di Carmine. A disposizione: 12 Santurro, 13 Romeo, 14 Liotti, 18 Nicastro. All. Marco Savini
Ischia Isolaverde: 1 Mennella (24′ pt 12 Giordano), 2 Finizio, 3 Bruno, 4 Chiavazzo (16′ st 15 Massimo), 5 Impagliazzo, 6 Formato, 7 Bulevardi, 8 Armeno, 9 Infantino, 10 Millesi, 11 Ciotola (25′ st 17 Alvino). A disposizione: 13 Caso, 14 Gerevini, 16 Verachi, 18 Bassini. All. Agenore Maurizi

Arbitro: Andrea Capone della sez. AIA di Palermo

Assistenti: Christian Greco e Giampiero Urselli, entrambi della sez. AIA di Taranto

Marcatori: 43′ pt Bombagi (JS), 15′ st Bulevardi (I)

Ammoniti: Bruno (I), Gammone (JS), Chiavazzo (I), Burrai (JS), Contessa (JS), Finizio (I), Giordano (I)

Angoli: Juve Stabia 8, Ischia Isolaverde 3

Recuperi: 5′ pt,  4′ st

Note: spettatori 790 per un incasso totale di 8.821 € (paganti 512 per un incasso di 6.199 €; abbonati 378 per una quota di € 2.622,00).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*