«

»

Feb 21

Le riflessioni di StabiAmore del dopopartita di: Juve Stabia – Paganese

Logo StabiAmoreLo Stabia torna a vincere contro la Paganese, ma solo in parte a convincere sul piano del gioco. (risultati e classifica qui).

Comunque dopo i tre pareggi consecutivi e le polemiche per alcune scelte tattiche di Pancaro, la vittoria era fondamentale per mantenere la terza posizione, utile alla conquista dei play-off e la squadra stabiese ci è riuscita, segnando un gol per tempo contro la Paganese di Sottil, che non ha demeritato, pur palesando limiti evidenti in tutti i settori.

La squalifica di Cancellotti e il perdurante infortunio di Maiorano hanno indotto Pancaro ad inserire Romeo sulla corsia destra e a preferire Burrai ancora una volta a Caserta, che poi però ha giocato una parte della ripresa al suo posto con il consueto 4 3 3, che prevede Carrozza, Di Carmine e Nicastro in fase offensiva. Certamente ha influito sulla gara il fatto di aver segnato dopo appena nove minuti con una bella azione coordinata tra Di Carmine, Burrai e Jiday, che ha messo dentro la palla della sua terza rete stagionale, la seconda in campionato, perché ha consentito allo Stabia di controllare la gara senza la pressante esigenza di costruire giocate offensive. In effetti nel primo tempo lo Stabia ha concluso poco in porta, ma ha anche contenuto bene le azioni di attacco dei vari Gerardi, Russini e Aurelio, che hanno mostrato di avere qualità, non abbinata però alla necessaria concretezza.

Nella ripresa è venuto fuori Di Carmine, autore del raddoppio con un bel tocco di giustezza su assist di Carrozza, spostato da Pancaro sulla destra dopo l’uscita dal campo di Nicastro per il ritrovato ed applaudito Lepiller, posizionato come esterno sinistro dove prima stazionava lo stesso Carrozza. Gli ingressi successivi di Caserta e Gammone questa volta non hanno modificato il modulo tattico, come invece era avvenuto nelle precedenti gare, ma la difesa stabiese ha cominciato a subire gli attacchi dei paganesi, che però non sono riusciti a trovare la via del gol, che avrebbe riaperto la gara, per la bravura di Pisseri e la buona attenzione mostrata dai suoi colleghi di reparto. L’ex attaccante della Reggina, Gerardi, si è visto annullare un gol di testa per fuorigioco e così i minuti finali sono stati meno sofferti anche per la giusta concentrazione mostrata questa volta dai giocatori stabiesi, che hanno saputo reagire positivamente alle critiche dei tifosi, giustamente delusi dalle prestazioni con Barletta, Martina e Reggina. Ancora una volta hanno dimostrato di essere di categoria superiori Contessa e Migliorini, ma un po’ tutti hanno fatto la loro parte, pur non mettendo in mostra grandi giocate offensive, accontentandosi di ritrovare il modo di ottenere tre punti in una sola gara, fatto che, in considerazione della prossima doppietta in trasferta di Messina e Lecce, ci fa rivolgere un invito a Pancaro e ai calciatori di preferire una vittoria e una sconfitta ad altri due pareggi, seppure conquistati fuori dalle mura amiche.

Da ultimo, a proposito di amicizia, fa piacere considerare che nella trasferta di domenica prossima alle ore 14 nella città dello stretto, lo Stabia ritroverà un’altra volta Corona, il grande re Giorgio, che nonostante abbia superato gli anta, continua a imperare sui campi di gioco, ma questa volta speriamo che non ripeta l’exploit del Menti per recuperare i due punti persi all’andata, soprattutto per colpa sua e invitiamo Pancaro a saper accettare le critiche costruttive, evitando di abbandonare la sala stampa come risulta abbia fatto questo sabato, per il rispetto dovuto alla stampa e ai tifosi.

Il tabellino

Juve Stabia: 1 Pisseri, 2 Romeo, 3 Contessa, 4 Burrai (22’ st 15 Caserta), 5 Polak, 6 Migliorini, 7 Nicastro (17’ st 16 Lepiller), 8 Jidayi, 9 Di Carmine, 10 La Camera, 11 Carrozza (42’ st 17 Gammone). A disposizione: 12 Santurro, 13 Liotti, 14 Bombagi, 18 Ripa. All. Giuseppe Pancaro

Paganese: 1 Marruocco, 2 Vinci, 3 Donida, 4 Malaccari, 5 Tartaglia, 6 Perna, 7 Calamai (43’ st 16 Franco), 8 Baccolo (25’ st 18 Biasci), 9 Girardi, 10 Aurelio, 11 Russini (21’ st 17 Longo). A disposizione: 12 Casadei, 13 Djibo Badji, 14 Bolzan, 15 Bergamini. All. Andrea Sottil

Arbitro: Niccolò Baroni della sez. AIA di Firenze

Assistenti: Rinaldo Menicacci della sez. AIA di Viterbo e Pier Luigi De Rubeis della sez. AIA di L’Aquila

Marcatori: 8’ pt Jidayi (JS), 20’ st Di Carmine (JS)

Ammoniti: Baccolo (P), Perna (P), Burrai (JS), Donida (P)

Angoli: Juve Stabia 3, Paganese 2

Recuperi: 1’ pt, 3’ st

Note: spettatori 1.166 per un incasso totale di € 10.990,00 (paganti 788 per un incasso di € 8.368,00; abbonati 378 per una quota di € 2.622,00)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*