«

»

Feb 08

Le riflessioni di StabiAmore del dopopartita di: Juve Stabia – Martina Franca

Logo StabiAmoreNon è bastato allo Stabia mantenere i pezzi pregiati nel mercato di gennaio e fare pure qualche acquisto importante come Carrozza e Maiorano per uscire da un periodo di appannamento, che per quanto riguarda la qualità del gioco si sta pericolosamente allungando, e soprattutto si continuano a perdere punti importanti in classifica.  (risultati e classifica qui).

Se il pareggio di Barletta, anche se con una prestazione piuttosto opaca, poteva essere accettato con una certa serenità, il pari odierno con una squadra impelagata nella zona play out come il Martina, induce più di una preoccupazione, anche per la scarsa vena mostrata dalla squadra soprattutto nella fase offensiva e di costruzione della manovra. Pancaro ha voluto subito puntare sul neo acquisto Carrozza anche per la perdurante indisponibilità di Lepiller e tutto sommato l’ex calciatore del Lecce non ha sfigurato, ma la mossa che non ha convinto è stata quella di inserire Bombagi a centrocampo, non ritenendo di far giocare Caserta anche nel caso dell’assenza di Burrai, squalificato dopo l’espulsione di Barletta.
Il modulo, tornato ad essere il 4 3 3, non ha dato i suoi frutti nel primo tempo, anche se lo Stabia ha avuto occasioni prima del gol del Martina e anche dopo il pareggio di Di Carmine con Nicastro e Carrozza e poi nella ripresa il tanto atteso ritorno alle due punte con l’ingresso di Ripa per un Bombagi piuttosto in ombra pure non ha prodotto nulla di buono, anzi la pericolosità offensiva delle vespe è addirittura calata. Nicastro avrebbe potuto segnare prima di piede, poi di testa nei primi minuti della gara e la vittoria probabilmente non sarebbe stata più una chimera per uno Stabia, peraltro piuttosto abulico ed inconcludente.

Il gol del Martina è venuto su uno splendido tiro al volo di De Lucia che mi è sembrato imparabile, ma la squadra pugliese ha fatto poco altro, anche se ha mostrato di avere le qualità necessarie per arrivare alla salvezza, soprattutto nel reparto arretrato e sulle corsie esterne, laddove invece lo Stabia ha mostrato debolezza soprattutto sulla destra con le prestazioni incolori di Cancellotti e Nicastro. Eppure lo Stabia, che sarebbe uscito tra i fischi dei propri tifosi dopo il primo tempo, è riuscito a trovare il pari con Di Carmine su ottima imbeccata di Carrozza e ha avuto pure l’occasione per passare in vantaggio con lo stesso Carrozza che si è visto negare la gioia del primo gol in maglia stabiese da un’ottima parata di Bleve.


Purtroppo i fischi sono arrivati a fine partita perché lo Stabia nonostante i cambi di modulo e di uomini decisi da Pancaro prima con con Ripa, poi con Jiday e solo nel finale con Gammone al posto dei vari Bombagi, Maiorano e Nicastro, non ha produtto nulla di buono ad eccezione di qualche tiro impreciso e di un paio di mischie nell’area avversaria. Il Martina ha badato soprattutto a difendersi, ma non ha quasi mai rischiato di capitolare perché lo Stabia non ha prodotto azioni importanti e anzi la squadra di Ciullo si è avvantaggiata dal modulo con due punte perché si è sguarnito il centrocampo stabiese, privato ancora una volta da Pancaro dell’esperienza di capitan Caserta.

Domenica prossima la gara di mezzogiorno a Reggio Calabria non sarà una passeggiata e Pancaro dovrà dimostrare che l’appannamento non si trasformi definitivamente in crisi, per permettere allo Stabia di battersi almeno per i play off, considerando che lotta per il primato in classifica appare al momento maledettamente lontana.

Il tabellino

Juve Stabia: 1 Pisseri, 2 Cancellotti, 3 Contessa, 4 La Camera, 5 Polak, 6 Migliorini, 7 Nicastro (33′ st 17 Gammone), 8 Maiorano (27′ st 16 Jidayi), 9 Di Carmine, 10 Bombagi (14′ st 18 Ripa), 11 Carrozza. A disposizione: 12 Santurro, 13 Romeo, 14 Liotti, 15 Caserta. All. Giuseppe Pancaro.

Martina Franca: 1 Bleve, 2 De Giorgi, 3 Memolla, 4 Bucolo, 5 Patti, 6 Fabiano, 7 Arcidiacono, 8 De Lucia, 9 Montalto, 10 Pepe (30′ st 16 Pivkovski), 11 Tomi. A disposizione: 12 Modesti, 13 Brunetti, 14 Kalombo, 15 Diop, 17 Leto, 18 Calvetti. All. Salvatore Ciullo.

Arbitro: Lorenzo Bertani della sez. AIA di Pisa

Assistenti: Alberto D’alberto della sez. AIA di Teramo e Francesca Di Monte della sez. AIA di Chieti

Marcatori: 12′ pt De Lucia (MF), 43′ pt Di Carmine (JS)

Ammoniti: De Lucia (MF), Tomi (MF), Fabiano (MF), Arcidiacono (MF), Contessa (JS)

Angoli: Juve Stabia 10, Martina Franca 4

Recuperi: 1’ pt, 4’ st

Note: spettatori  1.180 per un incasso totale di € 11.278,00 (paganti 802 per un incasso di € 8.656,00, abbonati 378 per una quota di € 2.622,00).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*