«

»

Feb 02

Le riflessioni di StabiAmore del dopopartita di: Barletta-Juve Stabia

Logo StabiAmoreDopo la figuraccia di coppa con il Cosenza, la sfida di Barletta doveva dimostrare che lo Stabia aveva conservato le migliori energie disponibili nella rosa per tentare l’impresa in campionato. (risultati e classifica qui).

Purtroppo per Pancaro e la squadra stabiese la gara serale in terra pugliese ha mostrato molte ombre e poche luci e anche il pareggio ottenuto può soddisfare fino ad un certo punto perché il Barletta, formazione di metà classifica, è apparso molto più tonico ed organizzato.
Le assenze di Lepiller per squalifica e di Jiday per infortunio hanno condizionato molto anche per la perdurante assenza di Ripa dal novero dei convocati in vista di una probabile cessione nel mercato che chiude nella tarda serata di lunedì, ma a destare le maggiori perplessità come con la Casertana e il Cosenza è la prestazione del nuovo acquisto Burrai. Infatti Pancaro ha optato per un centrocampo con Maiorano, La Camera e Burrai a sostegno di Gammone, Di Carmine e Nicastro, mentre in difesa hanno giocato i soliti Pisseri, Cancellotti, Polak, Migliorini e Contessa. Insomma in questa squadra non c’è spazio per Caserta, neanche quando manca Jiday, ma la buona notizia è la fascia di capitano assegnata a Di Carmine, una chiara dimostrazione da parte di Pancaro di non voler privarsi dell’attaccante ex Cittadella in questa sessione di mercato, nonostante alcune pressanti richieste. Nel primo tempo la squadra stabiese non ha sfigurato, pur subendo il gioco avversario, su un campo reso viscido dalle precipitazioni di questi giorni ed è riuscita persino a passare in vantaggio con un bel colpo di testa di Nicastro su un ottimo assist di Maiorano. Lo Stabia però ha subito molto, è stato salvato da una traversa e il Barletta ha battuto angoli a ripetizione, calando solo nel finale del tempo con un arbitraggio discutibile nella gestione dei cartellini.

Nella ripresa praticamente lo Stabia non ha mai tirato in porta, subendo in lungo ed in largo il gioco dei locali, che però sono riusciti a trovare la via della rete solo dopo l’espulsione di un pessimo Burrai per doppia ammonizione e con un tiro di De Rose sporcato dal terreno e dallo stesso Pisseri, che peraltro in tutte le altre occasioni in cui è stato impegnato ha risposto in modo egregio.

I cambi di Pancaro non hanno convinto perché hanno tenuto in campo un Burrai non in condizione, inserendo subito Bombagi per Gammone e poi Caserta per La Camera quando lo Stabia poteva fare di più sul piano del dinamismo e anche l’ingresso di Vella poteva essere anticipato, ma è anche il modulo adottato a lasciare perplessi, come pure la condizione atletica di diversi elementi. Dopo i pareggi sofferti di Benevento e Salernitana e la sconfitta del Lecce i tifosi giunti numerosi a Barletta e quelli presenti davanti ai monitor si sarebbero aspettati una prestazione di tenore ben diverso, a prescindere dal pareggio che può essere considerato anche in modo positivo se si riflette sulla buona condizione attuale del Barletta e sugli episodi della gara, quasi tutti riferibili alla squadra di casa.

Domenica prossima al Menti contro il Martina non solo bisogna conquistare i tre punti, ma anche convincere i tifosi che la squadra non è sprofondata in una fase di involuzione per problemi tattici, di condizione e per un mercato, che nonostante l’ultimo arrivo dal Catania del promettente Aveni, esterno offensivo, continua a non essere soddisfacente, soprattutto se nelle ultime ore dovessero materializzarsi alcune cessioni nel reparto offensivo.

Il tabellino

Barletta: 1 Liverani, 2 Regno (1’ st 13 Meola), 3 Cortellini, 4 Legras (24’ st 16 Turchetta), 5 Stendardo, 6 Radi, 7 Venitucci, 8 De Rose, 9 Danti, 10 Quadri (38’ st 15 Branzani), 11 Fall. A disposizione: 12 De Martino, 14 Zammuto, 17 Giannarelli, 18 Core. All. Marco Sesia.
Juve Stabia: 1 Pisseri, 2 Cancellotti, 3 Contessa, 4 Burrai, 5 Polak, 6 Migliorini, 7 Nicastro (34’ st 17 Vella), 8 La Camera (19’ st 15 Caserta), 9 Di Carmine, 10 Maiorano, 11 Gammone (9’ st 16 Bombagi). A disposizione: 12 Santurro, 13 Romeo, 14 Liotti, 18 Gomez. All. Giuseppe Pancaro.

Arbitro: Andrea Tardino della sez. AIA di Milano

Assistenti: Leonardo Camillucci della sez. AIA di Macerata e Giuseppe De Filippis della sez. AIA di Vasto.

Marcatori: 13’ pt Nicastro (JS), 31’ st De Rose (B)

Ammoniti: Radi (B), Regno (B), La Camera (JS), Burrai (JS), Venitucci (B)

Espulso: 22’ st Burrai (JS) per somma di ammonizioni

Angoli: Juve Stabia 0, Barletta 14

Recuperi: 0’ pt, 4’ st

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*