«

»

Dic 01

Le riflessioni di StabiAmore del dopopartita di: Juve Stabia – Savoia

Logo StabiAmoreLo Stabia vince il quinto derby consecutivo, ma prima di parlare di una sfida non bellissima tra due squadre di città confinanti, va ricordato il dramma della famiglia investita dallo scooter a Rovigliano che fa riflettere su quanto siano comuni le vicende di Castellammare e Torre Annunziata. In questo senso anche se la gara si è giocata senza la presenza della tifoseria ospite, vanno apprezzate le iniziative di ricordare i due tifosi scomparsi, il torrese Alfonso e lo stabiese Agostino da parte della curva casalinga ed anche il gesto del calciatore del Savoia, lo stabiese Del Sorbo, che ha depositato fiori sotto la foto del tifoso stabiese. (risultati e classifica qui).

La gara nel primo tempo è stata giocata a ritmi blandi anche per l’orario delle 12 30, inusuale per gli atleti, che ha costretto anche i tifosi a cambiare le abitudini della domenica, ma la squadra di Pancaro ha avuto un paio di occasioni clamorose per passare in vantaggio. Il tecnico stabiese, al centro di un movimentato e polemico post gara in quel di Aversa, ha optato per la formazione tipo, schierando solo Nicastro al posto di Vella e facendo giocare tutti i titolari che hanno saltato il turno di coppa tranne il portiere Pisseri. L’occasione di Di Carmine su assist di Contessa è stata una bella azione corale, mentre quella di Nicastro un’azione individuale, fallita perché il giocatore non si è fidato del suo piede destro, portandosi la palla sul sinistro e dando il tempo al portiere savoiardo Santurro di intervenire.

 

Nella ripresa Pancaro ha risparmiato proprio Nicastro per far entrare Vella che era stato abile in coppa a far dare cartellini agli avversari ed in effetti la squadra allenata da Ugolotti dopo l’esonero di Bucaro ha cominciato ad aumentare il numero di falli di gioco. Per segnare però ci ha dovuto pensare Di Carmine, abile a provarci con una conclusione dal limite, ma favorito pure da un’incertezza nell’intervento del portiere, finalmente il Menti ha potuto esplodere di gioia. Anche l’azione del raddoppio di Bombagi è stata simile, bravo l’ex reggino nel tiro, ma ancora una volta non ha convinto Santurro e subito dopo Pancaro ha inserito Gomez per un Ripa non brillante e solo nel finale Caserta per un La Camera ancora piuttosto opaco. Anche Ugolotti ha fatto cambi dettati dall’esigenza di dover recuperare e dopo un’ora e più tutta passata a difendere e rompere le trame stabiesi anche per l’ingresso dell’ex centravanti del Bologna, Cipriani, il Savoia ha preso finalmente ad attaccare anche se nel frattempo è rimasto in dieci per l’espulsione di Di Nunzio, ex calciatore dello Stabia. Proprio uno stabiese, Del Sorbo, è riuscito a realizzare in mischia, costringendo lo Stabia a soffrire nei minuti finali e ancora una volta tutti quelli che, ad inizio stagione hanno criticato fortemente Pisseri, devono chiedere scusa al portiere che su un’ottima punizione di Scarpa ha compiuto un’autentica prodezza, andando a mettere in angolo un pallone molto insidioso. Se consideriamo che lo stesso Cipriani nel finale ha avuto l’occasione per realizzare di testa in area, ci rendiamo conto che il calcio è davvero strano ed imprevedibile in considerazione del fatto che sul 2 a 0 lo Stabia ha sprecato moltissimo in una gara che poteva concludersi con una goleada stabiese.

In conclusione lo Stabia ha vinto ancora, ma non ha fatto una grande partita, domenica prossima contro la Salernitana se vorrà vincere il suo sesto derby consecutivo dovrà fare molto, ma molto di più, ma iamo convinti che l’impresa sia realizzabile anche contro la squadra del potentissimo Lotito, il ras calcistico del momento.

 

Il tabellino

Juve Stabia: 1 Pisseri, 2 Cancellotti, 3 Contessa, 4 La Camera (35’ st 15 Caserta), 5 Romeo, 6 Migliorini, 7 Nicastro (1’ st 17 Vella), 8 Jidayi, 9 Ripa (23’ st 18 Gomez), 10 Bombagi, 11 Di Carmine. A disposizione: 12 Fiory, 13 Polak, 14 Liotti, 16 Lepiller. All. Giuseppe Pancaro

Savoia: 1 Santurro, 2 Verruschi, 3 Sabatino, 4 Gallo (15’ st 17 D’Appolonia), 5 Di Nunzio, 6 Sirigu, 7 Sanseverino (24’ st 15 Sevieri), 8 Calzi (24’ st 18 Cipriani), 9 Del Sorbo, 10 Scarpa, 11 Malaccari. A disposizione: 12 Falcone, 13 Cremaschi, 14 Checcucci, 16 Gargiulo. All. Guido Ugolotti

Arbitro: Daniele Martinelli della sez. AIA di Roma 2

Assistenti: Salvatore Stasi e Luigi Lanotte, entrambi della sez. AIA di Barletta

Marcatori: 13’ st Di Carmine (JS), 21’ st Bombagi (JS), 46’ st Del Sorbo (S)

Ammoniti: Gallo (S), Calzi (S), Di Nunzio (S), Scarpa (S), La Camera (JS), Jidayi (JS), Bombagi (JS), Verruschi (S), Cancellotti (JS)

Espulso: 30’ st Di Nunzio (S) per somma di ammonizioni

Angoli: Juve Stabia 3, Savoia 6

Recuperi: 1’ pt; 5’ st

Note: spettatori 2.234, di cui 1.856 paganti, per un incasso di € 19.209,00; abbonati 378, per una quota di € 2.622

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*