«

»

Nov 27

Le riflessioni di StabiAmore del dopopartita di: Coppa Italia di Lega Pro, Ottavi di finale: Juve Stabia – Matera

Logo StabiAmoreLo Stabia formato coppa vince ai rigori e conquista i quarti di finali contro l’ostico Matera di Auteri, che ancora una volta deve masticare amaro contro le vespe come gli era accaduto in passato prima col Catanzaro e poi con la Nocerina.

Pancaro ha dato spazio a molti panchinari, praticamente tutti quelli disponibili, con l’esperienza di Caserta e La Camera a sostegno di Vella, Gomez e il neo acquisto Lepiller in attacco come dall’altra parte ha fatto Auteri, ma il confronto è stato interessante anche perché le due squadre hanno mantenuto il modulo offensivo, un zemaniano 4 3 3.

Nel primo tempo ha giocato meglio il Matera che è andato in vantaggio con Giacomini, che ha sorpreso Pisseri, confermato in porta anche in coppa, ma un minuto dopo il francese, ex Novara, Lepiller ha trovato il pari con un tiro cross che ha beffato Bifulco.

Intorno alla mezzora un errore di Liotti, che insieme a Ferrara ha sostituito i titolarissimi esterni difensivi Cancellotti e Contessa, ha costretto Pisseri a compiere un intervento da rigore con la conseguente ammonizione e la successiva realizzazione del materano Coletti. Per evitare di chiudere in svantaggio il primo tempo ci ha dovuto pensare Caserta che con una magistrale punizione dal limite ha dato il punto del nuovo pari allo Stabia, infiammando gli spettatori del Menti non numerosi ma come al solito molto calorosi, nonostante la pioggia sia giunta copiosa nella seconda parte della gara, compresi i tempi supplementari.

In effetti nella ripresa ci sono state poche emozioni e lo Stabia ha sprecato una facile occasione con il giovane D’Ancora che ha sostituito La Camera e poi nel finale c’è stata la doppia ammonizione per Pino che ha lasciato il Matera in inferiorità numerica per tutta la durata dei tempi supplementari. Nello Stabia sono entrati pure Nicastro per un Lepiller non ancora al meglio della condizione e Bombagi per Caserta che comunque ha disputato un ottimo incontro anche in fase di ripiegamento. Non hanno convinto invece Osei, D’Ancora, Gomez e Vella, mentre se la sono cavata Ferrara e Liotti ed anche Bacchetti ed il neo acquisto Polak come centrali difensivi, ma bisogna dare merito anche al Matera che ha disputato un ottimo turno di coppa anche in inferiorità numerica, non disdegnando le sortite offensive. Auteri ha effettuato due soli cambi per conservarsi l’ultimo nei supplementari ed in un primo momento è sembrato orientarsi sul cambio dei portieri per giocarsi al meglio le chance qualificazione ai rigori, ma quando ha visto le difficoltà fisiche di Liotti e Bacchetti alle prese coi crampi ha optato coraggiosamente per inserire una punta, Fiorentino, per Pagliarini, entrato a sua volta al posto di Giacomini nel tentativo di vincere.

Bisogna riconoscere che, anche se l’occasione più ghiotta nei supplementari l’ha avuta Nicastro, il Matera ha fatto molto bene in fase offensiva e di possesso palla. Nei rigori però l’ha spuntata lo Stabia grazie alle realizzazioni di Gomez, Vella, Liotti e Nicastro e alla parata di Pisseri che hanno annullato gli errori del primo rigorista materano che ha sparato in curva e dello stesso Bombagi che si è fatto respingere il tiro da Bifulco.

Ora bisogna pensare al derby di domenica a mezzogiorno contro il Savoia ed in questo senso fa bene sia la qualificazione ottenuta che il riposo dei titolari, chiaro segnale da parte di Pancaro di non volere minimamente snobbare la squadra di Torre Annunziata, che benché in grave difficoltà in classifica, verrà al Menti animata dalle migliori intenzioni per fare risultato.

Il tabellino

Juve Stabia: 1 Pisseri, 2 Ferrara, 3 Liotti, 4 Caserta (41′ st 16 Bombagi), 5 Polak, 6 Bacchetti, 7 Vella, 8 La Camera (1′ st 15 D’Ancora), 9 Gomez, 10 Osei, 11 Lepiller (17′ st 17 Nicastro). A disposizione: 12 Mennella, 13 Jefferson, 14 Romeo, 18 Di Carmine. All. Giuseppe Pancaro

Matera: 1 Bifulco, 2 Pino, 3 Mercadante, 4 Faisca Teixeira, 5 D’Aiello, 6 Coletti, 7 Longo (21′ st 14 Pagliarini, 14′ pts 16 Fiorentino), 8 Di Noia, 9 Guerra, 10 Giacomini (26′ st 13 Bernardi), 11 Turchetta. A disposizione: 12 Russo, 15 D’Angelo, 17 Sciacoviello, 18 Colapietro. All. Gaetano Auteri

Arbitro: Francesco Catona della sez. AIA di Reggio Calabria

Assistenti: Antonio Santoro della sez. AIA di Roma 1 e Veronica Vettorel della sez. AIA di Latina

Marcatori: 10′ pt Giacomini (M), 12′ pt Lepiller (JS), 28′ pt Coletti rig. (M), 41′ pt Caserta (JS)

Ammoniti: D’Aiello (M), Ferrara (JS), Pisseri (JS), Mercadante (M), Pino (M)

Espulso: 47′ st Pino (M) per somma di ammonizioni

Angoli: Juve Stabia 8, Matera 7

Recuperi: 0′ pt, 5′ st, 2′ pts, 0′ sts

Note: 504 paganti, per un incasso di € 2.445,00.

Sequenza dei calci di rigore: Gomez (JS) gol, D’Aiello (M) sbagliato, Bombagi (JS) parato, Guerra (M) gol, Vella (JS) gol, Turchetta (M) parato, Liotti (JS) gol, Coletti (M) gol, Nicastro (JS) gol.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*