«

»

Nov 24

Le riflessioni di StabiAmore del dopopartita di: Aversa Normanna – Juve Stabia

Logo StabiAmoreLo Stabia fa poker di vittorie nei derby in traferta, vincendo pure ad Aversa in una gara brutta e fallosa e su un manto erboso davvero indecente per un calcio professionistico. (risultati e classifica qui).

Ancora una volta Pancaro sorprende in partenza, schierando Nicastro al posto di Vella, e nei cambi, quando nella ripresa fa fuori prima Ripa e poi Caserta per far spazio a Gomez e al neo acquisto Lepiller. L’Aversa di Marra ha fatto un’ottima gara dal punto di vista agonistico, ma ha avuto il torto di speculare troppo sul pareggio, pur passando per prima in vantaggio su un pasticcio difensivo stabiese nei primissimi minuti di gioco con una deviazione finale di Migliorini nella propria porta.

Lo Stabia nel primo tempo è stato poco incisivo con le punte Ripa e Di Carmine, sprecando però con Bombagi una favorevole occasione davanti al portiere aversano Forte, che fa onore al suo cognome anche su una bella conclusione dello stesso ex calciatore della Reggina. A centrocampo Caserta e Jiday non brillano particolarmente e lo Stabia nel primo tempo è bloccato ed impelagato nel campo di Aversa che sembra una trappola.

Pancaro non è soddisfatto dalla prestazione di Ripa ed inserisce subito nella ripresa al suo posto Guido Gomez, che si era già messo in mostra nei minuti finali col Foggia, cogliendo un palo clamoroso e che diventa l’uomo della partita, realizzando un’importantissima doppietta che frutta tre punti d’oro allo Stabia.

Se la vittoria poteva essere probabile prima della gara non lo è stata più durante la stessa, anche quando Gomez ha messo dentro di giustezza un buon assist di Nicastro e Leppiler ha sostituito Caserta perché l’Aversa di Marra, che è stata costretto a fare due cambi nel primo tempo per infortunio, si è difeso con grande determinazione e furbizia. Lo Stabia ha preso in mano le redini dell’incontro sfiorando in qualche occasione la deviazione vincente, ma è stata proprio l’Aversa ad avere le migliori occasioni per passare in vantaggio in contropiede costringendo Pisseri ad un paio di interventi davvero importanti. Le sostituzioni finali di Vella per Nicastro, che ha fallito la palla del vantaggio davanti a Forte, e quella chiaramente difensiva di Marra che ha tolto una punta per un centrocampista hanno definito con chiarezza che era la squadra di casa ad accontentarsi del pari che, considerando il netto divario in classifica, ben venti punti, e anche di qualità tecniche non poteva essere certo disprezzato dai casertani. Eppure alla fine l’Aversa, che si è difeso strenuamente per tutta la gara, ha avuto l’occasione per vincere, ma è stato bravo Pisseri ad impedire la beffa e sull’azione successiva ancora una volta Contessa ha messo una palla d’oro che Gomez è stato bravo a finalizzare di testa, chiudendo nel migliore dei modi una gara iniziata malissimo per le vespe che hanno dovuto rinunciare agli squalificati La Camera e Gommone e ancora una volta registrare le difficoltà in fase offensiva di Ripa e Di Carmine.

Bisogna però evidenziare che il ritorno di Cancellotti come esterno destro difensivo ha dato i suoi frutti, confermando che la rosa avrebbe bisogno solo di qualche piccolo ritocco in panchina in questo ruolo e di un corridore sempre di rincalzo a centrocampo per contendere il primato in classifica alle altre contendenti fino alla fine, ma ora bisogna riprendere a vincere anche in casa a cominciare dal prossimo derby contro un Savoia in piena crisi che si è fatto raggiungere al Giraud nei minuti di recupero dal Cosenza.

Attenzione però a non sottovalutare domenica prossima la voglia dei cugini di Torre Annunziata di fare l’impresa contro lo Stabia e all’orario inedito per le vespe delle 12 e 30, pur senza la presenza del pubblico torrese per una decisione degli organi istituzionali che non fa felice nessuna delle due tifoserie.

Il tabellino

Aversa Normanna: 1 Forte, 2 Scognamillo, 3 Esposito, 4 Catinali (14’ pt 14 Giannusa), 5 Giovannini, 6 Pippa (47’ pt 16 Forino), 7 Balzano, 8 Castellano, 9 De Luca (36’ st 18 Cicerelli), 10 De Vena, 11 Capua. A disposizione: 12 Savelloni, 13 Cardinale, 15 De Matteis, 17 Martiniello. All. Salvatore Marra

Juve Stabia: 1 Pisseri, 2 Cancellotti, 3 Contessa, 4 Caserta (11’ st 16 Lepiller), 5 Romeo, 6 Migliorini, 7 Nicastro (36’ st 17 Vella), 8 Jidayi, 9 Ripa (1’ st 18 Gomez), 10 Bombagi, 11 Di Carmine. A disposizione: 12 Fiory, 13 Polak, 14 Liotti, 15 Osei. All. Giuseppe Pancaro

Arbitro: Antonello Balice della sez. AIA di Termoli

Assistenti: Andrea Cordeschi e Stefano Cordeschi, entrambi della sez. AIA di Isernia

Marcatori: 10’ pt De Vena (AN), 23’ st Gomez (JS), 49’ st Gomez (JS)

Ammoniti: Scognamillo (AN), Giannusa (AN), Forino (AN); Cancellotti (JS), Contessa (JS), Ripa (JS), Lepiller (JS)

Angoli: Aversa Normanna 5, Juve Stabia 3

Recuperi: 3’ pt, 4’ st

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*