«

»

Nov 10

Le riflessioni di StabiAmore del dopopartita di: Ischia – Juve Stabia

Logo StabiAmoreQuesto Stabia sta facendo sognare i tifosi stabiesi, giunti numerosi sull’isola verde per accompagnare la squadra in un’altra vittoria in trasferta, la terza consecutiva e in un derby, la quale vittoria mancava da sei decenni contro l’Ischia sul suo campo. (risultati e classifica qui).

In effetti al Mennella lo Stabia ha giocato in casa, sia per il grande calore dei suoi magnifici tifosi e sia per il clima di contestazione dei tifosi isolani contro la società e l’allenatore Porta, ma nel primo tempo ha subito la supremazia della squadra dell’Ischia che ha avuto un paio di occasioni clamorose per passare in vantaggio, colpendo pure un palo con Ingretolli. Pancaro, dovendo rinunciare all’infortunato Gammone ed in attesa del perfezionamento dell’acquisto di Lepiller ha schierato Ripa e Di Carmine in attacco, sostenuti da Vella e Bombagi sulle fasce e da Jiday e La Camera al centro con il recuperato Migliorini in difesa accanto a Romeo e Cancellotti e Contessa sulle fasce con Pisseri in porta, insomma una sorta di 4 4 2 di stampo sacchiano che però ha impressionato solo nella ripresa.

Ancora una volta, come contro la Lupa Roma, il gol dello Stabia è giunto sull’asse Cancellotti Ripa, che ha messo dentro in bella girata dopo un abile velo di Di Carmine, donando sicurezza alla squadra, che dopo pochi minuti è riuscita a trovare pure il raddoppio sempre sullo stesso asse.
Un Cancellotti ispirato, che sta riscattando gli errori commessi nelle prime gare, mettendosi sempre in evidenza con giocate importanti, assist e tiri come quello che, rimbalzando sulla traversa, pare che sia finito dentro la linea di porta, assicurando il raddoppio allo Stabia che in ogni caso sarebbe stato garantito dalla successiva azione di Ripa, che ha ribadito in gol di testa.

Pancaro ha inserito prima Nicastro per Vella e nel finale capitan Caserta per La Camera e Osei per Ripa nel tentativo di rispondere alla forte contro offensiva degli isolani che nel finale hanno segnato con Cruz e messo in difficoltà la difesa stabiese in almeno un paio di circostanze, nelle quali bisogna evidenziare ancora una volta la bravura di Pisseri, autore di un’altra grande parata in precedenza che fanno il paio con quelle contro Cosenza e Lecce. Prima dello strano gol dell’Ischia, favorito da un possibile tocco falloso di Cruz, Samuel Di Carmine si è visto annullare la terza rete per un fallo di mano molto opinabile, rimediando pure un’ammonizione come tanti altri compagni di un derby molto combattuto, che ha visto prevalere la squadra più forte per qualità, ma anche impegno e determinazione, tralasciando una classifica già di per se molto indicativa a riguardo e la precedente recente vittoria in coppa Italia.

Lo Stabia di Pancaro sta andando forte come un treno, ma il Benevento, ancora imbattuto, non sta sbagliando un colpo, battendo anche la Casertana in un altro derby ed anche Salernitana e Lecce continuano a vincere, per cui questo nuovo campionato di C o lega pro che dir si voglia sta garantendo molto interesse con un certo spettacolo e molto equilibrio nelle posizioni alte della classifica, regalando emozioni a iosa e speranze a tutti i protagonisti, e tra questi gli stabiesi ci sono, eccome se ci sono.

Il tabellino

Ischia: 1 Taglialatela, 2 Finizio, 3 De Agostini (21’st 18 Cruz), 4  Empereur, 5 Sirignano, 6 Rainone, 7  Di Cesare, 8 Fiandaca (1’st 15 Bulevardi), 9 Ingretolli (29’st 14 D’Amico), 10 Schetter, 11 Ciotola. A disposizione: 12 Giordano, 13 Florio, 16 Gerevini, 17 Maione. All. Antonio Porta.

Juve Stabia: 1 Pisseri, 2 Cancellotti, 3 Contessa, 4 La Camera (21’st 15 Caserta), 5 Romeo, 6 Migliorini, 7 Vella (18’st 17 Nicastro),  8 Jidayi, 9 Ripa (37’st 16 Osei), 10 Bombagi, 11 Di Carmine. A disposizione: 12 Fiory, 13 Jefferson, 14 Liotti, 18 Gomez. All. Giuseppe Pancaro.

Marcatori: 12’st Ripa (J), 20’st Cancellotti (J), 36’st Cruz (I).

Arbitro: Niccolò Baroni della sez. AIA di Firenze.

Assistenti: Domenico Campitelli della sez. AIA di Termoli e Cinzia Carovigno di Potenza.

Ammoniti: Contessa (J), Ripa (J), Cancellotti (J), Di Carmine (J), Romeo (J), Fiandaca (I), D’Amico (I).

Angoli: Ischia 2, Juve Stabia 5.

Recupero: 2’-6’.

Note: 1.218 spettatori, di cui 395 occupanti il settore ospiti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*