«

»

Ott 22

Le riflessioni di StabiAmore del dopopartita di: Coppa Italia-Lega pro: Juve Stabia vs Ischia

Logo StabiAmorePancaro ha dato l’impressione di snobbare la coppa Italia di lega pro, schierando nove riserve nella gara contro l’Ischia di Porta che, invece ha puntato su diversi titolari.
Nel primo tempo ci sono stati quattro gol e diverse emozioni con molti errori difensivi soprattutto da parte della difesa stabiese schierata con i centrali Jefferson e Romeo ed i laterali Ferrara e Liotti davanti al secondo portiere Fiory, apparso non impeccabile sui gol isolani. Ma a sbagliare maggiormente sono stati i centrali difensivi che hanno facilitato la vita agli attaccanti dell’Ischia Conte, Maione e la vecchia conoscenza Schetter, ex della Cavese grande rivale dello Stabia alcuni anni orsono. Dalle incomprensioni di Jefferson e Romeo, ma nelle occasioni anche Ferrara e Liotti non sono stati impeccabili, sono nati i gol della Cavese, che si è ritrovata a gestire un doppio vantaggio dopo che nei primi minuti gli avanti stabiesi Gargiulo e Nicastro hanno avuto la possibilità di segnare davanti a Taglialatela, figlio d’arte del famoso portiere del Napoli, chiamato Batman. Lo Stabia però non si è perso d’animo, realizzando con capitan Caserta ben presto la rete che ha riaperto la gara con una bella conclusione della distanza, che ha sorpreso Taglialatela e a sette minuti dalla fine del tempo Nicastro ha fatto pari con un altro bel tiro, scoccato dal limite dell’area di rigore.

Nella ripresa Porta ha sostituito Schetter con un altro giocatore esperto molto conosciuto a Castellammare per averci giocato nella storica stagione 2010-11, Ciotola, mentre Pancaro ha messo dentro nel finale prima Jiday, che nella prossima gara di campionato a Cosenza non ci sarà per squalifica, per il giovane D’Ancora e il giovanissimo esterno alto della Beretti Gisonni per capitan Caserta, dimostrando di avere a cuore il passaggio del turno, ma soprattutto la valorizzazione delle risorse giovanili della società.

Pancaro però ha dimostrato ancora una volta di essere un tecnico bravo e camaleontico, spostando Nicastro al centro dell’attacco al posto di Gargiulo, sostituito da La Camera, che ha affiancato Jiday e Osei a centrocampo in un 4 3 3 abbastanza efficace nonostante la scarsa vena mostrata ancora una volta da Bombagi. Anche il ghanese Osei oggi è stato in ombra, subendo forse l’eccessivo entusiasmo della rete di Pagani e dell’interessamento di alcune società di serie A, e prima del gol della vittoria stabiese l’Ischia ha fallito un paio di importanti occasioni nelle quali comunque il portiere Fiory ha fatto buoni interventi, soprattutto quello sull’ex Ciotola, aiutato dal palo. Nicastro nella finalizzazione dell’azione del 3-2, che ha dato la qualificazione allo Stabia all’ultimo minuto della gara, ha dimostrato di essere bravo a ricoprire tutti i ruoli in chiave offensiva ed in questo senso potrebbe essere prezioso nel proseguo della stagione.

Ora però bisogna pensare al campionato ed alla gara di sabato pomeriggio contro il Cosenza al San Vito, stadio nel quale lo Stabia non ha mai vinto, e sarebbe molto importante sfatare un altro tabù dopo quello del Torre, per continuare a realizzare imprese importanti in questa stagione di rilancio dopo il fallimento sportivo nella scorsa serie B.

 Il tabellino

Juve Stabia: 1 Fiory, 2 Ferrara, 3 Liotti, 4 Caserta (18′ st 17 Gisonni), 5 Romeo, 6 Jefferson, 7 Nicastro, 8  Osei, 9 Gargiulo (28′ st 15 La Camera), 10 D’Ancora (18′ st 16 Jidayi), 11 Bombagi. A disposizione: 12 Mennella, 13 Ioio, 14 Contessa, 18 Di Carmine. All. Giuseppe Pancaro
Ischia Isolaverde: 1 Taglialatela, 2 Finizio, 3 Empereur (39′ pt 14 De Agostini), 4 Impagliazzo, 5 Sirignano, 6 Di Cesare, 7 Cruz, 8 Gerevini, 9 Maione (33′ st 18 Ingretolli), 10 Schetter (1′ st 17 Ciotola), 11 Conte. A disposizione: 12 Lamarra, 13 Trofa, 15 Bulevardi, 16 Iannascoli. All. Antonio Porta

Arbitro: Vito Mastrodonato della sez. AIA di Molfetta.

Assistenti: Giuseppe Antonacci della sez. AIA di Barletta e Pierluigi Mazzei della sez. AIA di Brindisi.

Marcatori: 11′ pt Conte (I), 15′ pt Maione (I), 27′ pt Caserta (JS), 38′ pt e 44′ st Nicastro (JS)

Ammoniti: Maione (I), Liotti (JS)

Angoli: Juve Stabia 4, Ischia 2

Recuperi: 2′ pt, 4′ st

Note: 602 spettatori, per un incasso totale di € 2.860

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*