«

»

Set 22

Le riflessioni di StabiAmore del dopopartita di: Juve Stabia vs Barletta

Logo StabiAmoreDopo il rigore di Floriano del Barletta, con lo Stabia ridotto in dieci uomini, per l’espulsione di Romeo in seguito ad un fallo su Fall in area, in applicazione di una regola da me contestata fin da quando è stata introdotta circa venti anni fa, quasi nessuno avrebbe scommesso sulla vittoria della squadra di Castellammare (risultati e classifica finale qui).

Eppure Pancaro, giunto ad una serena pacificazione con la tifoseria dopo il successo di Caserta, è riuscito a non perdere la lucidità necessaria a raddrizzare una gara che dopo un buon inizio si era molto complicata, modificando lo schieramento iniziale molto offensivo con la presenza di Ripa, Gammone, Di Carmine e Vella, in un doveroso 4 3 2, sacrificando il match winner del Pinto, con l’innesto del difensore neo arrivato dal Vicenza, Jefferson.

Prima del rigore della squadra di Sesia, Vella e Ripa hanno avuto modo di mettersi in mostra in fase offensiva, mettendo in difficoltà il portiere pugliese Liverani, ma anche Pisseri ha fatto ottimi interventi, prima e dopo il pari dello Stabia, che ancora una volta ha esaltato il senso del gol del bomber stabiese, chiamato spider dai tempi del Sorrento.

Nella ripresa Pancaro ha avuto l’acume di inserire subito Bombagi al posto di Gammone che ha dato vitalità e respiro alla squadra, ma tutti i calciatori hanno fatto un’ottima gara, soprattutto Contessa e Di Carmine che ispirati da una ripartenza di Ripa hanno mostrato come è possibile fare un gol con una semplicità estrema anche in inferiorità numerica, facendo esplodere di gioia il Menti che non assisteva ad una vittoria netta dello Stabia da tempo immemorabile.

I tifosi stabiesi ancora una volta sono stati straordinari per tifo e passione e vanno perdonati anche gli eccessi verbali verso l’ex Biancolino in panchina per i suoi trascorsi indecorosi in maglia stabiese e le sue dichiarazioni rese nelle inchieste passate della giustizia sportiva, che inevitabilmente non potevano favorire un’accoglienza benevola. Il fallo di mano che ha determinato il rigore del terzo gol dello Stabia con la conseguente doppia ammonizione del difensore del Barletta, che ha ristabilito la parità numerica, non ha fatto altro che legittimare una vittoria limpida, netta, fortemente voluta dalla squadra e dal suo allenatore che ha avuto anche la giusta soluzione per il terzo cambio, facendo tributare la standing ovation a Ripa che nel frattempo ha realizzato pure il rigore e nello stesso tempo preservandolo per la trasferta di Martina della quinta giornata di campionato di mercoledì prossimo.

L’apoteosi finale sotto la curva cantando la canzone dello Stabia sulle note di Funiculì Funiculà del compositore stabiese Denza è stata la degna conclusione di una splendida domenica e la presenza di capitan Caserta, un po’ snobbato da Pancaro, insieme ai compagni di squadra dimostra pure che nello spogliatoio questa stagione si sta remando tutti dalla stessa parte per ridare entusiasmo e risultati ad una piazza che ha subito troppi torti negli ultimi tempi. Da questa domenica si può davvero ripartire per tornare protagonisti sulla scena calcistica.

 

Il tabellino
Juve Stabia: 1 Pisseri, 2 Cancellotti, 3 Contessa, 4 La Camera, 5 Romeo, 6 Migliorini, 7 Vella (27’pt 13 Jefferson), 8 Jidayi, 9 Ripa (33’st 18 Nicastro) 10 Gammone (1’st 17 Bombagi), 11 Di Carmine. A disposizione: 12 Fiory, 14 Liotti, 15 Caserta, 16 Osei. All. Giuseppe Pancaro.

Barletta: 1 Liverani, 2 Meola, 3 Cortellini, 4 De Rose, 5 Stendardo, 6 Radi, 7 Floriano, 8 Quadri (20’st 16 Gemignani), 9 Fall, 10 Venitucci (20’st 18 Dell’Agnello), 11 Branzani (30’st 13 Zammuto). A disposizione: 12 De Martino, 14 Regno, 15 Biancolino, 17 Palazzolo. All. Marco Sesia.

Marcatori: 21’pt Floriano rig. (B), 30’pt Ripa (J), 21’st Di Carmine (J), 26’st Ripa rig. (J).

Arbitro: Carlo Amoroso della sez. AIA di Paola

Assistenti: Damiano Margani della sez. AIA di Latina e Veronica Vettorel della sez. AIA di Latina.

Ammoniti: Branzani (B), Meola (B), Quadri (B), Radi (B), De Rose (B), Contessa (J).

Espulsi: 20’pt Romeo (J) per rosso diretto, 26’st Meola (B) per doppia ammonizione.

Angoli: 3-8

Recupero: 1’pt – 4’st.

Note: 1504 paganti, di cui 378 abbonati, per un incasso totale di 14.668,00 €.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*