«

»

Set 14

Le riflessioni di StabiAmore del dopopartita di: Casertana vs Juve Stabia

Logo StabiAmoreDopo la bocciatura del ricorso dello Stabia da parte della corte di giustizia del Coni e, in attesa della decisione della società di ricorrere o meno alla giustizia ordinaria per ottenere il risarcimento economico del mancato ripescaggio, è giusto occuparsi soprattutto del campionato di lega pro che si sta disputando.

A Caserta lo Stabia non poteva fallire per riscattare l’inizio stentato contro Catanzaro e Matera e per la tradizione favorevole dello stadio Pinto dove nel 1994 si conquistarono matematicamente i play-off con la vittoria sulla Sambenedettese.
Il tecnico Pancaro, molto chiacchierato in settimana per alcuni scontri dialettici con i tifosi e capitan Caserta, stasera dichiarato indisponibile, è riuscito ad ottenere un successo importante, migliorando la formazione iniziale con Migliorini al centro della difesa, escluso inspiegabilmente nelle due gare precedenti e attuando questa volta benissimo i cambi nella ripresa

Nel primo tempo, a parte i dieci minuti iniziali e pochi minuti finali, lo Stabia ha avuto una supremazia territoriale piuttosto evidente, sfiorando il gol con Ripa.

Nella ripresa la giusta espulsione di D’Alterio, decisa dall’attento arbitro Illuzzi di Molfetta, ha reso la gara a senso unico per le vespe che sono state brave ad approfittare della superiorità numerica, sfruttando per la rete decisiva la giocata dei due attaccanti che sono subentrati agli spenti Bombagi e Nicastro, vale a dire il redivivo Di Carmine e l’italo tedesco Vella, autore di un ottimo tiro che ha trafitto l’ex Fumagalli su una felice imbeccata dell’ex attaccante del Cittadella, che ha dimostrato di poter dare un apporto più importante, impiegato come esterno piuttosto che da punta centrale. La caparbietà dello stabiese Francesco Marano, ex di turno, assieme al portiere Fumagalli e a Murolo, non è bastata alla Casertana di Gregucci per ottenere un risultato positivo contro una squadra stabiese finalmente discreta in difesa e propositiva in fase offensiva. Prima dell’espulsione all’inizio della ripresa Pancaro ha fatto entrare Romeo al posto di un poco convincente Bacchetti e segnali positivi sono giunti anche dalle prestazioni dei cursori di fascia Cancellotti e Contessa oltre che da Jiday e La Camera a centrocampo e da Gammone e Ripa in attacco, abili a liberarsi per la conclusione in porta in diverse circostanze. L’estremo Pisseri è stato poco impegnato, ma si è ben disimpegnato in alcune circostanze, dimostrando di poter ben figurare in questa categoria, in attesa di visionare anche l’altro portiere Fiory, ma quel che più importa è che i numerosi tifosi giunti al Pinto e gli altri stabiesi che hanno seguito la gara dagli schermi dei computer hanno potuto finalmente riassaporare il sapore dolce di una vittoria che mancava da diversi mesi e in trasferta da circa un anno.

Ora domenica prossima contro il Barletta bisogna provare a dare continuità per gettarsi alle spalle al più presto le amarezze della passata stagione e del mancato ripescaggio, in fondo questa squadra con qualche opportuno accorgimento può diventare protagonista di un ottimo campionato, provando a far tornare quell’entusiasmo che si è un pochino assopito, ma che a Caserta, ancora una volta come venti anni fa dopo il gol decisivo di Giorgione Lunerti contro la Samb, ha dimostrato di poter contagiare la Castellammare sportiva.

Il tabellino
Casertana: 1 Fumagalli, 2 Bruno, 3 Bianco, 4 Carrus, 5 D’Alterio, 6 Murolo, 7 Alessandro (15’ st 13 Antonazzo), 8 Marano, 9 Diakitè (39’ st 17 Ricciardo), 10 Mancosu (1’ st 16 Mancino), 11 Cruciani. A disposizione: 12 D’Agostino, 14 Rajcic, 15 Chiavazzo, 18 Cunzi. All. Angelo Adamo Gregucci

Juve Stabia: 1 Pisseri, 2 Cancellotti, 3 Contessa, 4 La Camera, 5 Migliorini, 6 Bacchetti (1’ st 13 Romeo), 7 Nicastro (37’ st 17 Vella), 8 Jidayi, 9 Ripa, 10 Bombagi (23’ st 18 Di Carmine), 11 Gammone. A disposizione: 12 Fiory, 14 Liotti, 15 D’Ancora, 16 Osei. All. Giuseppe Pancaro

Arbitro: Lorenzo Illuzzi della sez. AIA di Molfetta

Assistenti: Pietro Carlo Pollaci della sez. AIA di Palermo e Gianluigi Di Stefano della sez. AIA di Brindisi

Marcatore: 41’ st Vella (JS)

Ammoniti: Bacchetti (JS), Mancosu (C), Cruciani (C), D’Alterio (C), Bombagi (JS), Jidayi (JS), Bianco (C)

Espulso: 13’ st D’Alterio per doppia ammonizione

Angoli: Casertana 5, Juve Stabia 1

Recuperi: 2’ pt, 2’ st

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*