«

»

Set 07

Le riflessioni di StabiAmore del dopopartita di: Juve Stabia vs Matera

Logo StabiAmoreL’ennesima ingiustizia subita non ci allontanerà dall’amore della nostra vita, così recitava il testo dello striscione esposto in curva San Marco dai tifosi stabiesi, di gran lungo la cosa più bella vista al Menti durante la gara tra Stabia e Matera, valevole per l’anticipo della seconda giornata del campionato unico di lega pro.
Infatti la gara non ha entusiasmato i circa mille presenti che hanno sfidato la pioggia e lo sconforto della retrocessione e del mancato ripescaggio per assistere ad un’altra prestazione incolore della squadra stabiese, incapace di battere il Matera del tecnico Auteri, rivale storico delle vespe quando guidava il Catanzaro e la Nocerina. 

Nel primo tempo lo Stabia ha provato a fare qualcosa in più degli avversari, sfruttando la buona vena del giovane Gammone, schierato a sorpresa in campo da Pancaro in attacco nel suo consueto 4 3 3, modulo speculare a quello del Matera di Auteri che si affida inizialmente al tridente offensivo formato da Letizia, Guerra e Madonia. Nella difesa stabiese manca ancora una volta inspiegabilmente Migliorini e Pancaro preferisce affidarsi a Bombagi a centrocampo accanto a La Camera e Jiday a sostegno delle punte Ripa, Gammone e Nicastro, mentre il Matera preferisce rinunciare a schierare dall’inizio il neo acquisto Albadoro, ex calciatore dello Stabia della stagione di grazia del 2011. Il gol di Ripa su assist di Bombagi al 26° è molto contestato dal Matera per un presunto fallo subito prima dello sviluppo dell’azione, ma non rilevato dall’arbitro debuttante, il sig. Sprezzola di Mestre.

Lo Stabia oltre al gol ha provato a segnare con Gammone e ancora con Ripa, mentre Nicastro e La Camera non hanno costruito quasi nulla in fase offensiva, giocando una gara decisamente mediocre. Anche il Matera ha avuto qualche buono spunto, e il portiere Pisseri è riuscito a cavarsela anche se a volte ha sbagliato il tempo dell’uscita, ma solo nella ripresa riuscirà a realizzare il gol del pari con una grande conclusione dell’ex nocerino Letizia, favorito da un grave errore difensivo di Tommaso Cancellotti, che ha ricordato quelli di Ghiringhelli della scorsa stagione. Se Pancaro ha fatto bene nello schierare Sergio Contessa sulla fascia al posto di Liotti, non altrettanto può dirsi dei cambi opinabili decisi nella ripresa con il redivivo Di Carmine, che nel recente mercato non è riuscito ad ottenere nessuna chiamata interessante da altre squadre, al posto di Ripa e poi Caserta e Vella al posto di Bombagi e Nicastro.

Infatti nel secondo tempo il Matera, che ha operato bene i suoi cambi a cominciare dall’ingresso di Albadoro, è finito in crescendo, creando persino maggiori pericoli di uno Stabia stanco e provato, che è riuscito solo a segnare sugli sviluppi di un calcio piazzatto un gol con il centrale Bacchetti, giustamente annullato per fuorigioco. Per il resto si è vista una difesa distratta che ha bisogno come il pane di almeno un calciatore esperto, ma anche un centrocampo lento e privo di idee nel quale il solo Jiday, capitano di giornata, ha brillato in dinamismo, mentre in attacco si è tirato pochissimo in porta, anzi con l’ingresso di Di Carmine lo si è fatto ancora meno. Alla fine della gara hanno applaudito solo i tifosi del Matera con i quali è stato rinnovato il gemellaggio all’inizio, mentre i tifosi stabiesi hanno con diversi cori comunicato a Manniello di volere uno Stabia più forte e di meritare di più. 

Adesso la società in vista del primo difficile derby campano contro la Casertana di sabato prossimo è chiamata ad operare subito, acquistando qualche calciatore svincolato ancora libero e contemporaneamente a preparare al meglio il ricorso alla corte del Coni per il mancato ripescaggio in B, che da giovedì 4 è stato rinviato a giovedì 11 settembre, probabilmente per permettere al Vicenza di cominciare il campionato, boicottando dunque per l’ennesima volta la squadra stabiese, oltre al Pisa di Braglia.

Il tabellino

Juve Stabia: 1 Pisseri, 2 Cancellotti, 3 Contessa, 4 La Camera (25’ st 15 Caserta), 5 Romeo, 6 Bacchetti, 7 Nicastro (38’ st 17 Vella), 8 Jidayi, 9 Ripa (16’ st 18 Di Carmine), 10 Bombagi, 11 Gammone. A disposizione: 12 Fiory, 13 Migliorini, 14 Liotti, 16 D’Ancora. All. Giuseppe Pancaro
Matera: 1 Baiocco, 2 Bernardi, 3 Mucciante, 4 De Franco, 5 Daiello, 6 Cuffa (29’ st 16 Iannini), 7 Letizia, 8 Coletti, 9 Guerra (19’ st 14 Albadoro), 10 Madonia (31’ st 15 Pagliarini), 11 Gotti. A disposizione: 12 Bifulco, 13 Mercadante, 17 Pino, 18 Di Noia. All. Gaetano Auteri

Arbitro: Nicolò Sprezzola della sez. AIA di Mestre

Assistenti: Michele Grossi della sez. AIA di Frosinone e  Simone Zanella della sez. AIA di Latina

Marcatori: 26’ pt Ripa (JS), 7’ st Letizia (M)

Ammoniti: Cancellotti (JS), Bacchetti (JS); Baiocco (M), Bernardi (M), Mucciante (M) Daiello (M), Guerra (M)

Angoli: Juve Stabia 6, Matera 6

Recuperi: 0’ pt, 5’ st

Note: 1323 paganti, di cui 322 abbonati, per un incasso totale di 11.250,00 €

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*