«

»

Ago 11

Le riflessioni di StabiAmore del dopopartita di: Juve Stabia vs Prato – Coppa Italia

Logo StabiAmoreA Castellammare non si parla altro che della possibile riammissione in serie B, anche se l’organizzazione di Brescia dei tifosi stabiesi per l’ultima trasferta dell’ultima disastrosa stagione e la presenza dignitosa nell’ultima gara al Menti contro il Carpi con le manifestazioni successive al centro sociale di via dei Mugnai, hanno dimostrato che l’amore per la maglia va oltre qualsiasi categoria sia impegnata la squadra.

La gara vinta stasera contro il Prato di coppa Italia maggiore, quella detenuta dal Napoli di Benitez, è passata in secondo piano, surclassata da questa attesa spasmodica che si vive nella calda Castellammare agostana per la riammissione nel campionato di B, vissuta con i discorsi fitti dei tifosi in tutti i settori dello stadio Menti. Nei giorni precedenti c’è stato il comunicato della società, l’iniziativa del Sindaco e del consiglio comunale, fortemente sostenuta dalle associazioni Stabia in progress e StabiAmore, le centinaia di mail dei tifosi alla federazione e a Sky per chiedere di ripristinare il campionato di B a 22 squadre, recuperando la squadra stabiese al posto del Siena, perché l’unica ad avere i requisiti imposti dal regolamento, non essendo stata penalizzata nelle ultime due stagioni, al contrario di Novara, Padova e Reggina che pur l’hanno preceduta nell’ultima classifica della cadetteria. Sapremo qualcosa in più nelle prossime ore, nel frattempo possiamo tornare a godere di una vittoria ottenuta senza subire reti in casa, un fatto che non si realizzava dalla gara contro il Gubbio sempre di coppa Italia, anche se la gara di stasera non è stata certamente entusiasmante.

Si è visto però qualcosa di buono nell’impegno mostrato, nella discreta prestazione dei nuovi Migliorini e La Camera e dei reduci della scorsa stagione Romeo, D’Ancora e Caserta, subentrato ad un impalpabile Gargiulo nella ripresa, nell’esperienza e nel coraggio mostrato nell’occasione del rigore decisivo dal neo acquisto Ripa, che per il resto deve recuperare un evidente ritardo di preparazione fisica. Il giovane tecnico Pancaro ha preferito far giocare subito anche il portiere Pisseri arrivato da pochi giorni e che deve mettere a punto l’intesa con i compagni di reparto, che però hanno saputo tenere a bada i temibili attaccanti del Prato Rubino e Fofana, rischiando solo nella ripresa con i nuovi ingressi dei toscani.

Sono state invece decisive le sostituzioni dell’allenatore stabiese, in quanto Caserta e D’Ancora sono stati determinanti, il primo per la sua indiscutibile classe e tecnica di livello superiore alla media, il secondo perché è riuscito a procurarsi il rigore che ha deciso la gara e la qualificazione dello Stabia al secondo turno di coppa Italia. Non hanno particolarmente brillato, ma sono stati ordinati gli esterni difensivi Liotti e Cancellotti e il capitano occasionale Jiday, mentre hanno dimostrato di avere buoni numeri Bombagi e Nicastro che hanno caratteristiche prettamente offensive in un reparto che, però con la probabile cessione di Di Carmine ed il recente infortunio di Gomez ha bisogno di rinforzi. Per affrontare la prossima stagione sia in lega pro che nella categoria superiore, nel caso dell’auspicabile riammissione, la società deve acquistare almeno un calciatore di una certa esperienza per reparto, e siamo convinto che farà tutto quanto è nelle proprie possibilità, magari cominciando a farlo già per la prossima trasferta di Varese nel secondo turno di coppa di domenica prossima, nel quale lo Stabia potrà vendicare la sfortunata sconfitta ai rigori al Menti della scorsa stagione.

Il Tabellino:
Juve Stabia: Pisseri, Cancellotti, Liotti, La Camera (27′ st D’Ancora), Romeo (42′ st Bacchetti), Migliorini, Nicastro, Jidayi, Ripa, Bombagi, Gargiulo (1′ st Caserta). A disposizione: Fiory, Contessa, Elefante, Ciampi. All. Giuseppe Pancaro

Prato: Ivusic, Bandini, Eguelfi, Pasa, Ghidotti, Rickler, Romanò (35′ st Gabbianelli), Cavagna, Rubino, Fanucchi (10′ st Dametto), Fofana (1′ st Grifoni). A disposizione: Brunelli, Longo, Bengala, Benedetti. All. Vincenzo Esposito

Arbitro: Andrea Morreale della Sez. AIA di Roma 1. Assistenti: Michele Grossi della sez. AIA di Frosinone e Paolo Bernabei della sez. AIA di Tivoli. IV Ufficiale: Francesco Fourneau della sez. AIA di Roma 1

Marcatore: 31′ st Ripa (rig.)

Angoli: Juve Stabia 4, Prato 5

Recuperi: 1′ pt, 5′ st

Note: 2.650 spettatori per un incasso totale di 12.150 €

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*