«

»

Gen 24

BASKET MASCHILE-UISP: Amicizia & Sport Stabia cala il poker!

Amicizia e sport StabiaQuarta partita di campionato e quarta vittoria per l’Amicizia & Sport che nell’attesissimo match di Castellammare di Stabia di venerdì 17 gennaio ha sconfitto Parco Vesuvio Napoli 65 – 57. Un successo che vale tanto perché ottenuto contro una diretta concorrente per la qualificazione alla seconda fase della stagione. Nulla da fare per gli ospiti, nonostante i tentativi orgogliosi di De Vita e Vista, autori rispettivamente di 22 e 16 punti.

Coach Acanfora deve, ancora una volta, fare i conti con un’infermeria piena, a cui si aggiunge l’indisponibilità di Di Martino, pedina fondamentale nello scacchiere dell’allenatore stabiese. La partita è molto sentita e lo si vede dagli atteggiamenti assunti in campo da entrambe le compagini già dal primo secondo: tensione e nervosismo la fanno da padrona… si raggiunge il bonus dopo pochi minuti dalla palla a due. Nel 1° quarto, I due falli a testa dei due playmaker stabiesi costringono il coach a modificare le tattiche previste per il match. Il 1° quarto vede prevalere lo Stabia per 19-16.

La musica non cambia neanche nel 2° quarto in quanto nessuna delle due squadre riesce a predominare sia fisicamente sia nel numero dei canestri segnati. I falli sono davvero tanti e inutili soprattutto per i giocatori di casa che continuano a cadere nei tranelli dei più esperti avversari; troppe volte gli stabiesi hanno abboccato all’amo… troppe volte hanno regalato tiri liberi agli ospiti. La seconda sirena vede i “blues” ancora avanti (35-31). Al rientro dagli spogliatoi ci si aspetta un cambio di gioco degli stabiesi che purtroppo continuano a commettere falli inutili e costringono Acanfora a fare qualche cambio in più. Con l’ingresso in campo di Landolfi (che riesce a dare maggiore sicurezza ai suoi compagni) e l’esperienza di Cassano e Starace, l’Amicizia & Sport Stabia riesce a mantenere il vantaggio contro Parco Vesuvio e aumenta ulteriormente il gap alla fine del 3° quarto (45 – 39). Gli animi in campo si surriscaldano troppo; i giocatori, più volte, costringono gli arbitri ad usare il pugno duro. Da falli di gioco si passa troppe volte a falli volontari e antisportivi e neanche i time out, chiamati dai rispettivi allenatori, riescono a placare gli spiriti guerrieri. L’ultimo quarto prosegue punto a punto, gli stabiesi cercano di controllare il risultato e non corrono grossi pericoli di rimonta. A 27 secondi dalla fine del match, quando il risultato era già in cassaforte, visto il +8 stabiese, Scognamiglio, n.14 partenopeo, decide di lanciarsi volontariamente e inutilmente contro il n.69 Claudio Salerno. Espulsione diretta del giocatore napoletano e ambulanza per il giocatore stabiese che è stato costretto alle cure mediche in ospedale. Per fortuna l’infortunio non è così grave come lo era sembrato in campo. Contrattura muscolare con versamento ematico; per lui 15 giorni di riposo prima di riprendere gli allenamenti. Alla fine della partita il tabellone elettronico segna 65 – 57 per gli stabiesi. Seppur con una partita poco bella dal lato sportivo, un elogio va al roster stabiese per aver dimostrato ancora una volta compattezza di gruppo e una forma fisica invidiabile.

Così a fine gara il presidente Castaldo: “La gara è stata una vera e propria dimostrazione di intensità fisica da parte della nostra compagine. Gli avversari di turno, una squadra di giocatori non proprio giovanissimi ma esperti, sono giunti a Castellammare per confermare l’imbattibilità in  campionato. Da subito si era percepito che la partita sarebbe stata tutt’altro che facile, infatti i giocatori del Parco Vesuvio hanno dato alla gara un ‘impostazione di sicuro non improntata sulla correttezza sportiva. Forti del proprio bagaglio tecnico e della lunga esperienza in serie superiori, non si sono trattenuti dal “dispensare” falli di gioco al limite della correttezza.
La nostra squadra, anche se meno esperta, vista l’età dei miei giocatori, nell’arte del classico “contatto intimidatorio” ha risposto con un ottimo connubio di energia mentale e fisica, annullando il divario di esperienza esistente tra le due compagini. Elogio meritato per i due arbitri, che hanno dato ampia dimostrazione delle loro capacità, tenendo il controllo della gara, prima che quest’ultima potesse direzionarsi su binari poco sportivi.
Il nostro team ha ulteriormente confermato la propria capacità di poter vincere grazie alla forza del gruppo, anche in tipologia di gara di natura “nervosa”, trovando di volta in volta un giocatore che in un dato momento della partita dia il giusto in-put a tutta la squadra, come è accaduto, per questa partita, a Luigi Landolfi che ha saputo spronare con i suoi canestri i propri compagni e indirizzarli verso una non semplice vittoria”.

Prossima partita: 27 gennaio 2014 ore 20.30: Briganti Piscinola Napoli – Amicizia & Sport Stabia

 

Tabellino: Amicizia & Sport Stabia – Parco Vesuvio: 65 – 57 (19-16, 16-15, 10-8, 20-18)

Amicizia & Sport Stabia: Tito 7, Castaldo 1, Landolfi 7, Starace 14, Carotenuto 11, De Cristofaro 2, D’amato 0, Cassano 15, Salerno 4, Cannavale 4, Ragone n.e., Scarica n.e.

Parco Vesuvio Napoli: De Vita 22, Tammaro 2, Di Franco 15, Gianturco 0, Vista 16, Lato 2, Scognamiglio 0, Covello 0, Colella 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*