«

»

Gen 14

PALLAVOLO: Doppietta in casa Volleyball Stabia

Si crede solitamente che al rientro dalle feste natalizie il metabolismo sia lento e ci voglia tempo per riprendere il ritmo quotidiano eppure il campo della VBS ha sfatato questa teoria.

L’anno è nuovo, ma il percorso è vecchio: si vince- o meglio- si continua a vincere sia con l’Open misto che con la I divisione maschile. Nessuna scusa da post- feste che tenga in quanto gli allenamenti sono proseguiti durante tutto il periodo natalizio.

Ha aperto le porte al 2014 la squadra mista guidata dal coach Antonio D’Auria che in tre set consecutivi (25/18 ,25/15, 26/24) il 9 Gennaio ha messo a tacere la compagine di Cercola.

La vittoria non è stata però semplice: la mancanza del palleggiatore Amoruso e della banda Longobardi ha spinto D’Auria  a ricorrere a rinforzi come l’ attaccante Alminni e il libero de Santis nel ruolo di alzatore , entrambi militanti in I divisione.

Il gioco funziona con linearità e successo nei primi due set benché lo stato di salute di alcuni membri non fosse al massimo.

Al III parziale D’Auria capovolge totalmente la squadra con l’ingresso di Scalese al palleggio, di Antonio Amoruso in attacco, De Iulio opposta e Nasuto al centro. È in questo momento che le difficoltà si mostrano tutte, causa anche l’inesperienza e la lunga inattività di alcuni. I padroni di casa vanno sotto di 10 punti e tale resta il distacco fino al rientro di Alminni che riporta regolarità in campo. Si aggancia il punteggio e si vince per 26-24 . “Quarta vittoria su quattro e senza perdere neanche un set,i risultati si commentano da soli:ottime prestazioni dei singoli e di squadra ci hanno consentito di battere avversari sempre più insidiosi partita dopo partita. Questa vittoria è importante in quanto ottenuta in mini-emergenza vista l’assenza di alcune pedine molto rilevanti e poiché a questi si aggiungeva qualche elemento non al top della condizione fisica o dell’ inserimento in squadra.
Sono molto contento della grande rimonta del terzo set,sotto di 11 a 1, causa nuovi innesti magari un po’ freddi ed emozionati. Si è riusciti nell’impresa di avere la meglio sull’avversario giocando da un certo punto in poi addirittura la migliore pallavolo in termini di concentrazione e cattiveria agonistica degni del leone che è rappresentativo della Volleyball Stabia.
Nel prossimo futuro avremo una decisiva e difficilissima sfida contro i campioni in carica dell’ Orienthares. Dovremo giocare tutta la partita con la lucidità e determinazione mostrata nella rimonta del terzo set e sfruttando le nostre superiori individualità per riuscire a batterli,visto che  vantano un affiatamento maggiore e dei vantaggi dal punto di vista tattico.”
commenta il capitano pro-tempore Camillo Fusco. Decisivo quindi lo scontro di Martedì 21 tra le mura di casa per mantenere la leadership “e  lì” afferma D’Auria ”si muoverà realmente la classifica vedendo sul serio cosa siamo in grado di fare”.

 A questo primo regalo per il presidente Mosca è seguito nella mattina di Domenica il successo casalingo della I divisione maschile conclusosi con un difficile , sudato ed impegnativo 3-2 contro la Brigata Fusaro, seconda nel ranking.

Formazione standard con Alminni e Sepe alla banda, Solimene opposto, Amoruso in regia, Giordano e Imperatore al centro e de Santis a gestire la difesa. Il I set conta una certa tranquillità con uno studio attento da entrambe le parti dove il voto in più va ai padroni di casa che chiudono sul 25-18 nonostante l’uscita di Giordano per un dolore alla schiena. Il 2° parziale si rivela il Mr Hyde della squadra stabiese con un cambiamento totale di personalità e gioco. Il Fusaro si riorganizza nonostante un palleggiatore per nulla pulito nei tocchi e mette in crisi i padroni di casa.

Sul 16-10 per gli ospiti il cambio è d’obbligo: D’Auria su Alminni e al centro, grande rientro sulla scena di Andrea Rispoli (titolare nelle serie  precedenti di B2 e C). Questo non basta:i ragazzi di Solimene restano sempre sotto e sul 18-10 lo stesso allenatore lascia il posto a Giannone: stanchezza o tentativo di  cambiare gioco?

Poco importa. Troppe le rigiocate necessarie per chiudere un punto e maggiore l’efficienza in attacco dei napoletani. Chiuso sul 25-20 per gli ospiti, il 3° set riparte ancora in svantaggio fino al 14 pari. Da qui si risale , in barba a discutibili scelte arbitrali che accendo toni nervosi dentro e fuori da campo. Ci si alterna però nei reciproci successi perché se il referto segna il parziale agli stabiesi, il 4° è di nuovo per gli ospiti sul 26-24 sulla scia di un arbitraggio che mostra numerose pecche e lacune tecniche.

Ormai i giochi sono fatti ed il tie-break è decisivo per gli uomini di patron Mosca. Alminni firma il 16-14 dopo 2 ore e un quarto di partita e  così commenta: “ Buona prestazione tranne per il black-out di 2° e 4° set davvero regalati e peccato per il punto importante perso così. Nonostante questo, siamo sulla buona strada

Che fosse una grande fatica lo si sapeva già” ammette il mister Solimene “Era uno scontro diretto da cui pretendevamo il punteggio pieno. Ne abbiamo ottenuti solo 2 e speriamo di non doverci pentire per quel punto lasciato per strada. Purtroppo si è sentita oggi la mancanza di tutti gli effettivi agli allenamenti e in particolare hanno pesato i numerosi infortuni.

Addetto stampa VBS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*