«

»

Dic 22

Le riflessioni di StabiAmore del dopopartita di: Crotone vs Juve Stabia

Logo StabiAmoreLo Stabia riesce solo a fare pari contro il Crotone, ma con una gara difensiva stava riuscendo alla fine a conquistare quella vittoria che poteva riaprire il discorso salvezza. (per visualizzare la classifica clicca qui)

Pea, pur non cambiando modulo, ha però sorpreso nelle scelte, preferendo ancora Martinelli e Ghiringhelli in difesa ed escludendo Sowe per Baraye a sostegno di Di Carmine, che anche oggi si merita l’encomio per l’impegno mostrato, il gol realizzato e il sacrificio di giocare in porta nell’ultimo minuto di recupero. 

Nel primo tempo lo Stabia ha giocato meglio del Crotone, che pure ha dimostrato di essere una squadra vivace e ricca di giovani interessanti come il napoletano Dezi, che è stato il migliore in campo ed è passato in vantaggio sull’asse degli ex calciatori del Cittadella Martinelli e Di Carmine, che di testa ha anticipato l’incerto portiere senegalese Gomis. La difesa dello Stabia pure ha mostrato le solite pecche, ma è stato bravo Viotti a cavarsela in diverse circostanze, mentre Suciu e Baraye hanno giocato discretamente in fase offensiva, non tralasciando però un prezioso lavoro di contenimento, che ha permesso alla squadra stabiese di chiudere in vantaggio il tempo. 

Nella ripresa Pea ha cambiato Martinelli che dopo l’ammonizione era a rischio espulsione con Di Nunzio, aspettando forse un po’ troppo ad inserire Sowe per Baraye, che ha perso palla in occasione del pari del Crotone, che è stato poi determinata sul traversone crotonese successivo da un’inopinata deviazione nella propria porta di Contini, ancora una volta protagonista in negativo della difesa stabiese. Dopo il gol del pari il Crotone è diventato padrone del campo, collezionando azioni su azioni per passare in vantaggio, soprattutto con uno straordinario Dezi sempre sugli scudi, ma un po’ impreciso nelle conclusioni a rete. La squadra di Drago ha avuto diverse occasioni prima con Bernadeschi e Bidaoui e poi anche con Pettinari e l’ex Cavese De Giorgio sempre con il valido contributo a sostegno di Crisetig e Cataldi, ma come spesso avviene nel calcio è stato lo Stabia ad avere la migliore occasione nel finale in una bella azione di contropiede molto bene condotta da Sowe, ma non finalizzata da Zampano che ha sbagliato il controllo della palla in piena area di rigore ed in precedenza Ghiringhelli prima di uscire per crampi per Davì, ha fornito un assist a Scozzarella che non è riuscito a definire, dimostrando tutta la sua scarsa forma attuale,

Nei minuti finali di recupero Viotti ha commesso l’ingenuità di andare a fare polemica con gli avversari molto fuori della sua area e ha preso il secondo giallo insieme a De Giorgio, costringendo Di Carmine a giocare in porta per circa sessanta secondi. Il pari di Crotone, squadra sorprendente e molto in alto in classifica, sarebbe stato con un’altra classifica oro colato, ma nella situazione attuale può essere considerato solo un brodino utile a tenere caldo Pea in vista delle ultime gare con Brescia e Carpi prima della lunga sosta di gennaio. Insomma il punto non è utile in classifica, serve solo per alzare un po’ il morale e a trascorrere un Natale leggermente più sereno, ma è sempre meglio il pareggio che stare a raccontare l’ennesima sconfitta.

 

Il tabellino

CROTONE (4-3-3): Gomis; Abruzzese, Cremonesi, Del Prete, Mazzotta; Bidaoui, Catald (84′ Mastriani), Crisetig; Dezi, Bernardeschi (54′ De Giorgio), Ishak (66′ Pettinari). A disp.: Secco, Suagher, Galardo, Matute, Pasqualini, Torromino. All.: Drago.

JUVE STABIA (3-5-2): Viotti; Contini, Ghiringhelli (78′ Davì), Lanzaro; Martinelli, (55′ Di Nunzio), Zampano, Mezavilla, Scozzarella, Suciu; Baraye (67′ Sowe ), Di Carmine. A disp.: Calderoni, Caserta, Doninelli, Diop, Doukara, Parigini. All.: Pea.

 

NOTE: Espulsi: De Giorgio (C) al 90′ per doppia ammonizione, Viotti (J) al 90′ per doppia ammonizione. Ammoniti: Di Carmine, Di Nunzio, Martinelli, Scozzarella (J), Mastriani (C).

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*