«

»

Ott 18

Ecco il pronostico di Padova vs Juve Stabia con l’analisi pre-gara del Presidente di StabiAmore

Lo Stabia sta attraversando il periodo più nero della sua storia recente in serie B, e una parte dei tifosi sta mettendo in discussione persino Piero Braglia, l’artefice dei successi degli ultimi tre campionati.

Dopo la terza sconfitta interna con il Cesena, la sesta in appena nove giornate la squadra stabiese è attesa sabato ad una prova quasi da ultima spiaggia all’Euganeo, contro un Padova con gli stessi problemi in classifica, pure arrabbiato per dei presunti torti arbitrali ricevuti nel derby con il Cittadella. Dunque non sarà una passeggiata fare punti contro la squadra allenata da Bortolo Mutti, che cerca la vittoria come e più dello Stabia per abbandonare l’ultimo posto in classifica. Mutti ha preso una squadra in grosse difficoltà, ma che può contare su una rosa con elementi di indubbio valore come il portiere Simone Colombi che noi conosciamo benissimo per il periodo splendido trascorso a Castellammare, che tra l’altro non sarà l’unico ex della gara perché in attacco il Padova può disporre anche di Raimondi, che pure ha lasciato un buon ricordo per alcune sue giocate di qualità, ma che è stato anche protagonista di qualche esuberanza fuori dal campo insieme a Mbakogu, che per anni in comproprietà tra le due squadre è stato poi disconosciuto da entrambe.

La squadra patavina può vantare ancora su calciatori come Modesto, Santacroce, Perna, Cuffa, Pasquato e sugli avanti Feczesin, Vantaggiato, Ciano, Diakite e rimane in attesa del possibile arrivo di Tommaso Rocchi, sondato a quanto pare dallo stesso Stabia.

Nel frattempo Mutti ha fatto esordire nell’ultima gara interna con successo un attaccante giovane proveniente dai dilettanti, Melchiori, mostrando di saper rischiare senza aspettarsi troppi regali dalla sua società. Braglia da parte sua non ha potuto esporre le sue considerazioni sul momento difficile della squadra per la pesante squalifica che, seppure ridotta dopo il ricorso preparato dall’avvocato Chiacchio, terminerà solo il 24 ottobre, con le cronache che riferiscono di riunioni tese con i suoi calciatori da poterlo indurre a fare diversi cambiamenti nella formazione e nel modulo rispetto a quanto visto al Menti contro il Cesena. In porta appare certa la conferma del bravo ed esperto Calderoni, uno dei pochi a salvarsi dal disastro dell’ultima gara e in difesa potrebbero rivedersi Zampano e Murolo, mentre a centrocampo si dovrebbe definitivamente recuperare Mezavilla oltre a Caserta, reduce dal grave lutto per la scomparsa del fratello, ed in attacco potrebbe esserci spazio per un tridente con Di Carmine, Diop e Sowe, con la solita incognita di Diakara un acquisto finora poco apprezzato. In difesa ci sono stati troppi errori e leggerezze in queste prime nove giornate, ma anche l’attacco non sta per nulla brillando, nonostante alcuni spunti offensivi, che però contro il Cesena non hanno prodotto neppure lo straccio di un gol, sintomo di una mancanza di concretezza che in questo inizio stagione è stata sempre evidente. Siamo convinti che un attaccante di esperienza e spessore come Tommaso Rocchi servirebbe molto, più che allo stesso Padova, squadra con la quale si sta già allenando, ma in ogni caso sono svincolati e disponibili altri elementi di valore come Bogdani o Bonazzoli.

Ci sarà molto da soffrire in questo campionato, ma resto convinto che lo Stabia è in grado di sovvertire ogni pronostico e di fare risultato pieno anche all’Euganeo di Padova, se riuscirà a ritrovare la determinazione, la rapidità e la brillantezza che lo hanno contraddistinto fino a qualche mese fa e se anche Braglia tornerà ad essere oculato nelle sue scelte del modulo e degli uomini, prima e durante la stessa gara. In ogni caso il tecnico toscano rimane il più grande allenatore della storia della squadra stabiese sia per quanto riguarda il gioco espresso, sia per i risultati raggiunti e per noi dell’associazione StabiAmore non è giusto metterlo alla gogna in nessun caso, non fosse altro per quella riconoscenza, che nel calcio come nella vita deve essere considerata un valore di grande importanza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*