«

»

Ott 04

Ecco il pronostico di Ternana vs Juve Stabia con l’analisi pre-gara del Presidente di StabiAmore

La sconfitta di Palermo ha indotto la società stabiese a prendere una serie di decisioni importanti prima di affrontare la delicata trasferta di sabato pomeriggio al Liberati di Terni. Innanzitutto è stato deciso di portare la squadra in ritiro a Cascia da lunedì sera, poi è stato deciso di chiamare nella dirigenza Gianni Improta, il “baronetto di Posillipo”,come consulente del presidente Manniello, che è stato squalificato dopo le proteste al Menti per l’arbitraggio del sig. Bruno contro il Lanciano e infine di servirsi dell’allenatore della Primavera, Mario Turi, per avere un tecnico in panchina, in caso di indisponibilità di Isetto per problemi di salute, che a sua volta sta sostituendo lo squalificato Braglia, considerando che Gennaro Iezzo, allenatore dei portieri non possiede il patentino. Insomma a Terni sulla panchina stabiese dovrebbero sedere Improta e Filippi come dirigenti, e Isetto o Turi come tecnici insieme a Gennaro Iezzo in attesa dell’esito del ricorso per le squalifiche di Braglia e Manniello padre e figlio. Su sollecitazione dell’associazione StabiAmore, ma anche di tutta la tifoseria stabiese, la società ha fatto pure richiesta alla lega di serie B di voler onorare la scomparsa di Gaetano Musella, grande capitano e fantasista dell’era del presidente Fiore, almeno con la possibilità di portare il lutto al braccio o sulla maglia, se non fosse possibile celebrare un minuto di raccoglimento, che sarebbe sicuramente il gesto più adatto, nonostante quello che dice il regolamento. 

Venendo alla partita di sabato contro una squadra, la Ternana, partita per puntare ai play-off, ma coinvolta, con un punto appena in più dello Stabia, nella zona bassa della classifica e quindi in piena crisi, bisogna considerare anche altre squalifiche e cioè quella dei calciatori Lanzaro, Murolo e Scozzarella da parte stabiese e quella dell’allenatore Toscano sulla sponda umbra.

La Ternana recupera invece Farkas e deve verificare le condizioni fisiche di altri calciatori di una rosa sicuramente competitiva ed importante che può contare sui vari Rispoli, Masi, Ferronetti, Nolè, Maiello, Bernardi, Antenucci, Ceravolo e l’ex stabiese Zito.

Lo Stabia, invece conta molto sulla voglia di Vitale di dimostrare il suo valore contro la sua ex squadra nella quale ha realizzato ben undici reti nella scorsa stagione, ma anche sulla voglia di riscatto dei recuperati in difesa Contini, Di Nunzio, Martinelli e Ciancio, uno dei pochi a salvarsi dal naufragio di Palermo, ma anche a centrocampo dei vari Doninelli, Suciu e Jiday, escludendo Mezavilla, che ufficialmente risulta ancora infortunato, ed infine in fase offensiva bisogna verificare moduli ed uomini, scegliendo tra i vari Sowe, Di Carmine, Doukara, ma anche tra l’attempato Caserta e il baby Parigini e gli altri coloured Diop e Baraye che finora si sono visti pochissimo, anche per problemi che esulano dall’aspetto tecnico ed investono la sfera comportamentale.In porta bisogna scegliere come al solito tra Calderoni, Viotti e Branescu e verificare la conferma sulle fasce di Zampano, che ha compiuto gli anni in settimana e di Ghiringhelli, che a Palermo ha commesso un errore che lo stesso compagno Vitale ha definito “istintivo”, mettendo in porta una palla dalla sua posizione di fuorigioco, palla che probabilmente sarebbe comunque finita dentro e che avrebbe sicuramente cambiato la storia e il volto della partita. 

Per dare una sterzata al campionato dello Stabia invece è necessario fare punti al Liberati con la Ternana, in attesa del recupero degli squalificati e di una condizione fisica migliore per riprendere la navigazione verso acque meno agitate della classifica.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*