«

»

Set 25

Le riflessioni di StabiAmore del dopopartita di: Juve Stabia vs V.Lanciano

Logo StabiAmoreCredo che questa sia stata la più brutta partita che si sia vista al Menti in serie B, molto simile ad una gara di serie C, con un arbitraggio altrettanto scarso, proprio come il gioco messo in mostra dalla Stabia e dal Lanciano, che però è riuscito a vincere. ( risultati e classifica cliccando qui)

Penso che anche Braglia abbia commesso molti errori a cominciare dalla formazione iniziale che a tre giorni dalla gara del Tombolato è stata la stessa con il solo Doninelli al posto di Caserta. Non sono sembrati infatti in condizione diversi giocatori, in primis Contini che ha risentito del recente infortunio, ma anche Jiday, Scozzarella e Di Carmine hanno giocato molto al di sotto del loro abituale rendimento, e lo Stabia non è riuscito a fare il gioco al quale ci ha abituato, puntando piuttosto su lanci lunghi e tanto agonismo che alla fine però è risultato più dannoso che utile. Devo dire che anche il modulo adottato nel primo tempo non era quello adatto a scardinare la difesa attenta ed ordinata di un Lanciano, non per caso ancora imbattuto in campionato, sarebbe stato meglio, a mio avviso, giocare con due o tre attaccanti, come poi in parte è avvenuto nella ripresa. Se ad una gara confusa, a tratti nervosa e piena di errori dei calciatori stabiesi, aggiungiamo i clamorosi errori di una terna arbitrale, che ha dimostrato oggi di non essere all’altezza del campionato cadetto, si capisce perché alla fine lo Stabia non è riuscito ad evitare la sconfitta.

Nel primo tempo si sono visti pochissimi tiri in porta, ma tanti falli ed errori clamorosi come quelli di arbitro ed assistente, che hanno visto la mano di Casarini fuori area, mentre invece il tocco è stato dentro e quello di Contini che sulla sponda opposta ha favorito il bravo attaccante di colore Thiam, che ha avuto vita facile nell’occasione del gol pesantissimo del Lanciano. In precedenza il sig. Bruno di Torino aveva già preso decisioni discutibili, quando su un calcio piazzato ci sono state le ammonizioni di Contini e Vitale e invece aveva lasciato correre in altre circostanze con falli molto più gravi, ma questo signore oggi in divisa blu e nera ha fatto ancora peggio nella ripresa.

Gli errori arbitrali però non bastano a giustificare la partitaccia dello Stabia che, pur avendo collezionato ben 14 calci d’angolo non è riuscito quasi mai ad impensierire seriamente il portiere Sepe, che ha mostrato comunque di avere la concentrazione giusta in ogni circostanza. Anche i cambi non hanno pienamente convinto perché togliere Doninelli, che nonostante qualche brutto errore, stava cercando comunque di proporre soluzioni di gioco, ha diminuito ulteriormente il tasso tecnico del centrocampo. L’ingresso di Doukara al fianco di Di Carmine ha trasformato il 4 2 3 1 iniziale nel più classico 4 4 2, ma il secondo cartellino giallo per Contini, ad inizio ripresa francamente esagerato per non dire inventato, ha cambiato ancora la disposizione della squadra stabiese. Come a volte accade l’inferiorità numerica non ha prodotto però un peggioramento, anzi lo Stabia ha messo in campo tanto impegno e dinamismo che avrebbe meritato un risultato diverso, ma a parte un colpo di testa di Lanzaro, parato con una certa difficoltà, Sepe non ha compiuto interventi importanti. Braglia ha deciso di equilibrare un po’ la squadra, temendo il colpo del ko del Lanciano, inserendo Murolo al posto di Jiday, ma per la verità il Lanciano, tranne qualche spunto di classe di Thiam, non ha prodotto molto, subendo anzi lo Stabia molto più di prima. Anche l’ingresso di Suciu al posto di un deludente Scozzarella non è servito, anche se Vitale è sembrato più vivace con il rumeno in campo, cercando di mettere in mezzo qualche palla importante, ma altri due sono stati gli errori che hanno impedito allo Stabia di pareggiare, quello di Di Carmine che invece di fare un facile assist per i compagni in area si è intestardito nel cercare un improbabile tiro da posizione molto defilata e quello dell’arbitro che non se l’è sentita di fischiare il rigore allo Stabia nel recupero per un altro fallo di mano in area. Alla fine non solo non è arrivato il pari che sarebbe stato il risultato più giusto di una gara brutta e fallosa, ma c’è stata anche l’espulsione di Scozzarella per delle proteste che si poteva risparmiare, finendo così la sua modesta gara nel modo peggiore.

Dopo la vittoria di Cittadella ci si aspettava che lo Stabia concedesse il bis e invece non solo è arrivata una sconfitta, ma anche un arretramento nella classifica e nel gioco e come se non bastasse anche due espulsioni, che incideranno negativamente sulle trasferte successive molto difficili a Palermo e Terni. Insomma per Braglia c’è tanto da lavorare e da recriminare ma non solo nei confronti dell’arbitro, il sig Bruno di Torino, che da parte sua dovrebbe avere l’onestà di ammettere che in questa gara è stato davvero modesto e assolutamente non all’altezza del campionato di serie B.

Il tabellino

Juve Stabia (4-2-3-1): 44 Calderoni, 3 Vitale, 5 Doninelli (4′ st 21 Doukara), 9 Di Carmine, 15 Ghiringhelli, 16 Sowe, 17 Zampano, 18 Jidayi (30′ st 6 Murolo), 23 Lanzaro, 28 Contini, 29 Scozzarella (33′ st 7 Suciu). A disposizione: 1 Branescu, 11 Diop, 13 Martinelli, 14 Djiby, 19 Di Nunzio, 20 Baraye. All. P. Braglia

Virtus Lanciano (4-3-3): 33 Sepe, 3 Mammarella (31′ st 21 Nicolao), 4 De Col, 5 Troest, 6 Amenta, 7 Turchi, 8 Minotti (40′ st 15 Buchel), 11 Plasmati, 17 Vastola, 27 Thiam, 32 Casarini. A disposizione: 22 Casadei, 2 Aquilanti, 9 Fofana, 19 Falcinelli, 23 Piccolo, 24 Di Cecco, 28 Gatto. All. M. Baroni

 

Arbitro: Bruno di Torino. Assistenti: Pegorin di Latina, Ceccarelli di Terni. IV Ufficiale: Ciampi di Roma 1

Ammoniti: Vastola (VL), Thiam (VL), Plasmati (VL), Casarini (VL), Minotti (VL), Vitale (JS), Lanzaro (JS)

Espulsi: Contini (JS) per doppia ammonizione, Scozzarella (JS) per proteste

Marcatore: Thiam 45′ pt

Angoli: Juve Stabia 13, Virtus Lanciano 0

Recupero: 3′ pt, 5′ st

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*