«

»

Set 15

Le riflessioni di StabiAmore del dopopartita di: Juve Stabia vs Siena

Logo StabiAmoreLo Stabia non riesce ancora a vincere, ma almeno questa volta non perde contro una squadra fortissima come il Siena. La squadra di Braglia ha creato le condizioni per vincere, ma ancora una volta il portiere Branescu ha vanificato gli sforzi con errori su entrambe le reti subite. (per visualizzare Risultati e Classifica clicca qua)

Il tecnico cambia calciatori e moduli, ma si ostina a non cambiare il portiere ed i fatti continuano ad evidenziare la necessità di far giocare Viotti o Calderoni e a questo punto credo che anche Braglia ne debba prendere atto. In difesa ha schierato gli esperti Contini e Lanzaro con Ghiringhelli e Zampano sulle fasce, un centrocampo a tre con Vitale, Scozzarella e Suciu e Caserta alle spalle di un inedito attacco Di Carmine, Sowe contro un Siena formato da elementi di serie superiore come Rosina, Valiani, D’Agostino, Pulzetti, Angelo e Paolucci e ben condotto dall’esperto Beretta.

Lo Stabia nel primo tempo conduce la gara e riesce a segnare due volte, la prima con Scozzarella su assist di Vitale e la seconda con lo stesso Vitale su rigore concesso per un fallo sul bravo Di Carmine. Purtroppo in area incertezze dei difensori e il solito tocco sbagliato di Branescu hanno favorito Giannetti che ha realizzato il gol che ha riaperto la gara nel finale del primo tempo, ma già sullo 0-0 il portiere, scuola Juventus, ha avuto un’uscita infelice che poteva favorire il gol di Paolucci.

 

       

Nella ripresa Sowe, che ha svolto una buona gara ma solo in fase di copertura, ha avuto di testa la palla che poteva chiudere la gara a pochi passi dal portiere Lamanna, ex Bari, ma poi purtroppo c’è stata un’altra frittata di saponetta Branescu, che non è riuscito a trattenere la conclusione dalla distanza di Valiani, favorendo il comodo appoggio in porta di Paolucci, che ha riportato le squadre in parità. Solo a questo punto, forse con ritardo, Braglia ha ritenuto di sostituire uno stanco Sowe con il gregario Jiday e lo Stabia ha rifiatato dopo molti minuti dove ha subito il gioco del Siena, che ha dimostrato comunque di essere una squadra sprecata per la serie B, potendo contare anche su una panchina con calciatori come Vergassola, che rappresentano un autentico lusso per la categoria. Poi sono entrati Diop, perdonato a metà dopo i fatti di Reggio Calabria, al posto di un Caserta ancora lontano dalla condizione migliore e Doninelli per Suciu, che ha giocato in un ruolo a lui più congeniale da interno a metà campo e lo Stabia ha chiuso in attacco, dimostrando di essere sulla strada della guarigione, nonostante il peso di portiere dal fisico possente, ma dai modesti mezzi tecnici, che a mio modesto avviso non dovrebbe essere schierato titolare.

Il tabellino

Juve Stabia (4-4-2): 1 Branescu, 3 Vitale, 7 Suciu (38′ st 5 Doninelli), 9 Di Carmine, 10 Caserta (30′ st 11 Diop), 15 Ghiringhelli, 16 Sowe (23′ st 18 Jidayi), 17 Zampano, 23 Lanzaro, 28 Contini, 29 Scozzarella. A disposizione: 33 Viotti, 13 Martinelli, 14 Djiby, 19 Di Nunzio, 21 Doukara, 27 Parigini. All. P. Braglia

Siena (4-3-3): 1 Lamanna, 5 Dellafiore, 6 Angelo, 7 Giannetti (38′ st 29 Giacomazzi), 9 Paolucci, 11 Feddal Zouhair (1′ st 18 Milos Mato), 19 Morero, 20 Rosina (27′ st 24 Spinazzola), 21 D’Agostino, 26 Valiani, 30 Pulzetti. A disposizione: 12 Farelli, 8 Vergassola, 13 Crescenzi, 14 Scapuzzi, 16 Mannini, 23 Schiavone. All. M. Beretta

 

Arbitro: Gavillucci di Latina; Assistenti: Melloni di Modena, Paiusco di Vicenza; IV Ufficiale: La Penna di Roma1

Ammoniti: Dellafiore (S), Valiani (S), Suciu (JS), Branescu (JS), Contini (JS), Sowe (JS)

Marcatori: 23′ pt Scozzarella (JS), 32′ pt Vitale rig. (JS), 37′ pt Giannetti (S), 22′ st Paolucci (S)

Angoli: Juve Stabia 5, Siena 8

Recupero: 3′ pt, 5′ st

Note: spettatori 2488 spettatori (1002 paganti + 1486 abbonati), per un incasso complessivo di € 29.080

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*