«

»

Mag 04

Le riflessioni di StabiAmore del dopopartita di: Cesena vs Juve Stabia

Logo StabiAmoreLo Stabia continua a perdere in trasferta e non riesce a tirarsi definitivamente fuori dalla zona rischiosa della classifica, (per vedere la classifica clicca qua) manifestando anche al Manuzzi di Cesena i soliti errori difensivi e la cronica mancanza di concretezza sotto rete. Braglia ed Isetto hanno optato per un modulo elastico, schierando Nocchi in porta, Martinelli, Murolo e Figliomeni in difesa,

Baldanzeddu, Doninelli, Suciu e Caserta a centrocampo e Verdi, Bruno ed Acosty in fase offensiva. La gara nel primo tempo è stata nelle mani dello Stabia che però, dopo aver reclamato un rigore su Bruno e mancato un paio di conclusioni in area, ha subito il gol al 38° da Succi sugli sviluppi di una parata di Nocchi e di un clamoroso mancato intervento di Figliomeni.

Nella ripresa entra Improta per Suciu e subito lo Stabia realizza il pari sugli sviluppi di un calcio piazzato di Caserta con una bella girata di Martinelli in area, degna più di una punta che di un difensore. Successivamente entrano Mezavilla per Doninelli e al posto di Bruno, Cellini che commette un errore da matita blu, calciando addosso al portiere Campagnolo invece di passare al centro ai compagni meglio piazzati. Questo errore che, rappresenta un po’ l’emblema della stagione fallita da Cellini nello Stabia, compromette la gara e facilita la vittoria del Cesena, che nel finale trova altre due reti con Meza Colli ed ancora Succi, approfittando delle solite incertezze della retroguardia stabiese. Insomma troppi errori in difesa e in attacco stanno determinando un pericoloso ridimensionamento della classifica dello Stabia che da eccellente è divenuta clamorosamente a rischio play-out, anche se al momento gli stessi per la regola dei punti tra quartultima e quintultima non sarebbero disputati.

Comunque sabato prossimo la gara al Menti col Verona non è certamente quella delle più facili per racimolare questo benedetto punto che manca per assicurarsi la matematica salvezza, per cui sarebbe importante che tutto l’ambiente stabiese ritrovi la concretezza necessaria per ottenerlo.

Il tabellino:

Cesena(3-5-2):22.Campagnolo; 14.Comotto, 5.Tonucci(23’st 15.Brandao), 2.Morero; 20.Gessa, 37.Arrigoni ( 10’st 25. Ceccarelli), 6.Meza Colli, 10. Coppola, 36. Consolini; 24. Graffiedi (7’st 28. Lolli), 19. Succi. A disposizione: 1.Ravaglia, 8.Djokovic, , 16.Giandonato, 18. Cicarevic, , Allenatore: Bisoli

Juve Stabia(3-5-2):1.Nocchi;, 2.Martinelli, 23.Figliomeni, 28. Murolo; 25.Baldanzeddu, 5.Doninelli (14’st 8. Mezavilla) , 17.Suciu (1’st 16.Improta), 10.Caserta, 27.Acosty; 9.Bruno (24’st 20.Cellini), 7.Verdi. A disposizione: 22.Seculin, 6.Scognamiglio, 5.Agyei, 14. Gorzegno, 16.Improta, All. Braglia.

Arbitro: Roca di Foggia; Assistenti: Bagnoli e Pegorin. IV Ufficiale: Albertin.

Note: Giornata primaverile. Terreno di gioco in buone condizioni. Spettatori 9.500 circa di cui 100 provenienti da Castellammare.

Ammoniti: Murolo, Doninelli, Consolini

Marcatori: 37’pt Succi; 3’st Martinelli 35’st Meza Colli, 47’st Succi.

Angoli: 2-1.

Recuperi: 0’pt; 4’st

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*