«

»

Gen 23

BASKET MASCHILE: Stabia a picco, alla prima del 2013 sconfitta all’overtime

Contro la Partenope Napoli regna l’equilibrio: serve un tempo supplementare per decretare il vincitore. Un super Filippi castiga gli ex compagni. Festinese: “Sfortunati, ma resta l’ottima prestazione”.

Non poteva esserci inizio d’anno peggiore per la Nuova Polisportiva Stabia. A rovinare il ritorno in campo della compagine di Aldo Festinese è la Partenope Napoli, che alla Tendostruttura “Severi” si aggiudica un match poco spettacolare dal punto di vista tecnico-tattico, ma decisamente ricco di emozioni, terminate  soltanto al termine di un tempo supplementare. ( per visualizzare la classifica clicca qua)
La gara evidenzia subito la buona personalità di entrambe le squadre, che d’altronde si dividono la posta nella conduzione dei parziali (il primo va ai padroni di casa, il secondo agli ospiti). Piacevole alternanza anche tra i principali interpreti: il team di Olivo viene trascinato dal solito Filippi, ex di turno che a fine partita risulterà decisivo (i suoi 23 punti, più di un terzo del totale, gli consegneranno la palma di top scorer); la squadra di Festinese si aggrappa invece all’insolito duo Del Prete – Marino, bravi a mantenere una buona media realizzativa per tutto il corso del match. Il 25-23 che manda le squadre negli spogliatoi è solo il preludio di una partita destinata a prolungare le attese dei rispettivi tifosi.
Nel terzo quarto la Nuova Polisportiva (senza poter contare sull’apporto del bomber Salvatore) alza la voce soprattutto con i giovani (buona la prova di Donnarumma, nella foto, oltre a quella del già menzionato Marino), che mandano gli avversari a -8 (45-37 alla terza sirena).
Il roseo quintetto stabiese continua a condurre la sua ottima prova fino alle ultimisse battute dell’incontro, quando i partenopei sfoggiano il cinismo necessatio per rimettere i giochi  in discussione. Galvanizzata dal pareggio raggiunto in extremis (55-55) con cui si chiudono i quaranta minuti regolamentari, la formazione napoletana riesce nell’intento di spegnere gli entusiasmi dei padroni di casa, di cui si può dire tutto, tranne che non abbiano gettato il cuore oltre l’ostacolo.
Sacrificio inutile, si direbbe, visto che alla fine viene premiata l’esperienza degli ospiti (60-66 il risultato finale), che di prepotenza strappano due punti pesantissimi che li mantengono al terzo posto. Per lo Stabia, che scivola quinto (ma ha una partita in meno), soltanto un plauso per una gara ben giocata contro uno degli avversari più tenaci del momento. Il primo è quello di coach Festinese: “Abbiamo fatto un’ottima partita. Ci è mancata un pò di esperienza, visto che nel finale non siamo riusciti a gestire il vantaggio. Perdere ai supplementari fa sempre male, ma guardiamo avanti”. Infine qualche elogio agli under: “Stanno dimostrando grande personalità”.
La Nuova Polisportiva Stabia è ora attesa da una settimana di fuoco: mercoledì 23 gennaio (ore 20:45) recupero della quarta di ritorno a Napoli, contro la Megaride, penultima in classifica e battuta al fotofinish all’andata. Domenica 29 (ore 18:30) altra insidiosissima trasferta, sul campo dell Virtus Monte di Procida, che, dopo aver messo il turno (è reduce da sette vittorie consecutive) è intenzionata a vendicare la bruciante sconfitta rimediata tre mesi fa a Castellammare.

NUOVA POLISPORTIVA STABIA – PARTENOPE NAPOLI 60-66 (d1ts. Parziali: 15-12, 25-23, 45-36, 55-55)

IL TABELLINO:

N.P. STABIA: Marino 15, Del Prete 15, Somma 10, Campanile 9, Olivieri 7, Di Luise 2, Donnarumma 2, Del sorbo, Federico, Manzo, Saggese ne, Salvatore ne. Coach: Festinese.
PARTENOPE: Filippo 23, Mangani 12, Vallone 10, Pisacane 7, Foa 5, Maddaloni 5, Capasso 2, D’Abgelo 2, Erra, Ariante. Coach: Olivo.

Simone Piccolo
Ufficio Stampa BTS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*