«

»

Dic 12

BASKET FEMMINILE: Saces Mapei Stabia caparbia e orgogliosa

In crisi di risultati e reduce da tre sconfitte consecutive (ultima la sfortunatissima gara di recupero infrasettimanale con la New System Maddaloni), la Saces Mapei Stabia era a caccia di un successo fondamentale per ritrovare serenità e muovere nuovamente la classifica. (per visualizzare la classifica clicca qua)

La vittoria arriva con merito al termine di una partita dai due volti e a farne le spese è la pimpante Pink Sport Bari, squadra giovanissima e ben organizzata.

La gara inizia subito bene per le pugliesi, che a sorpresa, mettono sotto assedio la squadra di casa, vistosamente contratta e distratta. Sulle ali dell’entusiasmo la Pink trova gioco veloce e precisione, a scapito di una incredula Saces che sotto canestro riesce a sbagliare l’impossibile. Il primo quarto termina così sul 6-19 per le sorridenti ospiti. Nell’incredulità generale, la seconda frazione sfila sulla falsariga dei primi dieci minuti: Stabia letteralmente smarrita che fatica nel trovare le giuste misure e Bari cinica e precisa che sfrutta appieno la velocità e l’intelligenza tattica del gioiellino Ricercato e l’ottima condizione atletica di Delli Carri e compagne. Al termine dei primi venti minuti, le troppe occasioni sprecate sotto canestro dalle stabiesi (complice la freschezza atletica e la determinazione delle ospiti), pesano come un macigno e lo scoramento è più che giustificato. Le squadre giungono così all’intervallo lungo sul 17-35.

Lo spauracchio di sortire una sconfitta davanti al pubblico amico, a questo punto sembra materializzarsi nella maniera più amara possibile, diciotto lunghezze da recuperare sono davvero tante. Per continuare a sperare la Saces è chiamata ad offrire una prestazione sopra le righe, la pausa negli spogliatoi offre tempo e modo all’intero gruppo di riflettere e metabolizzare quanto stia accadendo, coach Ursini, con il suo saper fare, trova le giuste parole per caricare emotivamente le sue ragazze, che in quanto ad orgoglio di certo non sono seconde a nessuno. La Saces rientra in campo, determinata come non mai, il terzo minitempo è tutto ad appannaggio delle locali che stringono le maglie difensive e contrattaccano con straordinaria efficacia e precisione, in questo frangente vien fuori il bel gioco di squadra, le veloci azioni combinate di D’Avolio, coadiuvata in cabina di regia da Patrizia Di Capua, ridanno il giusto ritmo a Iozzino e al devastante gioco di Negri. Carotenuto (tanto cuore e gioco di sacrificio) è a dir poco superlativa, ben assistita dalle tenaci Gemini e Di Costanzo impongono la presenza stabiese sotto le plance. Maria Gallo (top player con 19 punti) ritrova freddezza, precisione e la giusta via del canestro. Bari perde la sicurezza ed il sorriso, la frazione è letteralmente surriscaldata dal ritmato ed incessante incitamento di tutti gli spettatori e come sempre dagli irriducibili supporters del “GATE 69”, ed è caratterizzata dal prodigioso recupero delle determinatissime atlete stabiesi che con un parziale di ben 23-7 riescono a ricucire l’immenso gap di svantaggio, chiudendo sul momentaneo 40-42.

Nella quarta ed ultima frazione la Saces, continua a premere sull’acceleratore; le fulminee ripartenze della squadra di casa, affondano come lama nel burro. Il convulso testa a testa degli ultimi minuti, viene interrotto da una bomba della Maria Gallo a 5′ dal termine, che dà il momentaneo vantaggio (52-49) alle stabiesi. Bari accusa il colpo e cede al dilagare delle padrone di casa. Al suono della sirena il tabellone segna il definitivo 61-51. Saces Mapei Stabia, vince con merito portandosi a 10 punti in classifica, e mette alle spalle uno sfortunato periodo da dimenticare.

 

SACES MAPEI STABIA-PINK SPORT BARI 61-51
(1°Q 6-19  –  2°Q 17-35  –  3°Q 40-42  –  finale 61-51)
 
SACES MAPEI STABIA: Iozzino 1, Di Capua, D’Avolio 9, Carotenuto 11, Di Concilio ne, Negri 11, Di Costanzo 2, Natale ne, Gemini 8, Gallo 19. 
Coach: Ursini
 
PINK SPORT BARI: Araneo 2, Ricercato 10, Liuzzi 5, Delli Carri 15, Sasso, Pastore A. ne, Pastore M. 9, Perrone 10, Caradonna ne.
Coach: Ferrante
 
Arbitri: Marino e Rodia di Avellino
Uscite per falli: Perrone (Pink Sport Bari)
Spettatori: circa 200
SACES  MAPEI  STABIA
L’Addetto Stampa – Maurizio Cuomo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*