«

»

Nov 20

BASKET MASCHILE: Stabia abulica, contro Cercola prima sconfitta interna

Gli ospiti sbancano il “Severi” 71-82. Esordio amaro per coach Festinese.

Il turno di riposo non giova alla Nuova Polisportiva Stabia targata Aldo Festinese: la prima sulla panchina della Tendostruttura “Severi” non porta bene al neoallenatore gialloblu, che contro la Pallacanestro Cercola vede i suoi subire il primo ko della stagione.
Il 71-82 finale premia il cinismo del team ospite, che dal terzo quarto in poi prende in mani le redini del gioco e del risultato, relegando ai margini una Nuova Polisportiva da rivedere.
L’equilibrio regna incontrastato nelle prime due frazioni di gioco, durante le quali i quintetti si alternano a condurre la gara. Lo Stabia si affida soprattutto alle iniziative di Somma e Campanile, la cui apparente serata di grazia sembra far sorridere i tifosi di fede gialloblu. La squadra di Di Lorenzo non risponde con un autentico finalizzatore, ma manda a segno gran parte dei propri effettivi, approdando così negli spogliatoi sul punteggio di 34-33 (riducendo dunque al minimo il passivo, che nel primo quarto era stato leggermente più pesante, ovvero 19-14, sempre in favore dei gialloblu).
L’avvio della terza frazione ripropone sostanzialmente quanti visto durante le prime due. A partire dal quarto minuto, però, Cercola inizia a trovare nella difesa uno contro uno il tallone d’Achille degli stabiesi, che soffrono maledettamente la velocità di Guarino e la fisicità di Suriano, la cui crescita esponenziale comincia a mettere in crisi la difesa dei locali. Questi ultimi non vedono compromessa la gara, che però vede ora la formazione ospite comandare le operazioni (50-57 alla terza sirena).
Negli ultimi dieci minuti una ferita Nuova Polisportiva prova a rifarsi sotto con la generosità del giovane Marino (nella foto) e con la cattiveria agonistica di Salvatore, ma deve nuovamente fare i conti con il cecchino Suriano (ancora bravo a spaccare la vulnerabile difesa stabiese), con la mano calda di Ronca (autore di ben tre triple) e con un arbitraggio che, seppur non decisivo per le sorti di un match meritatamente vinto dal team ospire, non raggiunge  la sufficienza (è ancora un rebus la spiegazione del fallo tecnico chiamato a Festinese): tutte problematiche che alimentano pian piano il secondo tonfo consecutivo dello Stabia, che chiude addirittura con uno scarto in doppia cifra (-11).
A fine gara, coach Festinese esprime tutta la propria delusione per il poco felice esordio, motivando la sconfitta dei suoi: “Abbiamo difeso male contro una squadra che, purtroppo, non si addice alle nostre caratteristiche, e che infatti soffriamo molto. Siamo stati poco concreti anche dalla distanza, in più loro sono stati nettamente superiori sul piano della fisicità. Ora bisogna lavorare tanto per tornare in fretta a giocare come sappiamo”.
Nonostante il ko del “Severi” la Nuova Polisportiva è ancora seconda, ( per visualizare la classifica clicca qua ) con dieci punti, in coabitazione con Partenope e Monte di Procida. Si allontana, invece, il Pielle Matera, che ora è solo in testa con quattro punti di vantaggio sulle tre inseguitrici. Classifica cortissima, visto che la stessa Cercola e altre quattro squadre, seguono a quota otto.
Sabato 24 novembre (ore 19:00) lo Stabia sarà di scena a Pozzuoli, contro una Virtus reduce dal successo di Barra grazie al quale ha agganciato il terzo posto in graduatoria. Per i napoletani occasione per raggiungere proprio gli stabiesi, che sono invece chiamati alla vittoria che manca quasi da un mese.

 

IL TABELLINO

NUOVA POLISPORTIVA STABIA 71-82 PALLACANESTRO CERCOLA (Parziali: 19-14; 34-33; 50-57)

N.P. STABIA: Campanile 19, Salvatore 18, Somma 14, Marino 10, Olivieri 4, Cavallaro 3, Di Luise 3, Gaudino, Del Prete, Federico ne, Starace ne, Donnarumma ne. Coach: Festinese.

PALL. CERCOLA: Suriano 24, Ronca 17, Guarino 16, Scola 7, Iorio 7, D’avino 5, Pone 3, Torino 3, D’ambrosio, Esposito ne, Paolocci ne, Di Perna ne. Coach: Di Lorenzo.

Simone Piccolo
Ufficio Stampa BTS

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*