«

»

Set 29

Le riflessioni di StabiAmore del dopopartita di: Juve Stabia vs Padova

Finalmente lo Stabia centra la vittoria, in una gara giocata con determinazione in un afoso pomeriggio di fine settembre contro un Padova non irresistibile.

Braglia è costretto a rinunciare a Caserta, ma sceglie Nocchi in porta, puntando sullo stesso schieramento della ripresa di Grosseto dove Mbakogu e Acosty hanno imperversato. Certo, senza Caserta il modulo 4 3 3 somigli più ad un 4 5 1, anche 

perchè Zito non ha le sue caratteristiche, ma fortunatamente oggi si è rivisto il Mezavilla dei tempi migliori e ancora un discreto Erpen, mentre non hanno convinto Genevier e Figliomeni, tornato con Murolo al centro della difesa.
Il portiere Anania, campione con il Pescara la scorsa stagione, ha reso la vita più facile allo Stabia, quando si è fatto espellere per proteste, ma la squadra in superiorità numerica ha sofferto a trovare le chiavi per scardinare la difesa patavina. Braglia solo a metà ripresa ha inserito Bruno per Zito, dando più sostanza all’attacco e mettendo Jerry nelle condizioni di segnare il gol pesante della vittoria. Poi il nigeriano si è infortunato ed è entrato Agyei e nel finale lo zar ha sostituito Erpen in una gara non brillante, dove però contava rimediare 3 punti e così considerando la traversa di Mezavilla e le altre occasioni l’unica nota stonata è stata l’espulsione di Baldanzeddu, ma ora il treno stabiese può cominciare a partire.
Fa piacere che si sia sbloccato Mbakogu in attesa di Cellini, mentre in porta Nocchi era emozionato e ha rischiato qualcosa all’inizio, quindi su difesa e centrocampo Braglia deve ancora lavorare molto, ma vincere è la migliore medicina per uno Stabia malaticcio in via di guarigione, come lo ha ben definito Braglia.
Per visualizzare la classifica clicca qua 

Decide la rete di Mbakogu al 18’st

Juve Stabia (4-2-3-1): 1.Nocchi; 25.Baldanzeddu, 23.Figliomeni, 28.Murolo, 19.Dicuonzo; 2.Genevier, 8.Mezavilla; 27.Acosty, 7.Erpen (39’st 18.Danilevicius), 3.Zito (17’st 9.Bruno); 11.Mbakogu (23’st 4.Agyei). A disposizione: 22.Seculin, 6.Scognamiglio, 16.Improta, 21.Jidayi. All. Piero Braglia

Padova (3-4-3): 22.Anania; 5.Piccioni, 6.Trevisan (19’pt 29.Feltscher), 13.Legati; 33.Renzetti, 14.Araujo, 8.Cuffa, 23.Cionek; 10.Farias (24’pt 1.Silvestri), 9.Granoche, 11.Cutolo (25’st 16.Viviani). A disposizione: 3.Franco, 17.Jelenic, 19.Galli, 20.De Vitis. All. Fulvio Pea

Arbitro: Leonardo Baracani di Firenze Assistenti: Marco Avellano di Busto Arsizio e Damiano Di Iorio di Verbania

IV Ufficiale: Giuseppe Cifelli di Campobasso

O.A.: Antonio Cardella di Torre del Greco

Ammoniti: Mezavilla, Mbakogu, Baldanzeddu, Nocchi (JS); Anania (PD)

Espulsi: Anania (PD); Baldanzeddu (JS)

Angoli: 16 – 1

Marcatori: 18’st Mbakogu (JS)

Recupero: 3′(pt), 4′(st)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*