«

»

Apr 06

Le riflessioni di StabiAmore del dopopartita di: Vicenza vs Juve Stabia

Uno Stabia ancora una volta impressionante, come lo definisce giustamente Braglia, domina al Menti di Vicenza e travolge i padroni di casa sotto una valanga di reti e giocate spettacolari. Praticamente non c’è stata mai partita, è sembrata subito troppo netta la differenza tra le due squadre, con lo Stabia che ha chiuso i conti già nel primo tempo, grazie ad un grande gioco corale, finalizzato dal solito Sau, che oggi ha regalato numeri di alta scuola, dimostrando di essere pronto per la serie A. Ma tutto lo Stabia oggi ha giocato da serie A, ben oltre i meriti del piccolo sardo, che si è giovato dell’apporto della squadra per realizzare la sua prima tripletta. Bravissimi pure Danilevicius, reduce da un infortunio, Mbakogu, che ha sostituito Zito sulla fascia sinistra e pure Erpen, Mezavilla e Scozzarella, mentre la difesa resta imbattuta per la terza gara consecutiva. Certamente il Vicenza impelagato in zona play-out è sembrato una squadra in difficoltà, ma era parso così pure il Varese, che poi ha battuto il Pescara e che si trova in zona promozione, per cui i meriti dello Stabia superano i demeriti dei veneti e Braglia riesce a compiere un’altra impresa, salvando la squadra stabiese con mesi di anticipo. Non ci sono dubbi il tecnico merita la nostra cittadinanza onoraria.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*