«

»

Mar 04

Le riflessioni di StabiAmore del dopopartita di: Juve Stabia vs Nocerina

Lo Stabia riesce a recuperare un prezioso pari nel derby con la Nocerina, che si era portata avanti nel primo tempo con la doppietta di Negro. Prima della gara gli altoparlanti hanno diffuso le note del grande cantautore Lucio Dalla come aveva proposto StabiAmore e tutto lo stadio ha applaudito a lungo per onorare la memoria di uno stabiese acquisito. Entrambi gli allenatori hanno apportato dellemodifiche agli undici previsti dai giornali di stamane, ma noi siamo stati tra i pochi ad affermare che Braglia avrebbe potuto rinunciare ancora a Scognamiglio per favorire un suo completo recupero fisico, ma forse anche per punirlo per le dichiarazioni pregara ritenute fuori luogo. Sulla destra al posto di Erpen, Braglia ha scelto Raimondi, che però non ha entusiasmato, mentre Auteri ha escluso Castaldo per schierare Negro, che invece è stato determinante. Nel primo tempo infatti i suoi gol uniti ad una buona prova di Merino hanno portato la Nocerina a chiudere con un doppio vantaggio, apparso comunque eccessivo, nonostante la prova poco brillante dello Stabia, che soffriva molto a centrocampo e sulle fasce. Bisogna dire che prima del gol molosso, Zito aveva colpito il palo e Sau aveva sprecato una facile occasione. Nella ripresa l’ingresso del redivivo Jerry Mbakogu al posto di Raimondi e poi quelli di Tarantino e Caserta per Zito e Scozzarella hanno cambiato completamente il volto del match, portando lo Stabia a chiudere la Nocerina nella sua metà campo e a recuperare la gara. Certamente il rigore del primo gol è apparso generoso e farà arrabbiare non poco la Nocerina, ma la giocata di Jerry è stata importante, così come l’assist del lituano a Sau, che a sua volta ha girato a Caserta la palla del pareggio al 90′ minuto e nel recupero addirittura ci poteva essere l’autorete del clamoroso vantaggio. Vincere sarebbe stata troppa grazia, il pari può bastare per avvicinare la quota salvezza, mentre la Nocerina prolunga solo l’agonia di una retrocessione che appare ormai inevitabile e per i tifosi stabiesi tanto basta per fare festa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*