«

»

Mar 02

PALLAVOLO MASCHILE: Stabiae Volley che S-P-E-T-T-A-C-O-L-O!

Si potrà dire che servivano i tre punti o che, magari, si è concesso troppo nelle fasi salienti, che la partita è durata troppo, o che si doveva chiudere prima. Si potrà dire tutto ciò che si vuole ma la gara di cartello della scorsa domenica tra Stabia ed Avellino, disputatasi tra le mura del “di Capua” di Castellammare di Stabia, è stata entusiasmante e giocata sino all’ultimo con l’incertezza, almeno fino al fischio finale, di chi potesse uscirne vincitore. C’è stato tutto quel che si può desiderare di vedere in un incontro di volley di serie C, tra due squadre qualitativamente valide che, a conti fatti, meritano posizioni di classifica importanti. Il pubblico presente, infatti, soprattutto nelle battute finali, ha accompagnato ogni singolo punto dei gialloblè con passione ed ha esultato fragoroso, quando Renaudi ha messo a terra l’ultimo punto necessario per ottenere la vittoria.

Ebbene, se si volesse analizzare la gara, la squadra allenata dal mister Stefano Solimene è scesa in campo con uno starting six formato da Amoruso a palleggio, Renaudi-Palumbo di banda, capitan Borrelli e Filosa al centro, Irto opposto e Manzi libero. Lo spettacolo è pre-annunciato già dalle battute iniziali, quando colpo su colpo, le squadre dimostrano di essere intenzionate a darsi battaglia vicendevolmente. Il team stabiese esprime probabilmente il gioco migliore ma alla fine a spuntarla è l’Avellino, dopo un filotto di errori dei gialloblè: il risultato finale del set è di 25-23, segno che comunque lo Stabia c’è e non vuole concedere altro. Dal secondo set in poi il Volleyball Stabia ingrana la marcia e grazie alle giuste combinazioni tra Amoruso ed i centrali Borrelli e Filosa, ed un Irto decisamente sugli scudi il set si conclude sul 25-19 a favore dei padroni di casa, stabilendo dunque la parità momentanea sul conteggio cumulato dei set giocati. Il terzo set prende la stessa giusta piega di quello appena conclusosi, infatti la fase di ricezione-difesa è ben curata dal libero Manzi ed anche le bande Palumbo e Renaudi cominciano ad avere efficacia e continuità. Detto, fatto! Il risultato è nuovamente di 25-19, con i Bad Boys stabiesi che riescono a ribaltare lo svantaggio iniziale portando il risultato dei set sul 2 a 1. Ma….”This is Volley!” direbbe qualcuno, le insidie sono sempre dietro l’angolo e così come in altri sport, la palla, come nel famoso detto, ha sempre la medesima forma! I gialloblè si dirigevano decisi verso la chiusura del set a proprio favore e mentre mister Solimene predicava calma come se fosse richiamato da un presagio, l’impensabile prende forma e si verifica puntualmente. Fosse possibile dare un nome al quarto set, probabilmente sarebbe giusto intitolarlo come il buon romanzo di Lemony Snicket, ossia “Una serie di sfortunati eventi”, utilizzando i più consoni aggettivi  “inspiegabili” o “inattesi”, al posto di quello utilizzato nella menzione originale del libro.

Infatti una serie di errori gratuiti, permette all’Olimpica Avellino di vincere il set e di riportarsi sul pari. La delusione c’è ed è viva perché lo Stabia, fino al momento descritto, ha dimostrato un gioco di alto livello. A questo punto, con il morale sotto i piedi per lo spreco di cui ci si rende conto, sembra quasi che la nave gialloblè debba arenarsi da un momento all’altro. Per l’appunto….sembra!  Con una scossa improvvisa gli animi degli stabiesi si scuotono e gli atleti di Castellammare riescono a riportare il risultato sulla parità. A questo punto ci pensa  un Irto già proclamato in gran forma a chiudere i conti, grazie a due punti in attacco.

Può esplodere, dunque, la gioia del pubblico casalingo, che festeggia con  il cuore ancora palpitante per le per mille emozioni regalate dall’ultimo set, la vittoria del match.

Il carattere e la grinta mostrati dai gialloblè, che a tutti i costi erano intenzionati a vincere ed a portare a casa almeno 2 punti, si sono fatti valere in modo lodevole e, per ottenere un risultato positivo domenica a Marcianise, sarà necessario farvi nuovamente ricorso. Mister Solimene è pronto e ben intenzionato a  limare i pochi ma decisivi errori di cui ha peccato la squadra con il solito duro lavoro settimanale, ed in egual modo la squadra di Castellammare è pronta ad affilare le armi per assaltare il fortino di Marcianise a spada tratta, come solo i veri guerrieri sanno fare. D’altronde come Nietzsche cita ne “La gaia scienza”: “Nessun vincitore crede al caso”, e di questo si può essere ben certi!

Per visualizzare la classifica clicca qua

ERNESTO BORRELLI

Addetto stampa serie C maschile Pool Stabiae Volley

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*