«

»

Feb 19

Le riflessioni di StabiAmore del dopopartita di: Juve Stabia vs Reggina

Le nuove sciarpe di StabiAmore hanno portato bene, lo Stabia è tornato alla vittoria, battendo la Reggina con lo stesso risultato dell’andata, ma il punteggio sarebbe potuto essere ben più largo. Infatti ancora una volta Sau e Danilevicius hanno fallito sotto porta diverse occasioni importanti, che avrebbero potuto compromettere una gara dominata in lungo e in largo contro un avversario importante come la Reggina. La sosta ,come avevamo previsto ha fatto bene alla squadra stabiese, che si è mostrata più tonica e vivace rispetto alle precedenti gare interne con Crotone e Livorno e poi il recupero di Zito ha dato sicuramente una scossa, contribuendo al successo finale. Il plauso più grande lo merita sicuramente la prestazione di Ivano Baldanzeddu, che nonostante la recente perdita del padre, ha giocato una grande partita in fase difensiva e in quella offensiva con grandi folate e sfiorando anche la rete. Bravi anche Seculin, e il resto della difesa e ancora una volta bravissimo Mezavilla che ha pure il merito di sbloccare il risultato dopo un altro errore di Sau, che anche oggi non è sembrato al meglio della condizione fisica. Il piccolo sardo è riuscito però a segnare nella ripresa il gol del raddoppio, mentre Danilevicius dopo l’erroraccio a pochi metri dalla porta non è riuscito a riscattarsi, anche per l’egoismo di Zito che ha cercato la finezza nei minuti di recupero. Migliore dei suoi il centrale Freddy autore del gol che ha illuso la Reggina di recuperare un pareggio, che non avrebbe assolutamente meritato per quanto mostrato al Menti stasera. Con questa vittoria lo Stabia può godersi la nuova sosta, quella ufficiale prevista per sabato prossimo, e aspettare buone notizie dalla decisione del Tnas che dovrebbe esserci nei prossimi giorni per affrontare poi il 3 marzo la sempre più ultima Nocerina, in condizioni di estrema serenità per la ritrovata , bella e importante classifica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*