«

»

Feb 15

CALCIO-ECCELLENZA: Libertas, vittoria a Massalubrense

I padroni di casa hanno fame di punti, ma si mangiano troppe opportunità per fare gol. Andando con ordine, il primo tentativo verso la porta stabiese è di Vinaccia al 6’ che calcia col corpo indietro e la palla risulta altissima, risponde la Libertas con Teta con un tiro centrale che non impensierisce Fiorentino. All’8’ Raia sulla sinistra guadagna un calcio d’angolo, dalla bandierina Celardo per Fiorillo che, in posizione solitaria all’altezza del secondo palo, fallisce il bersaglio. Cross di Porzio dalla sinistra al 10’ e testa di D’Esposito centrale. Al 18’ tiro dal limite di Teta, palo pieno alla destra del portiere, riprende Balzano che viene messo giù da Zapparella, l’arbitro concede il calcio di rigore alla Libertas che lo stesso Balzano trasforma spiazzando il portiere con un rasoterra alla sua sinistra. Punizione di Cappiello dalla destra al 24’, palla per D’Esposito che non inquadra la porta. Cross di D’Esposito dalla sinistra al 28’, Rastiello esce a vuoto e Porzio fallisce clamorosamente di testa. Il Massalubrense  si riversa in avanti nel tentativo di rimontare lo svantaggio, la Libertas chiude gli spazi ma fa fatica a ripartire, al 40’ va al tiro dal limite Porzio, ma la palla è alta. Bello spunto di Porzio in area al 44’, Rastiello è molto reattivo e  s’impossessa della sfera. Calcio d’angolo dalla sinistra di Esposito, D’Esposito manca una clamorosa occasione a pochi passi dalla porta. Punizione di Porzio dalla sinistra, palla in mischia che Bagnulo risolve sottomisura mettendo la palla in rete. L’arbitro allontana il tecnico stabiese dalla panchina. Il pareggio galvanizza il Massalubrense che prova a stringere i tempi, al 14’ Porzio calcia una punizione dai 25 metri con palla che sorvola la traversa. La Libertas gela i padroni di casa al 16’, punizione di Teta dalla sinistra, irrompe Fiorillo di testa e Libertas di nuovo in vantaggio. La risposta nerazzurra è immediata, ma Porzio si vede  respingere da Rastiello il tiro ravvicinato. Punizione di Porzio alla mezzora con palla che attraversa lo specchio della porta senza che nessun compagno riesca ad intervenire. Nell’azione d’angolo successiva, lo stesso Porzio manca l’inzuccata vincente. Al 33’ Porzio s’invola sulla destra e centra basso per Cuomo che calcia di prima, Rastiello si salva con l’aiuto del palo, riprende lo stesso Cuomo e calcia alto. La Libertas deve subire la reazione di orgoglio del Massalubrense che insiste nonostante l’inferiorità numerica, al 40’ ci prova Marino dal limite ma colpisce male. Ripartenza della Libertas con Savino che percorre 40 metri con palla al piede e infila il portiere in uscita. La partita è virtualmente conclusa al 43’, La Libertas conquista l’intera posta in una gara difficile, generosa la prestazione dei padroni di casa che però sono anche da considerare spreconi.

Per visualizzare la classifica clicca qui

Reti: 19’ Balzano (rig) 6’ st Bagnulo, 16’ st Fiorillo, 43’ st Savino.

Massalubrense: Fiorentino, Zapparella, D’Esposito, Cappiello (Celentano 28’ st), Bagnulo, Autiero (Balduccelli 38’ st), Iovino, Vinaccia (Cuomo 21’ st), Marino, Porzio, Esposito V.zo. A disp.: Stinga, Volpe, Marcia, Siniscalchi. All.: Antonio Palmieri.

Libertas Stabia: Rastiello, Ferrara, Cipriano, Amita Ant., Fiorillo, Zamparelli, Celardo, Teta (Labaro 38’ st), Balzano (Savino 28’ st), Migliozzi, Raia. A disp.: Cortile, Calvanico, Amita F.(1/7/94), Esposito Luca, Amita F. (24/9/94). All.: Nunzio Di Somma.

Arbitro: Domenico Chianese di Napoli. Assistenti Agata e Valletta di Napoli.

Ammoniti: Iovino, Esposito V., Vinaccia, Ferrara, Porzio, Savino. Espulso: Esposito V. al 32’ st. per doppia ammonizione

Spettatori: circa 200

Angoli: 10 a 3 per Massalubrense

Recupero: 1’ pt. e 4’st.

Fonte: libertas-stabia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*