«

»

Dic 27

TAEKWONDO: Torneo interno taeguk della Koryo e la passione di Ibrahimovic per questo sport

Palestra sociale 20 dicembre 2011.  Era una gara interna ma ha visto tanto di quell’agonismo da far impallidire un Campionato nazionale. Agguerriti in tutte le categorie i nostri mini-taekwondoka, non suddivisi nè per categorie di cintura nè per sesso onde rendere ancora più difficoltosa la gara, si sono confrontati senza esclusione di colpi ,leciti, ed alla fine la vittoria ha arriso ai più tenaci.

Categoria MINI

1°Classificato              PEDE                           Daniele

2°Classificato              DI LAURO                  Aldo

3^Classificata              VALANZANO            Rachele

Categoria CADETTI

1°Classificato              PEDE                          Domenico

2°Classificato              SCHETTINO              Ferdinando

3^Classsificata            PALATOVSKYY       Daniela

Categoria SPERANZE

1°Classificato              ESPOSITO                  Ciro

2°Classificato              SALZA                       Antonio

3°Classificato              LONGOBARDI          Gennaro

Fino ad oggi vi abbiamo sempre parlato solo del Taekwondo nostrano, addirittura quello interno di palestra, ma, certamente, non è così ghettizzato anzi è diffusissimo talmente da essere attualmente considerato, tra le arti marziali, il più diffuso al mondo. Molti sono i personaggi famosi che hanno praticato il Taekwondo vedi Chuk Norris, Bruce Lee, Sarah Michelle Gellar (l’ammazzavampiri), Wesley Snipes (Blade) ma quello che ci piace ricordare è Zlatan IBRAHIMOVIC.

Difatti la prima prima passione di Ibra, prima che il calcio, è stato il Taekwondo che da piccolo praticava nelle periferie di Malmoe in Svezia. Il calciatore, attualmente in forza al Milan, ha ricevuto una cintura nera honoris causa da una delegazione della nazionale azzurra, guidata da Mauro Sarmiento, Carlo Molfetta, Leonardo Basile e il segretario della Fita, Angelo Cito. 

Nel mondo del calcio Zlatan Ibrahimovic è famoso per le sue doti acrobatiche che gli hanno permesso di fare gol spettacolari. Alcuni di questi gol ricordano molto da vicino delle mosse di taekwondo: in molti si ricordano il  ’modollyo chagi’ con il quale segno gol all’Italia agli Europei del 2004 o con il  dollyo chiagi,  con il quale trafisse Abbiati nella porta del Torino nel 2007; e la prodezza di tacco in torsione contro il Bologna l’anno successivo è paragonabile a un dwit-chagi. Oltre a ricevere la cintura nera, l’attaccante milanista ha girato un video promozionale che è stato proiettato al Mandela Forum di Firenze in occasione dei Campionati Italiani di Taekwondo 2011.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*