«

»

Dic 20

BASKET FEMMINILE: Battuta di arresto per la Coconuda Stabia nel derby con il Sorrento

Rea di un approccio forse troppo morbido, la Coconuda Stabia subisce un’amara battuta di arresto nel derby che la vedeva contrapposta alla Polisportiva Sorrento. I due punti in palio se li aggiudica la squadra di coach Falbo, meritevole di aver impostato e mantenuto per l’intera partita un atteggiamento aggressivo e mai rinunciatario. Determinante la pesante assenza di Valentina Iozzino (indisponibile per influenza), sicuramente una delle atlete più in forma in casa Coconuda (per lei si contano 24 punti nelle ultime due gare disputate). Dinanzi ad un pubblico numeroso (con cospicua rappresentanza di tifosi ospiti), inizia subito bene la Pol. Sorrento che mostra sicurezza e veemenza. Il basket Stabia, seppur caricato a mille, stenta nel prendere le misure: la tensione e la voglia di far bene, sovrastano ed inceppano i naturali meccanismi del gioco stabiese ed il Sorrento non avendo nulla da perdere gioca in scioltezza approfittando di ogni minima incertezza delle avversarie. Il primo minitempo termina così sul punteggio di 7-16 per le ospiti. Nella seconda frazione di gioco, le ragazze di coach Ursini, trovano uno scatto di orgoglio ed azione su azione rosicchiano punti preziosi riportandosi in partita su di un risultato provvisorio meno penalizzante. Le due squadre arrivano al riposo di metà gara sul parziale di 20-26. Nel terzo minitempo Stabia e Sorrento si fronteggiano a viso aperto ed esprimono senza alcun risparmio di energia un ottimo gioco: la precisione di Stamegna da una parte e di Negri e Gallo dall’altra, sono davvero un bel vedere. Il gioco è tamburellante e corale e le due squadre si equivalgono, la terza frazione termina così sul 40-45 con la Coconuda che rosicchia un altro punticino, nella certezza di potersela giocare tutta nell’ultimo quarto. Nell’ultima frazione, il ritmo cala sensibilmente, le sorrentine con lucidità cercano di capitalizzare al massimo il vantaggio acquisito, serrano le file e portano a segno con estrema precisione tutto ciò che il gioco concede, lo Stabia impavido nel tentativo di mettere a frutto le proprie azioni, prova e riprova con ostinazione (sia da fuori che da sotto canestro), ma la dea bendata non premia il coraggio ed abbandona del tutto le locali, quando, a poco meno di due minuti dal termine, la Polisportiva Sorrento mette a segno un importante allungo. Il punteggio diventa ormai irrecuperabile e a nulla serve il forcing finale delle locali. La partita finisce sul 47-55 per le ospiti. L’amaro epilogo non scoraggia gli irriducibili tifosi del GATE69, che al termine della gara ringraziano le ragazze stabiesi per l’impareggiabile impegno profuso. Un gesto gentile e di certo apprezzato che nello sconforto dell’immediato dopopartita sostiene moralmente le atlete Coconuda. Nella piena consapevolezza che il campionato è ancora lungo e rincuorate dal mezzo passo falso commesso dal Portici (una diretta concorrente) che perdendo in casa con il Salerno, perde anche la ghiotta occasione di un possibile allungo, lasciando invariati i due punti di distacco in classifica, ora la squadra stabiese ricaricherà le pile in vista della pausa natalizia, nel più saldo degli auspici che poi affronterà il successivo scorcio di stagione nella miglior maniera possibile.

Per visualizzare Risultati e Classifica clicca qua

COCONUDA STABIA ­– POL. SORRENTO  47-55 (7-16; 20-26; 40-45; 47-55)

Coconuda Stabia: Di Capua 9, De Rosa 1, D’Avolio 4, Carotenuto 5, Di Concilio, Negri B. 13, Serra ne, Santoro ne, Gallo 15, Cannavale ne. Coach: Ursini.

Pol. Sorrento: Aurigemma 14, Valisena 4, Laurentaci, Lazzazzera ne, Stamegna 27, Oliviero 2, Cacace 4, Falbo, Errico 4, De Lizza. Coach: Falbo.

Arbitri: Marano e Maggio.  Note: spettatori circa 300.

C O C O N U D A    S T A B I A

L’Addetto Stampa – Maurizio Cuomo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*