«

»

Nov 21

CALCIO-ECCELLENZA: Travolgente Libertas; 4 a 0 al Calpazio

Il Calpazio è squadra ben attrezzata e lo si vede subito, tra l’altro si presenta al Menti ancora imbattuta in trasferta, ma la Libertas Stabia tiene il campo con la solita autorità iniettata dal tecnico Nunzio Di Somma che continua ad inanellare successi nella maniera silenziosa dettata dalla sua personalità. Con la fuga di Campagna ed Agropoli, il girone B del campionato di eccellenza era suddiviso in due tronconi fino a poche settimane fa e l’obiettivo delle altre squadre sembrava potessero aspirare solo al terzo posto, invece è proprio la Libertas che, travolgendo il Calpazio con un sonoro 4 a 0 nella gara odierna, si porta a soli 5 punti dalla vetta. Ma veniamo alla cronaca, il primo quarto d’ora  di gioco risulta piuttosto equilibrato, ma al 17’ è il solito Migliozzi che, tenendo a bada il diretto avversario con un pregevole palleggio sul limite dell’area di rigore che ricorda una simile azione di Gianni Rivera in un Milan Sampdoria degli inizi degli anni settanta, inventa magicamente l’assist per il solitario Labaro che spara a colpo sicuro per l’1 a 0. Il numero 10 stabiese esibisce il suo sinistro ancora due minuti dopo con un calcio di punizione indirizzato all’incrocio dei pali, Serra ci arriva con bravura. La risposta ospite è in una ripartenza con la lunga fuga di Gorrasi che però si allunga troppo la palla quando è sul limite dell’area stabiese, consentendo il recupero della difesa. I ragazzi di Di Somma puntano al raddoppio e l’azione parte ancora dal sinistro di  Migliozzi, cross dalla destra per Balzano che si coordina bene e colpisce al volo di sinistro, il palo dice no. La replica del Calpazio è nel tentativo da fuori di Gorrasi che Rastiello controlla in uscita, il portiere si rifa trovare pronto poco dopo su Santucci ben servito da Gorrasi. La Libertas potrebbe raddoppiare al 40’, quando Celardo ruba palla in attacco su Onnembo, ma serve Balzano quando è già al di la della linea dei difensori. Il tempo si chiude con il colpo di testa di Santucci che termina alto su punizione di De Falco. Si va a riposo col meritato vantaggio della compagine stabiese che ha concesso davvero poco agli avversari. La formazione di casa è vicina al raddoppio alla ripresa del gioco con Raia che trova la deviazione in angolo del portiere. Al 8’ Langellotti rileva Loreto e subito dopo si registra una buona iniziativa di Celardo sulla sinistra, palla rasoterra in area per Migliozzi che angola troppo. Il raddoppio arriva al 16’ ad opera di Balzano, ben lanciato dal solito Migliozzi, rabbiosa la gioia dell’attaccante che sembra voler reclamare il diritto alla maglia numero 9. Il Calpazio si fa vedere con Barone due volte, nella prima Rastiello è ben piazzato, nella seconda il portiere devia in angolo quasi in maniera inconsapevole. Dal 25’ gli ospiti sciorinano due belle azioni corali che portano Barone alle conclusioni che non inquadrano la porta, arriva così il sigillo di Balzano che scatta sul filo del fuori gioco e trafigge Serra in uscita per il 3 a 0, meritati gli applausi quando mister Di Somma lo richiama in panchina. Al 32’ Rastiello ferma l’ultima offensiva granata con una tempestiva uscita sui piedi di Barone. Nel finale Di Ruocco potrebbe arrotondare il punteggio, ma angola troppo da posizione favorevole. Rassegnato e frustrato, Santucci rimedia il rosso diretto per fallo da tergo su Di Ruocco a centrocampo, la Libertas infierisce e sigla la quarta rete con Migliozzi che ribadisce in gol la deviazione del portiere su tiro di Savino. Passivo pesante per il Calpazio, ma la Libertas ha meritato pienamente la vittoria in così larga misura e un plauso va fatto si per i ragazzi, ma soprattutto per il tecnico che sta dimostrando di aver saputo preparare e gestire un bel gruppo. Concludo con un doveroso apprezzamento per l’operato dell’arbitro che, a mio modesto parere, ha dimostrato una grande personalità.

Fonte: libertas-stabia.it /Enzo Esposito 

[Per visualizzare i Risultati e la Classifica clicca qua ]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*