«

»

Ott 17

CALCIO-ECCELLENZA: Libertas Stabia 2 Massalubrense 0

Si parte dall’undicesimo posto in classifica condiviso, siamo appena alla sesta giornata di campionato ma stare lontani dalla zona calda è già una necessità, la posta in palio è alta, così la partita non decolla e il gioco staziona per lo più a centrocampo. 4-3-3 il modulo di Nunzio Di Somma, più prudente il 4-4-2 di Gaetano Miniero che non può contare sull’apporto di una vera punta sulla linea offensiva. Solo compiti istituzionali per i portieri nella prima frazione di gioco che non fa registrare nessuna vera conclusione verso la porta, ma andiamo con ordine, Libertas pericolosa dopo 9 minuti con Mosca sulla sinistra, potrebbe puntare alla porta o servire due compagni alla sua destra, sceglie di convergere a centro e viene fermato. Senza pretese la risposta del Massalubrense col tiro altissimo di Porzio al 17’, subito dopo bello scambio tra Labaro e Di Ruocco, ma la Libertasnon passa perché manca l’ultimo controllo e la palla si perde a fondocampo. Al 19’Porzio ci riprova per i costieri ma la palla è solo meno lontana dalla porta, di nuovo Libertas al 24’su calcio d’angolo, l’azione si conclude col tiro rasoterra di Mosca che non inquadra la porta. Verso la mezz’ora Migliozzi imbecca  Di Ruocco in piena area, pregevole la chiusura di D’Esposito. Al 31’ghiotta occasione per Porzio in piena area di rigore, ma manca di rapidità e l’azione sfuma. Non accade più nulla fino al riposo e alla ripresa del gioco si registra il primo vero tiro verso la porta, autore Labaro con l’ottima risposta di Fiorentino. All’8’ è il solito Porzio a provarci per il Massalubrense, palla a giro, ma anche questa volta fuori bersaglio, senza pretese sul fronte opposto il tiro da fuori di Migliozzi che risulta centrale. Grande occasione per gli ospiti al 14’, quando l’invitante passaggio di Cappiello mette Schettino nelle condizioni di presentarsi solo davanti al portiere, il n.9 non ha il guizzo per concludere e si defila troppo sull’uscita di Rastiello, così serve Porzio a ritroso, questi cerca la porta incustodita senza trovarla. Bella azione stabiese al 20’con Savino, Labaro e Di Ruocco, quest’ultimo non riesce a concludere verso la porta. La Libertaspassa in vantaggio al 25’, forse proprio quando la formazione nerazzurra pensa di poter portare via un punto dal Menti, determinante la palla persa a centrocampo da Cardinale, appena subentrato al giovane Festa, l’azione si conclude col centro basso dalla sinistra di Mosca per il tapin vincente di Savino. Gli ospiti reagiscono con un buon possesso, ma la Libertasnon concede più spazi, anzi ne sfrutta uno per chiudere i conti al 42’, quando l’assist di Migliozzi per le vie centrali permette a Raia di andare via da solo e superare Fiorentino in uscita con un preciso rasoterra. Partita piuttosto equilibrata, tutto sommato il Massalubrense è squadra ordinata è ben messa in campo e non demerita, ma la Libertas sa essere paziente e si dimostra cinica  conquistando una vittoria importantissima per la classifica ed il morale. Condivido pienamente le sostituzioni disposte dal tecnico Nunzio Di Somma che ha richiamato in panchina i tre calciatori che a mio modo di vedere, oggi non hanno avuto un rendimento all’altezza della loro fama. 

Libertas Stabia: Rastiello, Celardo, Villani, Amita, Loreto, Coppola, Di Ruocco (23′ st. Raia),Labaro (35′st. Sansone), Balzano (1′st. Savino), Migliozzi, Mosca. A disp.: Del Gaudio, Esposito, Ferrara, Cipriano. All. Nunzio Di Somma
Massalubrense: Fiorentino, Zapparella, De Stefano, Triunfo (14′ st. Iovino), Bagnulo, D’Esposito, Porzio, Vinaccia, Schettino (37′ st. Volpe), Cappiello, Festa (21′ st. Cardinale). A disp.: Alfano, Cuomo, Gargiulo,  Siniscalchi. All. Gaetano Miniero.
Arbitro: Sig. Giovanni Salamone della sezione di Sapri
Assistenti: Sigg.ri Carmelo Roberto ed Antonio Germano di Salerno

Reti: 25′ st. Savino, 42′ st. Raia

Ammoniti: Amita (LS), Di Ruocco (LS), Bagnulo (ML)

Spettatori: circa 300

Recupero: 1′ pt e 4′ st.

Fonte: libertas-stabia.it/ Enzo Esposito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*