«

»

Set 16

Motociclismo: Conosciamo meglio Ugo Filosa

 Quando hai scoperto la tua passione per le due ruote?

Nel 1974, avevo un anno e mezzo e a stento camminavo, mentre mio padre era in una concessionaria di moto, sfuggii agli sguardi e mi avvicinai ad un piccolo motorino chopper della Benelli, lo feci cadare, rovinando il serbatoio che allora erano in metallo, mio padre non si perse d’animo e me lo comprò, montarono le rotelline per la bici e cominciai la mia storia a motore!!!

Quando hai iniziato a cimentarti nell’off-road?

A 8 anni, dopo il chopper, ottenni un malaguti Ronchino, predecessore del famoso Grizzly e comincia a sporcarmi con sabbia e fango, partecipando ad alcune gare amatoriali durante i periodi estivi.

Perchè il passaggio dal cross all’enduro?

Nell’87 mio padre vinse un torneo di Poker, tornò felice a casa e col premio che aveva vinto mi comprò una moto da cross 125 con la quale mossi i mie primi passi nelle gare, purtroppo in quegli anni l’ambiente del cross era popolato da delinquenti o figli di tali personaggi, non si poteva sorpassarli, ogni gara finiva in rissa e l’ambiente del cross mi deluse, facendomi migrare alle gare di enduro, sembrava un ripego, ma questa specialità mi ha regalato enormi soddisfazioni!!!

Quali sono le competizioni nelle quali partecipi che ti regalano le emozioni più forti?

Dal 1989 partecipo alle gare di enduro e di rally, questi ultimi mi stanno tuttora dando le emozioni più forti, sono gare lunghe e faticose, la pura velocità non vince, bisogna metterci anima e cervello. Alla soglia dei 40 anni mi reputo maturo per questo tipo di gare e i risultati si vedono gara dopo gara, capita di incontrare tra gli avversari dei giovani e volocissimi piloti, la maggior parte di loro non riesce a mantenere un ritmo costante per tutta la durata delal gara e finiscono col perdere…. nel 2009 degli amici mi invitarono a fare una gara BAJA, pura velocità su terra, ne sono rimasto folgorato e già nel 2010 mi sono laureato campione europeo… ora sono in testa alla classifica assoluta del campionato italiano baja, lo ero anche in quello europeo, ma la mancanza di parti di ricambio della mia husqvarna, mi ha impedito di partecipare ad una prova di due giorni dell’europeo in Ungheria, perdendo così la possibilità di ripetermi…

Che programmi agonistici hai per l’immediato futuro?

Per il 2011 mi restano da finire il Campionato Italiano Baja e il Trofeo del Mediterraneo, sono in entrambi le classifiche primo, sia di categoria, sia assoluto, il 26 e 27 novembre sarò ad Atene per una 24h no-stop, senza cambio pilota, velevole come ultima prova della Balkan Cup, che però ho già matematicamente vinto con la vittoria assoluta nella Balkan Offroad Marathon appena conclusa. parteciperò lo stesso a questo evento perchè sarà un ottimo banco di prova per me e i miei mezzi in vista delle massacranti maratone africane a cui sogno di partecipare!!!

Premiazione alla Balkan Offroad 2011

Che obiettivi agonistici ti sei posto nel lungo periodo?

Sono 30 anni che seguo la storia della Dakar, per me partecipare sarebbe come realizzare un sogno, ma il budget necessario è enorme (50.000€) fuori dalla mia portata, sono alla ricerca di sponsorizzazioni, ma al Sud è quasi impossibile!!! nel frattempo non demordo, continuo con i miei programmi e i miei progetti, sono un volitivo, mi impegno e alla fine ci riuscirò!!!

Quali attività complementari alle competizioni porti avanti?

Vivo la moto 24h al giorno, oltre all’attività agonistica, lavoro come agente di commercio per alcune aziende del settore moto, ho una mia scuola di enduro, aperta tutti i weekend in cui non ho gare, oltre all’istruzione, offro la possibilità di noleggiare moto ed abbigliamento, dando la possibilità a chiunque di assaporare senza grosse spese (un giorno di corso con moto e abbigliamento costa 100€) questo magnifico mondo. Inoltre, in collaborazione con la FMI, partecipo a delle riunioni con gli alunni nelle scuole con un’età dai 10 ai 16 anni, con lo scopo di sensibilizzarli sulla sicurezza stradale, in particolar modo consigliando ai ragazzi di avvicinarsi alla pratica del motociclismo inteso come sport e non come vandalismo a motore, chi ha esuberanza nell’usare il proprio motorino o moto che sia, ha la possibilità di “sfogare” i propri istinti nelle gare, ce ne sono per tutti i gusti, senza così diventare pirati della strada e far additare i motociclisti tutti come tali!!! anche questa battaglia è lunga e difficile, ma mi sto impegnando anche in questo!!!

Hai testato gli Metzeler Six Days Extreme, che impressione hai ricavato dalla prova?

Purtroppo non ho avuto ancora occasione di provare tali gomme, in genere acquisto gomme da cross omologate per l’uso stradale (approvate per rally e baja) quelle specialistiche per enduro hanno una mescola troppo morbida, una bassa tassellatura e nelle mie gare ne dovrei cambiare 2 al giorno… e non posso permettermelo 🙂 infine, tengo a precisare che, nonostante tutte le mie attività e vittorie a livello professionistico, resto un pilota che non ha sponsor, pago tutto, moto, abbigliamento, gomme etc etc, oltre a sostenere di tasca mia tutte le spese per le trasferte (la Bulgaria, così come il Portogallo e la Polonia SONO LONTANI).

1 comment

  1. ranking szkol

    I would like to express some appreciation to the writer just for rescuing me from this type of issue. After exploring throughout the online world and finding thoughts which are not beneficial, I was thinking my entire life was done. Living without the presence of solutions to the issues you have resolved all through your main write-up is a serious case, and those that might have in a wrong way damaged my career if I hadn’t encountered your website. Your knowledge and kindness in taking care of all the stuff was helpful. I don’t know what I would have done if I had not come upon such a thing like this. It’s possible to now look ahead to my future. Thanks for your time so much for your professional and results-oriented guide. I won’t hesitate to propose your blog to anybody who needs and wants care on this matter.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*