Gen 12

TAEKWONDO: Il Sogno di una vita! Antonio Pontone V.Campione Italiano!

Antonio Pontone Vice Campione Italiano forme Paralimpico.

Campionato Italiano Forme Paralimpico- Immaginiamo quale emozione, appena 20 anni fa, a 8 anni, entrare in una palestra a lui sconosciuta ed affrontare ambiente-regole-amicizie nuove sapendo oltretutto di essere in una condizione di handicap che complicava ancora di più il suo ingresso.
Ovviamente, con il suo carattere gioviale, non ci mise molto tempo a crearsi il suo ambiente ideale confortato oltretutto dall’affetto che sapeva attirare da parte dei tecnici e genitori di altri atleti divenendo in breve tempo il “beniamino di tutti”.
Nel 2009 ulteriore momento emozionante con la sua presentazione all’esame per Cintura Nera 1°dan, grado che conquistava agevolmente e con il plauso della Commissione Federale e successiva sua esibizione, al Campionato Regionale in quel di Avellino al Country Sport, ove addirittura ricevette una standig ovation da parte del pubblico-arbitri-tecnici presenti.

Ad aprile dell’anno scorso era nuova emozione con la sua partecipazione al Trofeo Dicearchia, in quel di Pozzuoli, ove riusciva a vincere il Trofeo nella sua categoria e contro avversari ben preparati.
Infine siamo ad oggi ove, per la prima volta, partecipava ad una gara ufficiale Federale e addirittura al Campionato Italiano ma, questa volta, l’emozione attanagliava noi tutti, tecnici e genitori di atleti, tanto da costringere un Maestro vecchierello a scendere nuovamente sulle pedane nazionali in qualità di coach.
Ed eccoci in gara ove era palpabile la tensione più del coach che del nostro eroe il quale affrontava con una serenità olimpica le prove effettuando una prestazione davvero eccezionale. Peccato che venisse sopravanzato per pochi decimi dall’atleta di Cologno Monzese, molto ben preparato dal papà-maestro, ed oltretutto si evidenziava per la sua bravura nei confronti del C.T. Paralimpico che lo spronava ad allenarsi in previsione della selezione per la Nazionale Paralimpica che andrà in gara prossimamente in Korea.

 

Gen 06

VolleyBall Stabia. Cosa bolle in pentola?

LA RIVOLUZIONE CHE FUNZIONA
In soli due anni il settore maschile pallavolistico stabiese ha subito profondi mutamenti. Evoluzioni, piuttosto, di una certa caratura cha da un lato hanno visto il passaggio dalla serie C ottenuta nel rettangolo di gioco (da figure storiche della pallavolo maschile stabiese) ad una Prima Divisione (altrettanto guadagnata sul campo). Un ridimensionamento, ma solo a prima impressione.

L’altro lato della faccenda vede, al contempo, un completo rinnovamento dell’organico con l’avvento di nuovissime leve che ben lascia sperare per i prossimi anni.

Cosa è accaduto?

Scudetto CSI vinto

La squadra maschile, due primavere fa, ottenne la promozione in serie C, ma l’anno dopo ha dovuto rinunciare alla categoria viste le improvvise carenze in organico, e considerate soprattutto le scelte societarie che mirarono e virarono verso la crescita organica di un gruppo giovane, prelevato in blocco dal vivaio.

Pertanto la rosa viene formata interamente da atleti con meno di 18 anni, e la Società decide di affidare le proprie aspettative alla minuziosa guida tecnica del giovane (ma solo anagraficamente) mister Ciro Alminni, che da atleta ha calcato i campi di gioco fino alla serie C e che vede dalla sua, una formazione universitaria in materia di spessore.

Scommessa della Società che punta ad un restyling a tutto tondo.

Un primo anno di scommesse pienamente vinte, con l’Under 16 che ottiene addirittura lo scudetto CSI, vinto alle finali nazionali di Cesenatico, ed il team di ragazzini terribili della Seconda Divisione che viene promosso in prima.

Ed ora cosa succede?
La Prima Divisione è profondamente diversa dalla seconda, e nonostante la crescita potenziale dei ragazzi, servono dei rinforzi (magari d’esperienza) per mixare al meglio le capacità del team ed incanalarle verso la giusta crescita.

Pertanto vengono catapultati all’interno del progetto due elementi di esperienza come Claudio Giordano ed Ernesto Borrelli (ex serie D e serie C con Poggiomarino, Gragnano e Padula il primo e Padula ed Oplonti Volley il secondo, oltre a tanti anni di Stabia Volley per entrambi) e Luca Renaudi, partecipante alla prima promozione per la Città delle Acque in serie B2.

Lo scopo della Società, che vede in Guglielmo Mosca il Dirigente responsabile dell’intero settore maschile, è quello di utilizzare a pieno le capacità di mister Alminni per cementare un gruppo che vede esplosività, energia e crescita esponenziale, per quanto riguarda le giovani leve ed esperienza, mentalità e professionalità dei “nuovi acquisti” su menzionati.

Non ci sono ancora comunicati ufficiali del management della VBS circa l’obiettivo di questa stagione e forse è prematuro, anche poco giudizioso parlarne. I presupposti, però, sono dei migliori e nell’aria c’è un’elettricità che lascia ben sperare.

La tifoseria incrocia le dita e la Castellammare sportiva si prepara sperando in un’annata che possa regalare soddisfazioni importanti, magari inattese.

E.B.

Nov 27

PALLAVOLO FEMMINILE: Nemesi Stabiae sorprende il Brindisi e fa bottino pieno

Pallavolo Nemesi

La Link Campus University riesce finalmente a conquistare l’intera posta in palio ed a farne le spese è l’Oria che in classifica ha ben quattro punti in più delle stabiesi ed è reduce da un’ottima gara contro il Minturno. Le stabiesi dopo le deludenti prestazioni degli ultimi quindici giorni sanno di dover cambiare marcia e di dover raggiungere al più presto gli equilibri di squadra indispensabili per disputare un buon campionato.

Primo set – La Link Campus University parte con un sestetto inedito e con un equilibrio tattico molto diverso rispetto alle precedenti tre gare. Il tecnico Russo schiera Miotti in palleggio, Corallo opposto, Afeltra e Autiero centrali, Aquino e Russo schiacciatori di banda con Della Rocca libero. Le motivazioni sono fortissime da ambo i lati e si assiste sin dai primi scambi di gioco ad un bel match. Il punteggio è altalenante con le brindisine che si portano ad un passo dal conquistare il primo set ma le stabiesi sul punteggio di 24 a 22 per le ospiti riescono a capovolgere l’esito del primo parziale aggiudicandoselo con il punteggio di 26 a 24.

Secondo set – La Link Campus University riparte con lo stesso sestetto ed esprime il suo gioco caratterizzato da un servizio aggressivo e da un muro estremamente efficace, le attaccanti dell’Oria non riescono a trovare le contromisure e, così, le stabiesi si portano avanti fino ad arrivare a condurre per 22 a 14 e possono gestire senza patemi d’animo il finale del set e portarsi sul 2 a 0.

Terzo set –  Il tecnico stabiese riconferma ancora una volta la formazione dei set precedenti, ma le atlete gialloblè non hanno lo stesso piglio di pochi minuti prima, le brindisine ne approfittano per portarsi sul 4 a 1. Le stabiesi accelerano e si portano sul 5 pari ma le ragazze dell’Oria allungano di nuovo fino al punteggio di 10 a 7. Il gioco della Link Campus University torna a essere ordinato e gradualmente il punteggio torna a sorridere alle padroni di casa che conquistano il terzo set con il punteggio di 25 a 18.

Link Campus University Nemesi Stabiae vs Damiano Spina Oria 3 – 0 (26/24 – 25/19 – 25/18)

Link Campus University Nemesi Stabiae: Aprile, Afeltra, Aquino, Autiero, Corallo, Della Rocca (L), Giaquinto, Manfredonia, Miotti, Russo, Saetta, Staiano. Allenatore: Russo.

Addetto Stampa – A.S.D. Pallavolo Nemesi Stabiae

Nov 24

GINNASTICA ARTISTICA FEMMINILE: All’accademia Federale di Castellammare di Stabia il campionato interregionale

Riflettori accesi all’Accademia Federale di Castellammare di Stabia dove, dopo il campionato interregionale zona tecnica di Serie C maschile della Federazione Ginnastica d’Italia, è stata la volta della sezione femminile, con l’organizzazione sempre a cura del C.G.A. Stabia di Angelo Radmilovic.

 Straordinaria doppietta del C.A.G. Napoli di Monica Degli Uberti salito sul gradino più alto del podio nella Serie C2 con Serena Napolitano, Benedetta Tartaglione ed Enrica Fiengo, davanti alle pari età della Ionica Gym Catania e a quelle della La Rosa Brindisi.
5° posto per la squadra di casa guidata da Stefania Gini con Sara Abagnale, Alessandra Amodio, Anita Boccia e Giorgia Vingiani.

In serie C3A successo bis del sodalizio vomerese, ancora privo dellasua palestra di allenamento presso lo Stadio Collana la cui riapertura, a questo punto, sembra rinviataa luglio 2019 in occasione delle Universia di Ginevra Comite, Aurora Pusateri e Carolina Suozzo guidate da Silvia Conte, hanno preceduto la Ginnastica Salerno di Lidia Stefania Cocozza con Sara Mortillaro, Federica Noschese e Maria Francesca Vecchione e la Morgana 999 Villaricca di Vera Siligo con Martina Albano, Giada Galli, Viviana Pragliola e Gaia Rusciano.
4° posto per il Gymnasium Casagiove di Cinzia Massa con Eliana Fandi, Morena Leone, Martina Monaco e Roberta Morrone, 7° posto per La Roccia Napoli di Valeria Ciancio con Eleonora Grotta, Alessia Melillo, e Martina Melillo e 15° per la Valentina 90 guidata da Cristina Righetti con Maria Rosaria Graziano, Alessia Pane, Giulia Toti e Flavia Trincone.

In Serie C3B 2° posto per la Morgana 999 Villaricca con Francesca Izzo, Dora Marini e Giada Pirozzi, giunta alle spalle della La Rosa Brindisi. Sul 3° gradino del podio è salito il C.A.G. Penisola Sorrentina di Rossana De Martino con Maica Acanfora, Giorgia Esposito, Erika Gargiulo e Giorgia Satelliti. Al 6° posto la Valentina 90 di Pozzuoli di Maria Longobardi con Gaia Garzia, Sara Pane, Roberta Paone e Federica Sveldezza.

Nov 21

BASKET FEMMINILE-Serie B: Stabia espugna Ariano e riprende la corsa

Dopo lo stop interno contro Salerno il Basket Femminile Stabia ritorna prontamente al successo in quel di Ariano Irpino al termine di una partita sempre condotta ma mai definitivamente chiusa sino agli ultimi minuti di gioco.

Le stabiesi si sono presentate all’incontro in formazione rimaneggiata per via delle assenze di Orta e Carotenuto e con le lunghe Scala e Di Ruocco in condizioni fisiche precarie. Avvio di marca irpina con la play Cossa subito brava a tagliare in due la difesa stabiese con le sue penetrazioni (8-4). La reazione delle coccodrille non tarda ad arrivare ed è affidata ai primi canestri di Potolicchio, un tap in della giovane Scala segna il finale di primo quarto sul 10-19 per un parziale lungo di 15-2 a favore delle ospiti.

Le locali si affidano alla zona in avvio di secondo quarto ma le ragazze di coach Costagliola non si fanno trovare impreparate, Gallo ma soprattutto Potolicchio (20 punti per lei nel primo tempo con 4/4 da tre) bucano la retina con ripetizione dalla distanza e conducono le proprie al +18 sul massimo vantaggio.
Ariano non molla e con le sue penetrazioni carica di falli l’intero reparto delle interne stabiesi, si va negli spogliatoi sul 23-37.

Le irpine rientrano in campo più agguerrite che mai, le stabiesi calano di intensità agonistica e la partita si riapre grazie ai canestri di Frascolla e D’Avanzo. Un fallo antisportivo fischiato a Gallo sul 33-39 permette alle locali di avere il doppio possesso per allungare il break di 10-2 e limare lo svantaggio, le irpine non ne approfittano e sull’altro fronte e’ una positiva Trotta a ricacciare indietro le locali oltre la doppia cifra di svantaggio. Nell’ultimo quarto la forbice tra le due squadre rimane sempre costante, Cossa prova a rimettere le sue in partita grazie ad una serie di triple ma sono ancora una volta Potolicchio e Gallo a mettere la parola fine all’incontro.

Questo il commento a fine gara di Raffaella Potolicchio, Mvp dell’incontro con 32 punti e autrice di un inizio campionato spettacolare a 22 punti di media nelle prime 5 giornate: “E’ stata una partita molto dura e difficile da vincere su un campo ostico. Prive di Rosaria e Giuliana le nostre rotazioni erano ancora limitate , ma nonostante questo siamo state brave a non mollare quando loro sono rientrate in partita e abbiamo portato a casa due punti fondamentali. Sapevamo da inizio anno di essere una squadra giovane ma che può dire la sua in questo campionato. Lavoreremo come stiamo facendo per crescere individualmente e come gruppo, guarderemo partita dopo partita giocandoci tutte le nostre carte, non abbiamo nessuna pressione ma siamo vogliose di fare bene.”

Tabellino

Farmacia del Tricolle Ariano Irpino – Banca Stabiese Stabia 60-69

Parziali : 10-19; 13-18; 16-11; 21-21

Ariano Irpino: Frascolla 13, Cifaldi 3, Petti, Cifaldi I., Cossa 20, Ndyae 2, Buglione 6, La Vita, D’Avanzo 16 All. Paparo.

Basket Femminile Stabiese :Trotta 12, De Rosa, Manganiello, Potolicchio 32, Gallo 18, Di Ruocco, Giaquinto, Cuomo, Donnarumma, Grumetti 5, Scala 2, Paduano All. Costagliola.

Ufficio Stampa Basket Femminile Stabia

Massimo Costagliola di Fiore

Nov 18

BASKET MASCHILE-Serie C Silver: Seconda vittoria consecutiva per la Nuova Polisportiva Stabia

Secondo successo consecutivo e prima vittoria esterna per la Nuova Pol. Stabia che s’impone a Casalnuovo contro la Megaride Basket Napoli per 83-53. [risultati e classifica cliccando qui]

Inizia bene la partita della squadra napoletana con un 5-0 ma dopo due minuti lo Stabia avvia bene gli ingranaggi, rifilando un break di 0-13. Coach Di Lorenzo è costretto a richiamare i suoi in panchina ed al rientro in campo dopo il minuto di sospensione la Megaride ritorna in gara fino al -2 grazie ai punti di Gallo. Capitan Mascolo e Vergara finalizzano bene le azioni d’attacco, ma è ancora Gallo a fine primo quarto a ridurre lo svantaggio dei napoletani. La prima frazione di gioco termina 16-20.

Nel secondo quarto le aragoste stabiesi partono forte e incominciano ad aumentare il divario grazie alla bravura di Mandarino abile a rubare palla agli avversari e fornire preziosi assist a Vergara. Il parziale a favore degli stabiesi viene interrotto da un discutibile fallo antisportivo chiamato a Marino che porta in lunetta Gallo: due tiri liberi realizzati e anche l’extra possesso conquistato. A metà periodo la Nuova Pol. Stabia conduce 23-35. La giovane squadra napoletana non ci sta e si riporta sotto con un parziale di 9-0, ma l’ultimo minuto è tutto di marca stabiese: prima realizza Mandarino da 2 punti e poi ci pensa Del Sorbo a 8” dalla fine a realizzare da 3. All’intervallo lungo il punteggio è di 32-40 per Castellammare.

Al rientro dagli spogliatoi è tutta un’altra storia: i ragazzi di coach Pischedda serrano le maglie in difesa lasciando poca iniziativa ai locali, infatti in questo quarto realizzano soltanto 6 punti mentre i gialloblù colpiscono più volte in contropiede. Sotto canestro ci pensa Vergara che non ne sbaglia una (9/9 da 2 pt.) e dalla lunga distanza Del Sorbo dà il meglio di sè (3/4 da 3pt.). Alla fine del terzo quarto Stabia è avanti di 29 lunghezze, 38-67.

Nell’ultimo quarto i ragazzi di Castellammare raggiungono il massimo vantaggio di 37 punti che permette di dare spazio anche a tutti gli iscritti a referto. Da segnalare l’espulsione a Gianluca Marino per aver commesso un fallo tecnico che sommato al fallo antisportivo fischiato nel secondo quarto gli costa l’uscita dal campo prima del termine della gara. Con il punteggio finale di 53-83 la Nuova Pol. Stabia conquista la sua seconda vittoria consecutiva lasciando alle spalle quattro avversarie in classifica.

A fine gara abbiamo ascoltato Massimo Vergara autore in questa partita di una superba prestazione (25 punti e 12 rimbalzi): “Per me è stato un avvio di campionato non facile ma sto recuperando la condizione fisica partita dopo partita. Al di là della mia buona prestazione sono molto contento dell’atteggiamento della squadra, abbiamo lottato su ogni palla e non ci siamo fermati nemmeno sul +30. Sono felice di questo nostro buon momento”.
Anche coach Pischedda al termine dell’incontro commenta questo secondo successo consecutivo: “Sono molto soddisfatto di questa seconda vittoria soprattutto perché la Megaride è una nostra diretta concorrente. Da ora possiamo lavorare con più tranquillità e magari provare a fare qualche scherzo alle squadre di alta classifica”.

Prossimo impegno per i ragazzi di Castellammare è domenica 19 novembre alle ore 18:30 in trasferta contro il Basket Sarno.

 

UFFICIO STAMPA NPS & BTS

Tabellino

Megaride Basket Napoli – Nuova Polisportiva Stabia 53-83
(16-20; 16-20; 6-27; 15-16)

 

MEGARIDE BASKET NAPOLI: Zollo 3, Bauduin 3, Crescenzi 2, Gallo 25, Capezza 5, Menditto 2, Mansi, Puoti 3, Marcelletti n.e., Finamore (cap.) 2, Bordi 8. All.re Di Lorenzo, ass.all.re Abete.
Cinque falli: nessuno.

N.P. STABIA: Chirico 2, Del Sorbo 16, Federico 5, Incarnato 6, Mascolo (cap.) 14, Vergara 25, Marino 4, Di Martino, De Riso, Attianese 2, Apostolo 2, Mandarino 7. All.re Pischedda, ass. all.re. Sabatino.
Cinque falli: nessuno. Espulso Marino al 5′ del 4°quarto.

Arbitri: Morra e Cerullo.

Nov 16

TAEKWONDO: Giampiero Esposito Campione Interregionale Abruzzo

Giampiero Esposito Campione Interregionale Taekwondo

Quasi una favola per la Saekoryo che ha visto salire sul gradino più alto del podio la settimana scorsa il più piccolo dei nostri taekwondoka ed oggi il più grande.

In terra d’Abruzzo si sono fatti valere tutti i nostri ma gradualmente, difatti man mano sono progrediti sempre di più nelle classifiche facendo acuire il tifo dei più che numerosi fans e genitori stabiesi al seguito ed ecco il film della gara:

  • ESPOSITO Corrado, già in precarie condizioni atletiche, cedeva il passo al primo incontro;
  • SOMMA Salvatore sconfiggeva agli ottavi per 14 a 9 l’avversario della Taras TKD ma cedeva il passo ai quarti a colui che poi sarebbe diventato il campione della categoria;
  • GRAZIUSO Emanuela con un roboante 18 a 4, come oramai ci ha abituato, sconfiggeva la taekwondoka della Pontina TKD ma doveva cedere il passo alla più esperta atleta di Celano e comunque conquistava un 2° posto di tutto onore. Ah, al riguardo è da annoverare che per lei era la prima esperienza fuori dalle mura amiche e nella categoria superiore Rosse/Nere;
  • ESPOSITO Giampiero, già V.Campione Italiano, si rifà subito della delusione ai Campionati Campani ove si doveva accontentare del solo bronzo. Incontrava l’atleta dell’Olimpic Pescara con la grinta giusta e con la voglia di rifarsi e pertanto conquistava il titolo Interregionale con un sonoro 15 a 6 e con la nostra rinnovata convinzione di avere con noi un  CAMPIONE!!!

 

 

Nov 14

BASKET MASCHILE-Serie C Silver: Prima vittoria in campionato per la Nuova Pol. Stabia

Arriva la prima vittoria in campionato per la Nuova Pol. Stabia che batte l’Al Delfino Mugnano per 56-50 nella settima giornata di Serie C Silver. [risultati e classifica cliccando qui]

Avvio di gara equilibrato tra le compagini in campo fino a quando gli stabiesi realizzano il primo mini-break di 4-0 e a metà periodo conducono 8-4. Mugnano realizza un contro-break di 0-4 riportando la parità tra le squadre a 3’ minuti dal termine, ma i ragazzi di coach Pischedda iniziano a difendere bene e approfittano degli errori al tiro degli ospiti chiudendo con un parziale di 7-0. Il primo periodo termina sul punteggio di 15-8.

Nel secondo quarto continua a difendere forte la N.P. Stabia soprattutto sotto canestro con Vergara e allungando il divario con le penetrazioni in area di capitan Mascolo e Marino fino ad arrivare al massimo vantaggio di +14. Mugnano aggiusta la mira e accorcia le distanze con le bombe da 3 di Civita e capitan Pascarelli. All’intervallo lungo il punteggio dice 30-22.

Al rientro dagli spogliatoi il Mugnano tenta di rifarsi sotto con i punti di Del Duca, top scorer della serata. Le aragoste stabiesi sbagliano tanti tiri dalla lunga distanza ma nemmeno gli avversari riescono ad approfittare perché anche loro sono deficitari al tiro: il punteggio di fine terzo quarto è chiaro 39-33.

Nell’ultimo quarto dopo 2’ di gioco Mugnano si porta a due lunghezze di svantaggio. In questo momento è Vergara a salire in cattedra – autore di una doppia-doppia con 16 punti e 12 rimbalzi – in cui gli ospiti per contenerlo nel pitturato devono ricorrere a continui falli e l’ala forte stabiese non sbaglia i tiri liberi, realizzando nell’azione successiva anche l’unica bomba da 3 della serata per i padroni di casa. A 5’ dal termine è di nuovo +7 Stabia. Gianluca Marino è bravo a recuperare palla e a segnare in contropiede subendo fallo e realizzando il tiro libero aggiuntivo che toglie ogni speranza a Mugnano di rientrare in partita nonostante la tripla di Angelino a 1’ dalla fine. Con il punteggio finale di 56-50 la Nuova Pol. Stabia festeggia la sua prima vittoria in campionato.

Un più che soddisfatto coach Pischedda a fine gara: “Sono molto contento per la nostra prima vittoria in campionato, potevamo fare di più nel terzo quarto per via delle imprecisioni al tiro, ma in difesa siamo stati davvero bravi. Questa vittoria ci fa tenere il morale alto in vista dell’importante match di giovedì sera”.

Prossimo impegno giovedì 16 novembre alle ore 21 a Casalnuovo per il recupero della sesta giornata contro la Megaride Basket Napoli attualmente a parità punti in classifica con gli stabiesi.

 

Tabellino

Nuova Polisportiva Stabia – Al Delfino Mugnano 56-50
(15-8; 15-14; 9-11; 17-17)

N.P. STABIA: Chirico 8, Del Sorbo, Federico 3, Incarnato 5, Mascolo (cap.) 10, Vergara 16, Marino 14, Di Martino, Dobrev n.e., Ottone n.e., Apostolo, Mandarino. All.re Pischedda, ass. all.re Maresca, 2° ass. all.re. Sabatino.
Cinque falli: Chirico.

BASKET MUGNANO: Verde n.e., Sarnataro, Vaccaro 2, Cotena, Angelino 16, Pascarelli (cap.) 6, Civita 3, Del Duca 19, Montanino n.e., De Gregorio 2, D’Angelo 2, Borzacchiello n.e. All.re Olivo, ass.all.re Punziano.

Cinque falli: nessuno.

Arbitri: Belprato e Ciano.

UFFICIO STAMPA NPS & BTS

Nov 12

Le riflessioni di StabiAmore del dopopartita di: Cosenza – Juve Stabia

Lo Stabia non riesce a prendere un punto al San Vito al cospetto del suo condottiero del passato, disputando una gara piuttosto brutta, soprattutto nella ripresa dopo il gol di Bruccini, che ha deciso la gara con la complicità della deviazione sbagliata di Allievi sulla linea di porta, che manda la palla a sbattere sulla schiena di Branduani e poi nella sua porta.

Contro la formazione allenata dal grande ex dei fasti della B, Piero Braglia, lo Stabia del suo allievo Caserta è riuscito a fare bene solo nel primo tempo, anche se la gara è stata condizionata dalle brutte condizioni del manto erboso dopo la pioggia delle ore precedenti.

Caserta e Ferrara hanno dovuto rinunciare in questa gara a importanti elementi, gli infortunati Paponi, Berardi e Dentice e lo squalificato Morero, potendo dunque scegliere questa volta in modo limitato in difesa e in attacco, puntando su Branduani in porta, Allievi, Bachini, Nava e Crialese in difesa e su un centrocampo composto dal milanista Mastalli, Viola e Matute e l’anomalo tridente in attacco Lisi, D’Auria e Simeri.

Nella squadra di casa militano due attaccanti di grande valore come l’ex Baclet e Caccavallo, ma nel primo tempo, lo Stabia tiene bene il Cosenza, nonostante la supremazia territoriale dei locali, che impegnano Branduani solo una volta con un tiro di Calamai, mentre prima Simeri sugli sviluppi di un calcio piazzato e poi Viola metttono i brividi a Perina.

Cosenza – Juve Stabia 1-0 Foto Michele De Marco.

Nella ripresa Braglia decide di rinunciare a Baclet, che ha giocato con una vistosa fasciatura al capo, inserendo Mendicino e subito il suo Cosenza trova il vantaggio con il tiro non irresistibile, ma fortunato di Bruccini che sorprende Allievi e Branduani. Lo Stabia ha provato ad esprimere il suo solito gioco discreto, ma senza Morero in difesa, la vena propositiva di Mastalli a centrocampo e lo scorpione Paponi in fase offensiva ha fatto molto poco per impensierire il portiere avversario e se consideriamo anche l’infortunio di Simeri che costringe Caserta ad inserire persino Costantini assieme a Canotto, tenuto stranamente in panchina per valorizzare il giovane D’Auria, in campo addirittura per un’ora di gioco. Successivamente nello Stabia entrano pure Strefezza al posto di un Mastalli ancora piuttosto abulico e Calò per l’infortunato Viola. Il Cosenza di Braglia impegna la difesa stabiese con Caccavallo, Calamai, Bruccini e i subentranti Mendicino, Mungo e Tutino, ex promessa della Primavera del Napoli, dimostrando di valere una posizione in classifica migliore di quella in cui l’aveva condotta l’altro ex trainer stabiese, Gaetano Fontana e gestendo la gara con una condotta piuttosto esperta e senza subire grossi pericoli. In effetti lo Stabia riesce a rendersi pericoloso solo con qualche mischia nell’area di rigore avversaria, che però non riesce a produrre conclusioni degne di nota nella porta dei calabresi e quindi alla fine del recupero con l’ultima azione nella quale il portiere Perina riesce a perdere tempo con esperienza e furbizia, torna a subire una sconfitta dopo quella del Pinto contro il Lecce.

Sabato pomeriggio al Menti la squadra di Castellammare dovrà affrontare un altro temibile avversario, il Catania dell’ex bomber Ripa, l’unica squadra al momento in classifica in condizione di tenere testa alla capolista Lecce, che oggi pomeriggio purtroppo ha violato anche il Nicola De Simone di Siracusa. Ma con l’aiuto del ritrovato Menti nel catino dei suoi tifosi passionali come quelli presenti anche al San Vito, la squadra potrà tentare l’impresa di battere ancora i blasonati etnei, come è gia accaduto nelle passate stagioni.

Tabellino

Cosenza – Juve Stabia 1-0

COSENZA (4-3-3): Perina; Corsi, Dermaku, Idda, Pinna; Calamai (45′ s.t. D’Orazio), Palmiero (23’s.t. Mungo), Bruccini; Statella, Caccavallo (27′ s.t. Tutino), Baclet (s.t. Mendicino). (A disp. Saracco, Boniotti, Pascali, Pasqualoni, Trovato, Loviso, Stranges, Mendicino). All. Piero Braglia

JUVE STABIA (4-3-3): Branduani; Nava, Allievi, Bachini, Crialese; Viola (35′ s.t. Calò), Mastalli (21′ s.t. Strefezza), Matute; D’Auria (3′ s.t. Costantini), Simeri (3′ s.t. Canotto), Lisi. (A disp: Bacci, Polverino, Gaye, Awua, Redolfi, Capece, Zarcone); All. Fabio Caserta-Ciro Ferrara

ARBITRO: Vincenzo Fiorini della sezione di Frosinone

MARCATORE: 2′ s.t. Bruccini

Nov 12

CALCIO DA TAVOLO: Risultati torneo di Foggia dello Stabiae

Formazione Stabiae calcio da tavolo

Sabato 4 novembre 2017 lo Stabiae ha preso parte con due formazioni al nazionale a squadre che si è svolto alla palestra “Pesante” di Foggia.

Le due formazioni si sono ben comportate sfiorando la vittoria nel tabellone principale con la squadra A, che perde per 3-1 in finale contro i Napoli Fighters e nel torneo Cadetti con la squadra B che perde per 3-1 contro Anacapri B.

Le due formazioni erano così composte:

Stabiae A (Massimo Esposito, capitano, Eduardo Erminione, Michele Sirica, Catello Gargiulo);

Stabiae B (Vincenzo Iovino, capitano, Armando Balestrieri, Domenico Vinaccia, Mario Banditelli, presidente).

Ottimi risultati anche all’individuale del giorno dopo, domenica 5 novembre 2017, dove Eduardo Erminione conferma il suo ottimo momento di forma raggiungendo i quarti di finale, dove purtroppo viene sconfitto per 2-1 dall’ex stabiese Alessandro Ottone. Solo i pali, le parate e un pizzico di sfortuna gli sbarrano l’accesso alla semifinale in una gara largamente dominata.

Per la cronaca il torneo viene vinto dall’ex Saverio Ferrante che in finale batte l’idolo di casa, il foggiano Giuseppe Battaglia per 3-0.

Mario Banditelli

Post precedenti «