Mag 28

Nuovo Direttivo Associazione StabiAmore

Logo StabiAmoreIl nuovo consiglio direttivo dell’Associazione StabiAmore, ha tenuto la prima riunione nella serata del 12 Maggio 2017 presso la propria sede  legale.

Dopo Ampia e articolata discussione sui temi e proposte emerse nel IV Congresso tenutosi nei giorni 6 e 7 maggio 2017 presso la sede AIA Stabiese, il Direttivo ha proceduto ad eleggere le cariche previste dallo statuto.

Sono stati eletti all’unanimità:

Presidente: Gianfranco Piccirillo

Vice Presidente: Maria Mosca

Segretario: Alfonso Raffone

Tesoriere: Carlo Piccirillo

Amministratore: Osvaldo Apuzzo

Inoltre il Direttivo ha assegnato all’unanimità le seguente responsabilità agli altri componenti del Direttivo:

Leggi il resto »

Mag 27

Scuola e spiaggia.. un mare di sport!

KORYO: Noi che difendiamo i colori Stabiesi su tutte le pedane d’Italia, ed in quei sport “minori” ove la nostra città è presente grazie a noi, ci sentiamo sempre più orgogliosi di rappresentarla per la sua bellezza, per la sua gente calorosa ma, maggiormente, per quella peculiarità che in questi giorni si sta facendo sempre più presente nella nostra comunità ovvero la voglia di RINASCERE e di rimettersi in gioco e di tornare ad essere la perla dell’area vesuviana.
Manifestazioni come queste ci riavvicinano alle nostre genti e ci fanno sentire ulteriormente partecipi di un progetto di rivalorizzazione cittadina.

 

Mag 25

Le riflessioni di StabiAmore del dopopartita di: Play off Ottavi di Finale, Juve Stabia – Reggiana

Lo Stabia non riesce a ribaltare il risultato dell’andata, pareggiando contro avversari blasonati ma poveri di gioco come quelli della Reggiana, allenati da Menichini, già autore di una beffa nel derby con la Salernitana, giocata in una mattinata di un paio di anni fa.

Logo StabiAmoreLo Stabia poteva ottenere almeno il pareggio all’andata, ma comunque nella gara al Menti ha dominato dall’inizio alla fine, sbagliando diverse occasioni e subendo un altro strano annullamento di una rete, come nella famigerata sfida di Bassano negli ultimi play-off disputati.
La squadra avrebbe meritato di vincere e di passare il turno contro una brutta Reggiana, ma pesano gli errori di tecnico, calciatori e la decisone dell’assistente dell’arbitro di Arezzo, uno dei luoghi storici della massoneria italiana.

Il tecnico Guido Carboni, con le indisponibilità degli infortunati Kanoutè ed Allievi e dello squalificato Cancellotti per la stupida ammonizione dell’andata, ritorna al collaudato 4 3 3, optando però per Santacroce come cursore difensivo invece di puntare su Lisi, come faceva spesso Fontana. La difesa è formata anche dal portiere titolare Russo, Morero e il recuperato nazionale bulgaro Atanasov, centrali e Liviero, esterno a sinistra, il centrocampo si affida a Izzillo, Capodaglio e Mastalli a sostegno del tridente Lisi, Ripa e il redivivo Marotta.
All’inizio del primo tempo lo Stabia, reclama un rigore e un’espulsione per fallo da ultimo uomo, ma si deve accontentare di una punizione dal limite, calciata male da Marotta. Nella seconda parte del primo tempo accade il fattaccio del gol annullato a Ripa, che aveva sfruttato un assist di Marotta con un colpo di testa che ha sorpreso sia il difensore che il portiere che non riescono ad anticipare il cannoniere stabiese. L’arbitro ha indicato subito il centrocampo, ma l’assistente è rimasto al suo posto, sostenendo la tesi di un molto presunto fallo di Ripa, che si sarebbe appoggiato sulle spalle del difensore prima di colpire di testa, insomma come a Bassano non è stato l’arbitro a negare il gol allo Stabia, ma i suoi assistenti con decisioni forse ordinate dai poteri nordisti ed occulti del calcio italiano. Leggi il resto »

Mag 22

PESCA SPORTIVA: Emozioni Blu è vicecampione italiana di canna da riva a box 2017

Emozioni blu è vicecampione italiana di canna da riva a box 2017.

Il Campionato italiano si è svolto a Manfredonia (FG) il 20 e il 21 maggio con squadre provenienti da tutta Italia, società organizzatrice la Fovea Fishing Club Foggia.

Nella prima prova Emozioni blu (squadra composta da Nicola Russo, Franco Pagano, Vincenzo Auricchio e Giuseppe Raffone) è stata prima assoluta e con il terzo posto nella seconda prova si è piazzata sul podio dietro i pluricampioni del team G.P.S. Lo squalo a.s.d..

Il presidente Del Gaudio entusiasta del prestigioso risultato ottenuto commenta: “È un risultato importante per la nostra associazione che viene dopo solo un anno dalla nascita del settore acque marine ed è frutto sia dell’impegno societario che nell’ottima guida del responsabile tecnico Nicola Russo che con la sua esperienza in campo agonistico ha indirizzato un bel gruppo di pescatori verso la disciplina agonistica portandoli su un podio ambito.
Il risultato è ancor più di valore se si pensa che il piazzamento è appena dietro i campioni della nazionale italiana della specialità canna da riva e davanti a tanti team pluridecorati e con esperienza nel settore.
Siamo molto felici di questo e ci riempe di gioia e soddisfazione sapere che i nostri colleghi in campo nazionale hanno riconosciuto in noi un bel gruppo sportivo ed una realtà in forte crescita
“.

 

 

 

Mag 21

Le riflessioni di StabiAmore del dopopartita di: Play off Ottavi di Finale, Reggiana – Juve Stabia

Lo Stabia perde l’andata del secondo turno di questi nuovi e complicati play-off, pur dimostrando di non essere inferiore ai blasonati avversari della Reggiana, allenati da Menichini, già autore di una promozione in B con la Salernitana.

Logo StabiAmoreLo Stabia poteva ottenere almeno il pareggio in ragione delle diverse occasioni sprecate e degli errori commessi anche in difesa dopo il vantaggio iniziale di Mastalli, un risultato che avrebbe permesso di passare il turno piuttosto agevolmente, considerando la miglior posizione in classifica rispetto alla Reggiana e di soddisfare i circa trecento tifosi stabiesi giunti allo stadio Mapei da tutte le parti d’Italia, specialmente dal settentrione.

La squadra avrebbe meritato di uscire imbattuta da questo stadio importante per le occasioni fallite da Ripa e da Marotta nel finale, dopo gli erroracci di Cancellotti e Liviero, che sono costati il rigore di Cesarini e addirittura il gol di Ghiringhelli, un calciatore molto deludente nella sua eperienza stabiese.
Il tecnico Guido Carboni, con le indisponibilità degli infortunati Kanoutè ed Allievi e dell’ormai esautorato Montalto, prova ad adottare un modulo elastico, che cambierà nel corso della gara, passando dal più congeniale 4 3 3 al meno collaudato 4 2 3 1 per finire con il 4 2 4, passando pure per il 4 5 1 e il 4 4 2. La difesa è confermata con il portiere titolare Russo, Morero e Camigliano centrali, Cancellotti e Liviero esterni e il centrocampo è formato da Matute, Capodaglio e un Mastalli più offensivo a sostegno del tridente Lisi, Ripa e Cutolo, che si alterna tra la corsia esterna e il ruolo di mezza punta. Leggi il resto »

Mag 17

TAEKWONDO: Maggio roseo per il taekwondo koryano

Finalmente è giunto un maggio roseo per il taekwondo koryano che in questo anno agonistico è risultato alquanto avaro di risultati eclatanti.

Iniziamo con il Campionato Italiano in terra pugliese ove il nostro 3°dan Renato FIORENTINO  sfiora il podio nonostante una gara ben sostenuta nel mentre il nostro “gigante buono” Giampiero ci esalta con una finale spasmodica che lo vede però alfinesoccombere e, comunque, conquistare la seconda piazza.

Infine la sopresa più bella ci viene dal nostro Filippo IOZZINO il quale affronta con vero piglio marziale tutte le dure selezioni per le rappresentative regionali e, con il piglio e la grinta che lo contraddistingue, riesce a conquistare il posto nella selezione All Star compagine con la quale militerà nella Olympic Dream Cup nazionale prossimamente. 

 

Mag 15

Le riflessioni di StabiAmore del dopopartita di: Play off Juve Stabia – Catania

Lo Stabia passa il turno preliminare di questi nuovi e complicati play-off, paradossalmente nella giornata in cui rimane a bocca asciutta in attacco, riuscendo però a mantenere inviolata la propria porta, un fatto piuttosto raro in questa stagione.

Logo StabiAmoreInfatti contro il Catania di Pulvirenti, qualificatesi ai play-off per una miglior differenza reti rispetto alla Fidelis Andria, ma riuscendo a neutralizzare una pesante penalizzazione iniziale, allo Stabia bastava il pareggio per passare il turno in virtù della miglior posizione in classifica e alla fine il risultato non si è mosso da quello bianco di partenza, facendo assaporare ai tifosi stabiesi il gusto di eliminare i blasonati rivali.

La squadra avrebbe meritato di vincere per le tante occasioni fallite soprattutto da Ripa, il migliore in campo assieme al solito straordinario Francesco Lisi e al bravo portiere del Catania, Pisseri, ex di turno, assieme a Baldanzeddu, che però il tecnico Pulvirenti ha relegato in panchina.
Il tecnico Guido Carboni, con tutti gli uomini a sua disposizione, tranne l’infortunato Allievi e l’ormai esautorato Montalto, prova inizialmente il modulo più congeniale, il 4 3 3 con in campo i calciatori del girone d’andata, tranne Matute a centrocampo, cambiando solo nella seconda parte della ripresa dopo gli ingressi di Cutolo e Atanasov, al rientro dopo un lungo periodo. La difesa è composta dal portiere titolare Russo, Morero e Camigliano centrali, Cancellotti e Liviero esterni e il centrocampo è formato da Matute, Capodaglio e Mastalli a sostegno del tridente Lisi, Ripa e Kanoutè.

Foto: S.S. Juve Stabia Facebook

Foto: S.S. Juve Stabia Facebook

Nel primo tempo lo Stabia, pur potendo gestire due risultati su tre, detiene il pallino del gioco, costruendo un paio di clamorose occasioni con Ripa, che manca di poco la porta con un colpo di testa, uno dei suoi colpi migliori e costringe Pisseri ad una grande parata su una sua bella rovesciata, favorita dalle belle incursioni di un eccellente Lisi, che mette in crisi i difensori catanesi, costringendoli spesso a commettere falli. Leggi il resto »

Mag 12

GINNASTICA ARTISTICA: Il C.G.A. Stabia onora la Serie A2 fino in fondo

Non c’è due senza tre, dopo Torino e Roma, anche nella terza prova del Campionato nazionale Serie A2 della Federazione Ginnastica d’Italia svoltasi ad Ancona, il C.G.A. Stabia di Castellammare ha dovuto fare a meno del suo alfiere Giancarlo Polini, atleta del Team Italia.

Il club stabiese guidato da Angelo Radmilovic ha fatto un piccolo passo avanti rispetto alle precedenti competizioni giungendo al 10° posto, che non è sufficiente però a tirarlo fuori dalla zona retrocessione. Si spera nel recupero fisico di Polini affinché possa rientrare in squadra nella quarta prova del 16 settembre ad Eboli dove, oltre al suo indubbio contributo tecnico, potrà fungere da sprone per i suoi compagni di squadra, Christian Atte, Manlio Massaro, Biagio Barbato, Francesco Schettino e Giuseppe Cascone.

Se lo Stabia ha dei rimpianti per la probabile retrocessione in Serie B, la Ginnastica Salerno gioisce per la promozione in serie A1, orami a portata di mano. Il club granata di Juliana Sulce, infatti,  si è aggiudicata anche la terza prova di campionato e viaggia a punteggio pieno davanti alla Juventus Nova Melzo e alla Giovanile Ancona. Basterà il 10° posto, nella quarta ed ultima prova, per  consacrare  l’impresa della Ginnastica Salerno davanti al pubblico di casa, essendole stata assegnata l’organizzazione della competizione. Salerno iscriverà così il proprio nome nella massima serie, cosa che nella storia della Campania era riuscita solo al C.G.A. Stabia nel 2012, a seguito della quale il sodalizio di Angelo Radmilovic inaugurò il nuovo impianto di via Napoli assurto poi ad unica Accademia Federale maschile del Sud Italia. Promozione che ottenne grazie a Polini, Maresca e Darino, questi ultimi due sono artefici anche della prossima promozione della società granata diretta da Alessandra Di Giacomo.

Si delineano così due sentimenti contrastanti, la delusione per l’eventuale retrocessione dello Stabia e la gioia per la ormai certa promozione della Ginnastica Salerno, questa è la legge dello sport, il primo non dovrà demordere perché ha le carte in regola per ritornare subito in A2 mentre la seconda dovrà puntare al tricolore 2018 o quanto meno al podio per proseguire nella sua escalation.

Mag 08

Le riflessioni di StabiAmore del dopopartita di: Juve Stabia – Taranto

Lo Stabia vince contro il già retrocesso Taranto solo all’ultimo minuto utile con un colpo di testa dell’italo svizzero Rosafio, subentrato a Cutolo, su un calcio d’angolo battuto da Kanoutè.

Logo StabiAmoreIl tecnico Guido Carboni, con tutti gli uomini a sua disposizione, prova inizialmente un modulo elastico un 4 4 2 a trazione offensiva, più un 4 2 4, ma nella ripresa torna al 4 3 3 con il solito Cutolo, che da punta, più mezza che intera, torna a fare l’esterno dopo l’inserimento di Capodaglio al posto di Lisi, oggi piuttosto in ombra, come peraltro tutta la squadra.
La difesa è composta da tutte riserve a cominciare dal portiere Bacci, al debutto in campionato, Camigliano, Allievi e Giron con l’esclusione di Cancellotti che rientra dalla squalifica assieme a Kanoutè e l’inserimento di Izzillo e Salvi a centrocampo e Cutolo mezza punta centrale con Paponi e gli esterni offensivi Lisi e l’ex attaccante di Ischia e Benevento.

Nel primo tempo lo Stabia, pur avendo una netta supremazia territoriale, non è riuscito a rendersi pericoloso, ad eccezione dell’azione di Izzillo che colpisce il palo in una gara piuttosto noiosa contro il Taranto dell’ex tecnico Ciullo, apparso deciso a difendere il risultato ad occhiali, nonostante la già avvenuta retrocessione. L’infortunio di Allievi nel primo tempo costringe Carboni ad inserire Morero, uno dei titolari tenuti a riposo anche perché in diffida, preferito a Santacroce e ad Atanasov.

Lo Stabia nella ripresa continua a tenere il pallino del gioco, ma a fare poco in fase offensiva, almeno fino a quando Capodaglio entrato al posto di Lisi, porta maggiori pericoli alla difesa ospite con il ritorno al modulo 4 3 3. Leggi il resto »

Mag 08

GINNASTICA ARTISTICA: Il C.G.A. Stabia vince in casa e in trasferta

Si sono concluse le fasi Interregionali Centro- Sud dei Campionati Individuali Gold di artistica maschile e femminile della Federazione Ginnastica d’Italia.

Gli allievi, junior e senior si sono ritrovati presso l’Accademia Federale “C.G.A. Stabia” di Castellammare di Stabia dove negli J1 Francesco Schettino, atleta di casa allenato da Angelo Radmilovic, si è laureato Campione interregionale in cinque dei sei attrezzi maschili (tutti, escluso il volteggio), mentre i suoi compagni di Club, Christian Atte si è imposto tra i senior al cavallo con maniglie, agli anelli e alle parallele e Biagio Barbato al volteggio.

Negli altri due attrezzi, corpo libero e sbarra, il successo è andato a Manlio Massaro del C.A.G. Napoli di Massimiliano Villapiano. Negli J2 tre ori per Gianmarco Di Cerbo, della Ginnastica Salerno di Alessandra Di Giacomo, al corpo libero, agli anelli e al volteggio.

Sul 2° e 3° gradino podio sono saliti negli A3 Luciano Tartaglione e Mattia Nicolao, rispettivamente del CAG e dello Stabia, mentre fra i senior Massaro, Atte, Barbato e Darino.

Nella zona tecnica femminile, C.G.A. Stabia corsaro a Catania dove Giulia Pizza, allenata da Stefania Gini, si è imposta nelle J1 con oro alle parallele e al volteggio e argento al corpo libero e alla trave.
Fra le senior 4° posto della compagna di squadra Francesca Mastellone, salita sul 3° gradino del podio al volteggio.

Post precedenti «